Vaccini e l’interessante provocazione: “gli antivaccinisti sono pagati da Big Pharma?”

spese-farmaci-vaccini-big-pharma

Riporto un post interessante del nostro amico Roberto Burioni nella sua pagina Facebook, oggi 30 giugno 2016, in merito alle spese sostenute per i farmaci e per i vaccini:

Gli antivaccinisti sono pagati da Big Pharma?

L’epatite C è una malattia grave e pericolosa.

Contro questa infezione, per la gioia dei raglianti, non abbiamo un vaccino (disponibile invece – efficacissimo e sicuro – contro l’altrettanto grave e pericolosa epatite B, ma i nostri amici somari lo detestano e non lo somministrano ai figli e a loro stessi).

La gioia degli antivaccinisti non è tuttavia solitaria: è ampiamente condivisa da “Big Pharma”.

Proprio ieri è uscito il rapporto OSMED sulla spesa sanitaria 2015, dove è riportato quanto si spende per i diversi farmaci. Sono NUMERI, quindi, inoppugnabili e indiscutibili anche per dei fessi come i nostri somarissimi “genitori informati” e per i loro “medici”.

I farmaci per l’epatite C, contro la quale non abbiamo un vaccino, hanno venduto per un totale di 1 miliardo e 721 milioni di euro nel 2015.
Tutti i vaccini (proprio tutti presi complessivamente) hanno venduto per 317 milioni di euro. Pensate, hanno venduto meno della metà dei farmaci contro HIV (altro virus per il quale non abbiamo il vaccino) che hanno fatturato 672 milioni di euro.

Ripeto per i più sfortunati e lenti: nel 2015 farmaci anti HCV, 1,721 milioni di euro; farmaci anti HIV 672 milioni euro, vaccini 317 milioni di euro.

Cari antivaccinisti raglianti, non è che per caso è proprio Big Pharma a sponsorizzare le vostre associazioni e i vostri medici e a darvi dei soldi per non vaccinare i vostri figli e spingere la gente a non vaccinarsi?

Forse il modo di combattervi è imbastire una colletta e offrirvi di più?

In allegato al post Roberto condivide la seguente immagine:

rapporto

Antivirali anti-HCV: 1721,5 milioni di euro

Vaccini: 317,9 milioni di euro

L’immagine riporta i dati della tabella “Gruppi di farmaci a maggior prescrizione nel 2015” a pagina 435 e 437 del rapporto OSMED 2015, pubblicato nel mese di giugno 2016 e scaricabile dal sito Agenziafarmaco.gov.it in formato PDF. I numeri evidenziati sono la spesa totale espressa in milioni di euro.

La provocazione lanciata da Roberto è interessante, con dati e numeri alla mano. Conoscendo i metodi di ragionamenti di determinati complottari dubito che ascolteranno, ma qualcuno non ancora del tutto plagiato da certe teorie complottistiche potrebbe ancora ragionarci sopra e capire che in realtà l’antivaccinismo è il vero danno.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • Ander Elessedil

    Non ricordo più quale commentatore sotto un vecchio articolo del FQ avesse lanciato la proposta, ma la definizione di “pro-malattia” invece di “anti-vaxxer” è più calzante.
    Ne consegue che “pro-malattia” = “pro-BigPharma”.
    Elementare.

  • Andrea Rovai

    Piccola correzione: le pagine interessate sono 435 e 438 del rapporto OSMED 2015, non 437.