Il brevetto della Apple che bloccherà le fotocamere degli smartphone durante concerti e spettacoli

apple-bloccare-fotocamere-concerti-sito

La mia amica Alessandra di Radio Stonata mi riporta spesso delle vere e proprie perle da analizzare. In questo caso si parla del presunto blocco della Apple alle fotocamere dei propri smartphone durante i concerti e spettacoli:

Segnalazione di Alessandra
La segnalazione di Alessandra

Un problema che Curioso come sempre, vado a leggere l’articolo di Faremusic.it del primo luglio 2016, di cui ne riporto una parte:

La notizia importante di questi giorni è che la Apple si appresta ad utilizzare un nuovo software che inibisce l’uso delle fotocamere in posti in cui è vietato filmare, come ad esempio, appunto, durante i concerti musicali. La tecnologia utilizzata consiste in un sensore a raggi infrarossi che, piazzato in prossimità di un palco, impedirà le riprese da parte delle fotocamere del pubblico. Sul display dello smartphone comparirà un avviso di blocco della telecamera fino a fine concerto.

La storia riguardo a questa tecnologia in realtà è vecchia, se ne parlò nel 2011 in merito alla richiesta di brevetto da parte della stessa Apple. Ecco quanto riportato dal New York Times del 3 giugno 2011:

A new Apple patent intended for mobile devices could help the music and film industries stop people from illegally recording a concert or a movie playing in a theater.

A distanza di anni, il 28 giugno 2016, la Apple ha ottenuto l’approvazione dalla US Patent and Trademark Office (qui il link al brevetto US 9.380.225 B2, scaricabile in formato PDF anche su Debunking.it). Riporto di seguito l’Abstract del documento:

Systems and methods for receiving infrared data with a camera designed to detect images based on visible light are provided. A system can include a camera and image processing circuitry electrically coupled to the camera. The image processing circuitry can determine whether each image detected by the camera includes an infrared signal with encoded data. If the image processing circuitry determines that an image includes an infrared signal with encoded data, the circuitry may route at least a portion of the image (e.g., the infrared signal) to circuitry operative to decode the encoded data. If the image processing circuitry determines that an image does not include an infrared signal with encoded data, the circuitry may route the image to a display or storage. Images routed to the display or storage can then be used as individual pictures or frames in a video because those images do not include any effects of infrared light communications.

Nel brevetto si parla di emettitori a infrarossi che vengono situati nelle zone in cui lo scatto delle foto o della registrazione dei video è vietata ed emettono un segnale ai dispositivi che disabilitano temporaneamente l’uso della fotocamera.

A pagina 7 del documento è possibile vedere alcune immagini che spiegano a grandi linee il funzionamento:

La figura 5 del brevetto che illustra il sistema
La figura 5 del brevetto che illustra il sistema

Certo, si tratta di un brevetto della Apple e potrebbe essere utilizzato dalla stessa per i suoi smartphone. Vedremo se il progetto avrà il via definitivo e verrà utilizzato il sistema (sarà contento l’attore britannico Benedict Cumberbatch che nel 2015 chiese ai suoi fan di smettere di registrare i suoi spettacoli), così come staremo a vedere se anche altre aziende del settore degli smartphone sceglieranno questa strada.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.