DISINFORMAZIONE La cura di Rudolf Breuss e cellule tumorali che muoiono in 42 giorni

disinformazione-dieta-breuss

Il 28 giugno 2016 il sito Vivoinsalute.com pubblica un articolo dal titolo “Le cellule tumorali muoiono in 42 giorni: Cura di Rudolf Brojs oltre 45.000 persone guarite da cancro e altre malattie incurabili! (RICETTA)“:

Rudolf Brojs un guaritore Austriaco ha cercato tutta la sua vita la migliore cura alternativa per il cancro. Ha fatto un succo speciale che rafforzare il sistema immunitario, che fornisce al vostro corpo l’energia pulisce il sangue e la cosa più importante aiuta nella lotta contro le cellule tumorali.

Ha curato più di 45.000 persone che hanno sofferto di cancro e di altre malattie incurabili con questo metodo. Rudolf Brojs era certo che le proteine sono ciò che alimenta le cellule tumorali e abbiamo bisogno di eliminarli.

Pertanto, ha sviluppato uno speciale programma alimentare per un periodo di 42 giorni, durante i quali si dovrebbe bere solo il tè verde e il succo di verdura speciale, il cui ingrediente principale sono le barbabietole. Durante questi 42 giorni, le cellule tumorali sono portate alla fame e muoiono, mentre la salute del corpo intero migliora.

Leggiamo un attimo il disclaimer a fondo pagina del sito:

disclaimer-vivoinsalute

TUTTI I SUGGERIMENTI DI SALUTE SONO STRETTAMENTE INFORMATIVI. SITO: VIVOINSALUTE.COM È PROGETTATO PER GLI SCOPI EDUCATIVI E NON SI IMPEGNA A FORNIRE CONSULENZA MEDICA, CONSULENZA LEGALE O SERVIZI PROFESSIONALI. SE RITIENI DI AVERE UN PROBLEMA DI SALUTE, DEVI CHIEDERE IL PARERE DEL PROPRIO MEDICO CURANTE.

Nella pagina “Chi siamo” dichiarano:

vivoinsalute-chi-siamo

Benvenuti su Vivo in Salute. Siamo un team di blogger e appassionati di vita sana. Vivo in Salute è una continuazione del nostro desiderio per una vita sana in corpo, mente e lo spirito. Si parlerà di benefici alimentari per la salute. Rimedi naturali e le ricette sono sul menu. Scriviamo i migliori consigli di Salute, Bellezza e Benessere e su argomenti che sono legati al Vivere Sano in un mondo malsano.

Veniamo all’articolo del 28 giugno sul presunto “Rudolf Brojs”. In realtà il suo nome è Rudolf Breuss (Rudolf Breuß), elettricista e naturopata. Venne citato sul The Guardian in un articolo del 10 ottobre 2002 dal titolo “Fruit cure for cancer?“:

Former world champion biker Barry Sheene has rejected orthodox cancer treatments in favour of natural remedies. Diane Taylor on the main alternatives to traditional medicine

The Breuss diet

This regime was dreamed up by Rudolf Breuss, an Austrian naturopath born in 1899. He devised a strict 42-day diet of natural juices and herbal teas that is meant to nourish the body while starving the cancer. Before his death in 1991, at the age of 92, he claimed to have cured thousands of people of a wide range of cancers that had defied conventional treatment.

As part of his Breuss therapy, Barry Sheene, 51, who has refused conventional medical treatment for his throat and stomach cancer, is drinking a mixture of organic carrots, beetroot, celery, Chinese radish and potato. As with so many cancer cures that claim a miraculous success rate, there is no scientific evidence that this diet will help the former world champion motorcyclist, who now lives in Australia.

Oncologists would be unlikely to support Sheene’s decision to follow the Breuss regime instead of conventional treatment. Sarah Turner, a senior nurse at CancerResearch UK, says: “We do not recommend alternative therapies because, on the whole, there isn’t the scientific or medical evidence to prove the claims they make. However, some of these treatments can provide benefits alongside conventional treatments and NHS cancer centres are increasingly offering things such as aromatherapy and massage.” Turner warns that prolonged adherence to a restricted diet such as Breuss’s could lead to malnutrition.

Cost: The Breuss Cancer Cure by Rudolf Breuss is available from Amazon.co.uk at £163;6.45.

Prima della sua morte ha affermato di aver curato migliaia di persone che avevano diversi tipi di tumore. Come tante presunte cure miracolose contro il cancro, anche quella di Breuss è priva di prove scientifiche. Non vi è alcun studio clinico che dimostri le teorie di Breuss, inoltre tale dieta può portare a casi di malnutrizione ed effetti collaterali.

Al massimo c’è stato un piccolo studio clinico con 8 pazienti avvenuto nel 1984 (“Hat das Fasten in der Therapie von Tumorpatienten einen Sinn?“), privo di gruppo di controllo, dove gli autori avrebbero sostenuto una qualche forma di guarigione o parziale guarigione per alcuni pazienti, mentre un paziente è morto e due lo hanno seguito poco dopo il completamento della terapia. Gli autori dello studio hanno ritenuto che non vi fosse un collegamento tra le morti e la terapia. Nello stesso studio viene riportato un dato allarmante: è stata osservata una perdita di peso dei pazienti tra i 9 e i 16 kg. Dal 1984 ad oggi non ci sono stati altri studi (per lo meno seri e completi).

 

Tale pratica viene citata anche dal Centro Tumori dell’ospedale di Friburgo, bocciandola del tutto, attraverso il libro “Komplementäre Verfahren” (scaricabile dal sito Uniklinik-freiburg.de):

breus

Die „Krebskur-total“ nach Breuss kann gefährlich sein, da diese Fastenkur zu erheblicher Mangelernährung und damit einer zusätzlichen Schwächung der körpereigenen Abwehr führt. Es kann zwar unter dem Fasten zu einer Verringerung oder einem Stillstand des Tumorwachstums kommen, nach Wiederaufnahme einer normalen Ernährung kann sich das Krebswachstum jedoch sogar beschleunigen!

Secondo il Centro Tumori di Friburgo, la terapia proposta dall’elettricista naturopata può essere pericolosa, in quanto il suo digiuno provoca una malnutrizione significativa e un ulteriore indebolimento delle difese del corpo, inoltre alla ripresa della dieta normale la crescita del tumore può anche accelerare.

Di recente anche il solito sito Dionidream se ne è interessato…ovviamente a favore!

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.