BUFALA Trovata sirena a Otranto. Foto Esclusive.

bufala-sirena-otranto-site

Ogni anno, ogni santissimo anno ricompare questa bufala della sirena ritrovata morta in qualche spiaggia in giro per il mondo. In passato si parlava di Lampedusa, del Pakistan, poi ancora del Mar Nero, ma questa volta il Fatto QuotiDAINO la ripropone a Otranto ed è nuovamente virale!

Incredibile ritrovamento nella città pugliese di Otranto. L’altra mattina, infatti, un gruppo di bagnanti ha casualmente trovato una sirena, un corpo da donna con busto di pesce, una cosa mai vista nella storia dell’umanità, eppure oggi è realtà. “Sono ancora scandalizzato” dice il bagnante Michele Maranzi, residente nella piccola cittadina pugliese “ho visto questo strano essere arrivare sulla costa, a una velocità molto alta, poi, a un certo punto, arenarsi sulla spiaggia, creando il panico fra la gente”. I veterinari della città sono subito intervenuti, ovviamente sul posto sono corsi anche i ricercatori di molte università italiane, per l’episodio c’è molta curiosità e molta attenzione. Domattina, sono attesi anche i colleghi francesi dell’università di Marseglia.

fty

Si tratta della prima volta nella storia che un animale di questo tipo e con queste caratteristiche viene rilevato sulle nostre cose. Il ricercatore Alfonso Galla, a capo del team di ricerca sulla sirena ritrovata, dice poche e essenziali parole: “Se dovessi dire di crederci, senza aver visto una simile creatura sarei scettico al massimo. Ma ho visto tutto con i miei occhi, sono giunto sulla spiaggia e ho fatto tutto da solo, se me l’avessero raccontato non ci avrei mai creduto. Credo sia il ritrovamento più importante di sempre per la nostra storia. Quello che fino a ieri credevamo essere frutto della fantasia umana è oggi realtà. Che spettacolo la natura.” E adesso date uno sguardo profondo alle foto del ritrovamento. Voi cosa ne pensate? Siamo di fronte a un bivio nella nostra storia.

Utonti che l’hanno condivisa? Un buon numero, viste le condivisioni: oltre 2000.

Le immagini si rifanno agli effetti speciali del film “I pirati dei Caraibi“. Ecco il video della preparazione:

 

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • Signor Carunchio

    Qualcuno avvisi Tatiana Basilio, prima che le scappi l’interrogazione parlamentare…