Brexit: Enrico Letta smonta la teoria giovani pro Europa contro vecchi anti Europa?

disinformazione-letta-tweet-brexit-giovani-vecchi-sito

Il 25 giugno 2016, alle ore 19:14, Enrico Letta dal proprio account Twitter pubblica la seguente analisi:

tweet-enrico-letta-brexit

Una chiave per capire voto per #Brexit?Tra gli elettori nella fascia 18-24 ha votato solo il 36%,tra quelli sopra i 65 anni ha votato l’83!

Testate giornalistiche come Huffingtonpost e Il Giornale pubblicano articoli dove si sostiene che Enrico Letta, attraverso questo tweet, abbia smontato la teoria “giovani pro Europa contro vecchi anti Europa”. Facciamo un passo indietro.

Il 24 giugno 2016 un tweet di Ben Riley-Smith contenente i risultati di un sondaggio pubblicato da Yougov.co.uk diventò estremamente virale per il suo contenuto:

HOW AGES VOTED
(YouGov poll)
18-24: 75% Remain
25-49: 56% Remain
50-64: 44% Remain
65+: 39% Remain
#EUref

Il tweet era stato riportato anche nella nostra pagina Facebook in seguito ad alcune richieste di utenti che ci domandavano se il voto era segreto oppure no.

tweet-sondaggio-yougov

Come fanno a saperlo? Come fanno a sapere l’età dei votanti? Il voto non era segreto? Nessun “controllo” del voto. Si tratta di un sondaggio Yougov.co.uk

Il sondaggio di Yougov riportava soltanto un dato, ossia la percentuale dei voti a favore del Remain per fascia di età, nulla di più, purtroppo lo stesso venne interpretato come un dato definitivo per sostenere la teoria che gli anziani hanno deciso per i giovani. I dati riportati da Enrico Letta sono probabilmente quelli riportati da un altro sondaggio, ma quale? Lui stesso aveva condiviso la sua “fonte” alle ore 18:22:

Il retweet di Enrico Letta con i dati da lui citati successivamente
Il retweet di Enrico Letta con i dati da lui citati successivamente

Da questo retweet notiamo che i dati sarebbero stati elaborati da SkyData. Ecco il tweet del 25 giugno 2016 delle 15:45.

tweet-sky-data-brexit

% who got through our final #EUref poll turnout filter by age group:

18-24: 36%
25-34: 58%
35-44: 72%
45-54: 75%
55-64: 81%
65+: 83%

Tuttavia lo stesso account Twitter SkyData pubblica un tweet successivo, alle 15:48, dove spiega da dove vengono i dati: non da loro, ma dalle elezioni del 2015.

tweet-sky-data-brexit-ge2015

Based on 9+/10 certainty to vote, usually/always votes, voted/ineligible at  GE2015

Possibile che nessuno dei giornalisti italiani si sia reso conto di quel tweet e si siano soffermati soltanto al principale? Ad esempio, il 26 giugno, Il Post pubblica un articolo dal titolo “L’affluenza tra i giovani al referendum su Brexit“:

Ieri, però, un sondaggio realizzato da Sky News ha mostrato un altro aspetto di questa questione: quello dell’affluenza nelle diverse fasce d’età.

[…]

In particolare, qualcuno ha notato un elemento strano nel sondaggio di Sky News sull’affluenza: l’affluenza generale al referendum su Brexit è stata superiore a quella delle elezioni politiche del 2015 nel Regno Unito. Allora, ad esempio, votò il 78 per cento degli over 65, e il 54 per cento della fascia 25-34 anni, contro, rispettivamente, l’83 per cento e il 58 per cento al referendum. L’unica fascia la cui partecipazione sembra essere calata, almeno secondo il sondaggio di Sky News, è proprio quella 18-24: nel 2015 l’affluenza fu del 43 per cento, contro il 36 per cento di quella al referendum.

Il Post riporta un link al sito Ipsos-mori.com riportante i dati delle elezioni politiche del 2015 che evidenziano il dato del 43% dei votanti in età compresa tra i 18 e i 24 anni:

dati-elezioni-uk-2015

Patterns of turnout remain relatively unchanged, with concerning implications for the future of democratic engagement.  There appears to be no significant increase in turnout among young people, with 18-24s almost half as likely to vote as those aged 65% (43% vs 78%; in 2010 estimated turnout for 18-24s was 44%).  Similarly, turnout remains lower among the working classes, renters, and BME communities.

La domanda sorge spontanea: Sky Data come ha calcolato le percentuali dei votanti tra i 18 e i 24 anni al 36% se si basava sui dati del 2015 che erano al 43%? Questo Sky Data non lo spiega. Non mi piace diffondere teorie, preferisco avere dati alla mano, ma se dovessi rispondere alla domanda potrei supporre che Sky Data abbia considerato che parte dei 24enni nel 2016 abbia compiuto i 25 anni. Resta il fatto che si sono fondati su dati del 2015, dati del passato riguardanti una tipologia di voto (le Elezioni generali nel Regno Unito) diversa da quella referendaria.

Seppur si tratta di sondaggi, sarebbe stato meglio considerarne uno attuale.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • lucasofri

    Di sicuro noi non abbiamo approfondito a sufficienza da dove venissero i dati del tweet di SkyData: dopo che ieri abbiamo rivisto più attentamente la questione, non ne siamo venuti a capo. E del tweet successivo scopro ora, grazie a te. Non avremmo dovuto basarci solo su quel tweet generico. Provvediamo a integrare.