DISINFORMAZIONE Le elezioni a Torino e il “ricatto” della Boschi se vince il M5S? Tutto chiarito

disinformazione-ricatto-boschi-torino-appendino-sito

Luca ci segnala, attraverso il tool a disposizione degli utenti nel nostro sito internet, un video pubblicato il 13 giugno 2016 dalla pagina Facebook “Costiera Amalfitana“:

Il video della Boschi
Il video della Boschi

Il video (privo della parte comica di quello pubblicato dalla pagina Facebook) è il seguente, trasmesso durante “L’intervista” di Maria Latella a SkyTg24:

Ecco la dichiarazione:

..se vince l’Appendino, Torino perde 250 milioni stanziati dal governo per creare il parco della salute.

Suona effettivamente come un “ricatto”, della serie “se vince la Appendino non vi diamo i soldi”. Tra il ministro e la candidata sindaco ci fu una discussione via Twitter il 12 giugno 2016 a partire dalle ore 15:06:

Botta e risposta
Botta e risposta

La Boschi non ha negato la sua dichiarazione, ma l’ha spiegata riportando in un tweet quella di Chiamparino citata da La Stampa:

La risposta della Boschi
La risposta della Boschi

Ecco quanto dichiarato da Chiamparino:

La Stampa: Che cosa pensa di Chiara Appendino?
Chiamparino: «Per principio, e per cultura, non parlo mai male di nessuno, tanto più nel mio ruolo istituzionale. Vedo però uno scarto fra la dimensione dei problemi che Torino ha davanti e la chiarezza dei programmi che la candidata M5S presenta al netto persino dell’esperienza per forza di cose limitata. La vicenda del Parco della Salute è emblematica: propongono di tornare al masterplan del 2011. Se vincono la città rischia di perdere 250 milioni di fondi statali».

La Appendino, visto quanto pubblicato dalla Boschi in merito alle dichiarazioni di Chiamparino, risponde così:

La risposta di Appendino alle dichiarazioni di Chiamparino
La risposta di Appendino alle dichiarazioni di Chiamparino

A quel punto la Boschi chiarisce e afferma che apprezza la posizione della candidata del M5S e conferma il finanziamento. La Appennino, da parte sua, “ringrazia” la Boschi apprezzando “il passo indietro” del ministro:

Chiarimenti finali sul presunto "ricatto".
Chiarimenti finali sul presunto “ricatto”.

Infine, sempre il 12 giugno 2016, in un articolo del sito IlTorinese.it viene riportata la seguente dichiarazione della Appendino che chiude definitivamente il cerchio:

«Apprendo con piacere che il ministro Boschi abbia fatto un passo indietro, anche perché la mia posizione sulla Città della Salute è sempre stata coerente. Siamo favorevoli, la vogliamo – ha sottolineato Chiara Appendino – Crediamo però che la Città della Salute debba essere realizzata con risorse pubbliche. Non ci piace l’idea dell’intervento privato, tant’è che noi vediamo in modo positivo quello che era il progetto iniziale, il Masterplan del 2011, perché meno oneroso». E ancora: «La nostra intenzione è quella di realizzare una Città della Salute fattibile nel più breve tempo possibile, senza promettere cose che poi non si possano mantenere. Vorremmo riprendere il Masterplan del 2011 insieme ai soggetti interessati come Regione e Governo per avere un progetto low-cost rispetto a quello ora previsto nell’area ex Avio, che recuperi e riqualifichi gli edifici esistenti delle Molinette, per i quali sono già stati spesi ingenti fondi pubblici, e edifichi le due nuove torri. Auspichiamo che il governo sia collaborativo nell’interesse di Torino».

Insomma, da una parte la Boschi si è affidata alle parole di Chiamparino, ne ha discusso con la Appendino e si sono infine chiarite. Nessun ricatto, ma questo è diventato comunque uno strumento per la campagna elettorale da una delle due parti.

Ne parlò Il Giornale, ad esempio, la sera del 12 giugno 2016 alle ore 20:06 quando ormai le cose erano ben chiarite alle 18:34. Da parte della pagina Facebook segnalata si tratta di disinformazione perché diffonde un messaggio che tra le dirette interessate era stato chiarito.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • mvenier

    Tra le altre cose non vedo nessun passo indietro della Boschi. Anche perché non aveva nulla da ritrattare.

    • Pugacioff

      Infatti la Boschi NON ha ritrattato nulla, ma i PENTACRETINI non sono assolutamente in gradi di capirlo, non per nulla 99 grullini su 100 sono ANALFABETI CULTURALI