BUFALA Rimane trafitto, albanese scavalca recinzione villa per rubare, è grave

bufala-albanese-trafitto-mentre-rubava-sito

Questa mattina il sito Gazzetta24 pubblica un articolo diventato virale (oltre 1500 condivisioni Facebook) dal titolo “Rimane trafitto, albanese scavalca recinzione villa per rubare, è grave“:

uomo-palo

MAGENTA: nella scorsa notte, A.F. cittadino Albanese irregolare e già noto alle forze dell’ordine, ha tentato di scavalcare una recinzione di una villa di proprietà di un noto industriale. La villa si trova in zona Cascina Preloreto, qui abita l’industriale con la famiglia. Al momento del tentato furto l’industriale era in casa con la moglie e le due figlie di 8 e 12 anni.

L’Albanese ha raggiunto la villa assieme a dei complici che sono fuggiti dopo l’incidente. Mentre stavano scavalcando la recinzione in ferro battuto, provvista di punzoni nella parte superiore, l’uomo è, molto probabilmente, scivolato rimanendo trafitto. I complici lo hanno abbandonato e si sono dati alla fuga.

L’industriale ha sentito le urla e la richiesta d’aiuto, affacciatosi alla finestra, ha visto la scena raccapricciante e ha immediatamente allertato i soccorsi. I vigili del fuoco hanno lavorato dalle 02,15 alle 4,30 per liberare l’uomo e poterlo consegnare ai militi della pubblica assistenza. Pare che l’uomo abbia un polmone bucato, le sue condizioni sono critiche, ma a parere dei medici non è in pericolo di vita.

Indagini sono in corso per rintracciare i complici dell’uomo.

La fonte? Il sito fogna Gazzetta della Sera e il suo articolo del 28 novembre 2015, il quale riporta una storia completamente falsa e inventata.

A far chiarezza fu all’epoca il nostro sito amico Protezionehoax con la seguente sbufalata:

Se si effettua una ricerca su ANSA Lombardia non si trova alcuna notizia. In realtà la foto si riferisce ad un incidente avvenuto nel 2009 a Darlington, in Gran Bretagna, a un uomo di 39 anni che è stato trafitto da un palo mentre era alla guida del suo camion. Come riporta il Daily Mirror, il camionista aveva appena rifornito di legname una zona industriale, quando, di ritorno alla sede lavorativa, un ostacolo è fuoriuscito da alcuni cespugli trafiggendo il vetro anteriore dell’abitacolo e poi la sua spalla. Nonostante il grosso trauma fisico, l’uomo è riuscito chiamare i colleghi e avvertire dell’incidente.

L’intento dei siti web come Gazzetta24 e Gazzetta della Sera non è quello di informare l’utente, ma quello di sfruttarne la sua credulità al fine di monetizzare con i banner pubblicitari e senza farsi tanti scrupoli sfruttando la disgrazia avvenuta ad un’altra persona.

A proposito, Gazzetta24 è legata alla pagina Facebook Catena Umana, dove possiamo vedere qualche “allegro commento”:

Il disagio è elevato
Il disagio è elevato

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.