Lo sport preferito degli sciacalli e leoni da tastiera: l’insulto

sciacalli-leoni-tastiera-insulto

Gli attacchi, le ingiurie e le minacce cui si è sottoposti quotidianamente per l’aver scritto e difeso strenuamente ciò che la maggior parte della comunità scientifica internazionale pensa, sono soltanto la punta di un iceberg che, purtroppo, non è così candido così come appare spesso in fotografia. Ma d’altronde, si sa, chi ha pochi argomenti tende facilmente a ricorrere all’insulto, allo screditamento del proprio “avversario”.

Leone da tastiera
Leone da tastiera

Purtroppo la vicenda è fin troppo indicativa dello stato del dibattito pubblico italiano, in cui comunque fa più notizia chi ‘grida’ che chi argomenta. Cadono spesso in ‘offside’ l’arte di convincere con il ragionamento e la capacità di usare sottigliezze dialettiche. E’ più semplice, invece, ricorrere all’insulto, alla prevaricazione, alla prepotenza, all’arroganza, alla bassezza dialettica… anche con l’intimidazione. Tutto ciò, sia ben chiaro, comodamente seduti dinanzi ad una tastiera e celati, spesso, dietro un nome di battaglia preferibilmente esotico. Sì perché l’insulto in absentia è decisamente la tendenza del momento.

Ma dopotutto cosa ci si potrebbe aspettare da coloro i quali sbandierano ed applicano, nel quotidiano, principi del tipo:

  1. Non vaccinate i vostri bambini;
  2. Non mandateli a scuola (perché la scuola li schiavizza);
  3. Alzate gli occhi al cielo perché ci avvelenano con le scie chimiche; 4) Insegnate loro a vivere di espedienti, beneficenza e donazioni.

Una crew di sciacalli e leoni da tastiera di tutte le età a zonzo sulle pagine dei più popolari Social Network. Social Network e piattaforme le cui uniche ‘colpe’ consistono nell’essere gratuite ed accessibili a tutti. Possibilità questa che, purtroppo, fa sì che l’ignoranza circoli liberamente come un cittadino italiano nei vari Paesi dell’Unione Europea.

Umberto Eco
Umberto Eco

Aveva la vista lunga il buon Umberto Eco il quale, dopo aver ricevuto all’Università di Torino la laurea honoris causa in “Comunicazione e Cultura dei media” , disse: “ …I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli… Prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel… ”.

Intelligenti pauca….

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri 43 anni, di Lanciano (Ch), esperto in Meteorologia, Clima, Scienze Naturali. Negli ultimi anni ho detto NO alla bufala delle cosiddette Scie Chimiche. Socio Cicap. Socio Associazione Bernacca. Mi sorprende non poco l’insolenza con la quale si sfida la Scienza, quella vera. La Scienza ha delle regole precise. Cinque per cinque fa venticinque e se i 'complottari' sostengono che il risultato invece è 30 devono dimostrarlo.
  • Luciano Ciano

    Beh per quanto riguarda i vaccini non lo so, anche se di esperti in materia che non sono d’accordo ce ne sono diversi, per quanto riguarda la tecnologia delle scie chimiche, esiste, non è una novità, ci si specula tanto sopra, ma esiste.
    Poi, chi ci ride su è solo per partito preso.