BUFALA Bracciano: mostruoso serpente esce dall’acqua e aggredisce bagnante

bufala-bracciano-serpente

Oltre 9 mila condivisioni Facebook per l’articolo del sito bufalaro LaNozione dal titolo “Bracciano: mostruoso serpente esce dall’acqua e aggredisce bagnante, le immagini shock“:

È successo a Bracciano, dove una normale giornata al lago si è trasformata in un vero e proprio incubo. UN serpente, di proporzioni gigantesche, sicuramente della famiglia dei costrittori, ha aggredito e ridotto in fin di vita un giovane bagnante di 26 anni, Paolo Vilieri, adesso ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civico di Bracciano.
serpente-uomo

Non si capisce bene come questo serpente possa essersi trovato la, probabilmente scappato da qualche casa, nonostante la detenzione di questi animali sia illegale in Italia, o magari da qualche parco zoologico vicino.

Stavamo nuotando tranquillamente quando ad un certo punto qualcosa è schizzato fuori dall’acqua e ha aggredito Paolo, cingendolo” dice un amico di Paolo Vilieri, che si trovava là con lui “allora tutti noi, che eravamo la a passare una normale giornata nuotando e divertendoci, ci siamo avventati sul serpente per strapparglielo dalla morsa

I soccorsi sono arrivati subito, e, coadiuvati dai pompieri, i ragazzi sono riusciti a strappare il loro amico dalle grinfie del serpente.

Il ragazzo ha riportato gravissime fratture alle costole, una spalla lussata, e l’inclinazione di due vertebre. Una forte commozione cerebrale ha poi causato il coma, nel quale il ragazzo si trova tutt’ora. Non è la prima volta che un animale selvatico, perché non tenuto adeguatamente sotto controllo, attacca e (speriamo non sia questo caso) uccide un uomo. Non è normale che un serpente si aggiri così tranquillo per i nostri laghi, attaccando la gente.

Nessun riscontro, ovviamente, ma da dove è stata presa quella foto? Da un video che circola dal 7 aprile 2016:

Ricordo nuovamente ai bufalari: con queste bufale colpite le località turistiche, allarmando chiunque ci creda e che decidesse di non andare mai e poi mai nel lago di Bracciano. Prima o poi, come accaduto in passato a qualcuno, vi arriva una denuncia.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.