DISINFORMAZIONE Di questi morti non ne parla nessuno. Anche 5 bimbi bruciati vivi

disinformazione-luce-maria-nigeria-strage-boko-haram-bambini-bruciati-sito

Il 16 giugno 2016 il sito “La luce di Maria” pubblica un articolo dal titolo “Di questi morti non ne parla nessuno. Anche 5 bimbi bruciati vivi” il quale ha già superato le 9 mila condivisioni Facebook.

Il titolo vorrebbe creare scalpore, si tratta infatti di un classico titolo clickbait, ma la cosa peggiore è l’uso scorretto dell’immagine pubblicata nell’articolo e diffusa nella pagina Facebook:

La condivisione Facebook
La condivisione Facebook

La foto è nota e venne usata in passato, nel lontano 2014, per la diffusione di una bufala a sfondo religioso che trattò il collega Francesco:

La foto, infatti, si riferisce ad una notizia di cronaca del 3 luglio 2010 dove l’esplosione di un’autocisterna di carburante, nella Repubblica Democratica del Congo, ha causato la morte di 235 persone. Anche Reuters ha riportato la notizia in cui si vedono altre immagini.

Veniamo all’articolo pubblicato il 16 giugno dal sito religioso:

Continuano ad ignorare colpevolmente ciò che sta accadendo, evidentemente i morti non sono tutti uguali, o le stragi hanno un peso specifico diverso a seconda di dove accadono. Non creiamo discriminazioni di sesso, religione, colore della pelle , le stragi portano morte, dolore e sgomento, ma non perchè accadono lontano da noi non debbano avere lo stesso valore di quelle che avvengono in Europa. Il rispetto ci deve essere per tutte le vittime indistintamente, e invece continuano ad esserci morti di seria a e morti di serie b

Nuova strage di Boko Haram in un villaggio a cinque chilometri di Maiduguri, in Nigeria. Testimoni parlano di decine di corpi bruciati e crivellati di proiettili per le strade di Dalori dopo un attacco avvenuto sabato sera. Un uomo, che è riuscito a sfuggire nascondendosi su un albero, ha raccontato che poteva sentire le urla dei bambini tra le fiamme. Sono almeno 86 i civili massacrati, un centinaio i feriti. Lo affermano i media online dell’area. “Molte persone sono state uccise, numerose sono state ferite”, ha dichiarato in un comunicato il portavoce dell’esercito nigeriano Mustapha Anka.

E gli integralisti islamici Boko Haram hanno colpito anche in Ciad,in due villaggi sulle rive dell’omonimo lago, nella regione di Hadjer Lamis. Il bilancio di due attentati suicidi è di almeno nove morti e 52 feriti.
Il primo kamikaze è arrivato a bordo di una motocicletta e si è fatto saltare in aria tra la gente nella località di Guitté. L’altro villaggio colpito è Mittériné, dove due donne si sono fatte esplodere in contemporanea dopo essere state individuate da alcuni abitanti appartenenti alle milizie di autodifesa, costituite proprio per fronteggiare le incursione dei Boko Haram. In quel momento le due kamikaze si trovavano vicino a un campetto di calcio e tra le vittime vi sono anche cinque bambini.

Siamo davvero sicuri che nessuno ne abbia parlato? Il fatto è reale ma non è neanche accaduto di recente, come riportato il 31 gennaio 2016 dall’Ansa, così come Rainews, Il Fatto Quotidiano, Il Messaggero, Panorama, Il Giornale, TGcom24…. devo continuare? L’elenco è lungo.

Attenzione: il testo a partire da “Nuova strage di Boko Haram” in poi riportato nell’articolo de “La luce di Maria” è il copia incolla del vecchio articolo dell’Ansa.

I due testi a confronto
I due testi a confronto

Chi gestisce quel sito dovrebbe farsi un esame di coscienza bello e buono, se si tratta di un vero cristiano. Chissà cosa direbbe Maria nel sapere che è stata usata una foto che non ha nulla a che vedere e a diffondere affermazioni come “non ne parla nessuno“. Nel frattempo quanti soldini potrebbe aver guadagnato il sito con i suoi banner pubblicitari? Eh già…

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.