BUFALA Ritrovamento incredibile a Catanzaro: ritrovata astronave aliena

bufala-astronave-catanzaro-sito

Circola dal 5 giugno 2016 la presunta notizia secondo cui sarebbe stata ritrovata un’astronave aliena a Catanzaro:

Incredibile ritrovamento in Calabria, precisamente a Catanzaro. Il cacciatore Alvaro Porfido, uomo 45enne impiegato in regione, ha trovato, in un bosco di provincia, una struttura aliena.

“Non potevo credere ai miei occhi” commenta l’uomo “quell’immagine ha sconvolto me e il mio cane Buck”. Secondo le parole del signore, il cane avrebbe cominciato ad abbaiare, dopo aver avvertito una puzza di metallo bruciato “Buck, il mio fedele cane da caccia, mi ha condotto spontaneamente nel luogo del ritrovamento. Inizialmente ho pensato potesse trattarsi di un’auto, finita lì non so come, ma poi non ho potuto negare l’evidenza: quella macchina non appartiene alla civiltà umana, dev’essere successo qualcosa di grosso, qualcosa di strano”.

Le frasi del Porfido lasciano senza dubbio, ci troviamo di fronte a un atterraggio alieno nella zona di Catanzaro, atterraggio finito male, anche secondo quanto riportato dal noto ufologo Antonello Gyiordana, da sempre sul pezzo su eventuali ritrovamenti: “Trattasi assolutamente di astronave” spiega lo studioso “E non potrebbe essere altrimenti, credo sia, come dice ad intuito il cacciatore, un atterraggio finito male. Vedete, gli extra-terrestri, hanno da sempre preferito le zone nascoste, le zone periferiche di campagna, i cerchi nel grano altro non sono che una mappatura sul nostro pianeta. In questo caso, dev’esserci stato un atterraggio di emergenza, un guasto, non so. Sono sicuro che nelle prossime ore ci sarà qualche avvistamento alieno a terra”.

L’astronave infatti era vuota, ricoperta all’interno da una strana scia gelatinosa, segno di distinzione della razza extra-terrestre. Chissà dove ora si saranno cacciati i due esseri alieni, quello che è certo è che la storia sembra non essere finita qua. Probabilmente nelle prossime ore saremo in grado di saperne di più.

La bufala, perché di questo si tratta, venne diffusa inizialmente dal sito “Il Fatto QuotiDAINO“, seguito e copiato successivamente da La Nozione e da Segretodistato.com.

Conosciamo bene Il Fatto QuotiDAINO, un sito che si ritiene “satirico”, così come sappiamo benissimo che non è per niente attendibile, tuttavia è sempre utile capire l’origine di certe bufale e dei loro contenuti, come ad esempio la foto pubblicata nello stesso sito che presenta un nome file molto curioso:

cisidiverteconildebunking

http://www.ilfattoquotidaino.it/wp-content/uploads/2016/06/cisidiverteconildebunking.jpg

Già, il file della fotografia pubblicata da Il Fatto QuotiDAINO si chiama proprio “ci si diverte con il debunking”. Simpatico, devo ammetterlo! Ora però spiego di cosa si tratta.

La presunta astronave è in realtà una scultura situata presso il piccolo aeroporto americano di Vashon (King County, Washington):

Una foto con l'erba tagliata
Una foto con l’erba tagliata

La statua, singolare ed evidente, col tempo si è ovviamente arrugginita (e questo portò qualche critica nei confronti degli ideatori).

Nel 2013 qualcuno si divertì a creare questo simpatico video:

Niente astronavi aliene questa volta, solo una scultura.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.