DISINFORMAZIONE Donna da fuoco al marito per aver violentato la figlia di 7 anni

disinformazione-donna-brucia-vivo-marito-abuso-sessuale-figlia-7-anni

Il 17 giugno 2016 il sito bufalaro “La Nozione” pubblica un articolo dal titolo “Donna da fuoco al marito per aver violentato la figlia di 7 anni” che al momento ha superato le 6 mila condivisioni Facebook.

Quando Tatanysha Hedman ha scoperto che suo marito 52 anni di età, Vincent Phillips, violentava e molestava sua figlia, avuta da un altro uomo, ha preso in mano la situazione e gli ha dato fuoco, perché riteneva che il gesto fosse troppo disumano, e che la vita di sua figlia fosse segnata per sempre..

La madre di 40 ha aspettato che il marito andasse a letto, poi mentre lui dormiva, lei gli ha versato un liquido combustibile di sopra e ha acceso un fiammifero. Ha poi ammesso alla polizia che lei ha dato intenzionalmente fuoco al marito, perché sparargli sarebbe stato “troppo carino”.

image-60

Phillips non è morto nel rogo ed è stato accusato di violenza sessuale di 1° grado. La Hedman è stata accusata di incendio doloso e accuse per lesioni aggravate.

La salute mentale della Hedman è stata messa in discussione di recente, tanto ceh la corte vorrebbe una nuova perizia per stabilire l’attuale stato di salute mentale, e non quello tenuto in conto ai tempi del primo processo, che gli permise di ottenere una pena più lieve.

Il pubblico è preoccupato che lo Stato punirà Hedman troppo duramente per il suo delitto passionale.

Attualmente, Hedman si trova in carcere in attesa di una udienza in tribunale.

Ecco come compare la condivisione Facebook dell’articolo nella pagina Facebook Anza (legata al sito):

La condivisione nella pagina Facebook legata al sito bufalaro
La condivisione nella pagina Facebook legata al sito bufalaro

Il sito bufalaro, questa volta, ha sfruttato una notizia reale avvenuta negli Stati Uniti nel 2014 usando però fotografie di persone che non hanno nulla a che fare con la storia raccontata. Questo è il vero volto di Tatanysha Hedman:

Il vero volto di Tatanysha Hedman
Il vero volto di Tatanysha Hedman

Questa è invece la foto dell’uomo che andò a chiedere aiuto in un negozio dopo essere scappato di casa in seguito al gesto della donna:

L'uomo "bruciato vivo" mentre chiedeva aiuto all'interno di un negozio
L’uomo “bruciato vivo” mentre chiedeva aiuto all’interno di un negozio

La donna, secondo quanto riportato nella pagina Facebook a lei dedicata, sarebbe stata condannata nel 2015 ad una pena di 3 anni.

Ecco il servizio mostrato negli States all’epoca:

Il sito bufalaro potrebbe aver preso spunto da un sito chiamato Worldofhealth365.com il quale aveva pubblicato la storia il 10 giugno 2016. Da quel che si evince l’articolo de La Nozione non è altro che la traduzione del sito in lingua inglese e la foto usata dell’uomo in fiamme è la stessa usata per la condivisione Facebook.

La foto della donna usata dal sito bufalaro? La troviamo in alcuni siti come Thechive.com in una galleria del 2012 con le foto segnaletiche più strane.

Foto segnaletica reale, ma risale ad anni prima
Foto segnaletica reale, ma risale ad anni prima

Non è la prima  volta che noto siti bufalari che sfruttano anche notizie vere (anche alterate) per generare visite e condivisioni.

 

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.