Vaccini: attenzione alla meningite da meningococco, non ascoltate i somari

vaccini-bimbi

Riporto l’intervento del nostro amico Roberto Burioni, persona titolata a parlare di medicina e vaccini: professore presso Università Vita-Salute San Raffaele, professore Ordinario di Microbiologia e Virologia, dottore di Ricerca in Scienze Microbiologiche e specialista in Immunologia Clinica ed Allergologia.

Meningicocco di tipo C: il vaccino è sicuro ed efficace

Rispondendo a innumerevoli mail private (ri) parliamo di meningite da meningococco causata dal batterio di tipo C.

I risultati ottenuti in Inghilterra e Galles
I risultati ottenuti in Inghilterra e Galles

La malattia causata dal meningococco di tipo C è molto grave, specie nei bambini molto piccoli e drammaticamente nel primo anno di vita; meno negli adulti e negli anziani. Dal punto di vista microbiologico e immunologico è una infezione molto strana, in quanto un numero non trascurabile di persone sane ha questo batterio nella gola, e per qualche motivo che spesso non comprendiamo in alcuni passa nelle meningi dando per l’appunto la meningite. La recente epidemia in Toscana è stata dovuta proprio a questo germe, che ha causato in questa regione 43 casi di cui 10 mortali. In Italia questo batterio (tipo C) nel 2014 è stato responsabile del 31% delle meningiti, superato dal tipo B (di cui presto parleremo) che ne ha causato il 48%. Come vedete insieme fanno quasi l’80%.

Il vaccino che è disponibile è sicuro ed efficace e protegge benissimo i bambini, anche quelli più piccoli (i vaccini precedenti non ci riuscivano, ed era un guaio perché sono quelli più a rischio); però pare che la vaccinazione non dia una protezione a lungo termine in tutti i pazienti, per cui è consigliabile fare un richiamo se ci si trova in una situazione a rischio. Il vaccino contiene solamente alcuni componenti del batterio. Non contiente mercurio (per fare contenti gli antivaccinisti) e come molti vaccini contiene dell’alluminio che serve a stimolare e a potenziare in tutta sicurezza la risposta immune.

Alluminio
Alluminio? Nessun problema!

Nonostante i ragli di alcuni somari di campagna che evidentemente privilegiano lo scrivere scemenze su facebook rispetto allo studiare, l’alluminio non è tossico per il sistema nervoso centrale, come dimostrato da centinaia di studi scientifici condotti negli ultimi 70 anni. In particolare riguardo a questa vaccinazione negli UK è stato confermato che l’unico problema è l’anafilassi, con un’incidenza di un caso su un milione, sempre senza gravi conseguenze.

Un elemento di cruciale importanza è il fatto che questo vaccino, con modalità che non conosciamo bene, induce una efficace immunità di gregge , come si è visto chiaramente nel paese che per primo lo ha utilizzato in maniera estesa (Regno Unito). Quindi se tutti i bimbi si vaccinano nella comunità vaccinata diminuiscono i portatori e il batterio circola di meno, proteggendo anche chi magari con il tempo ha visto svanire l’immunità.

Dunque, se non esistono controindicazioni, è opportuno seguire il consiglio dei pediatri e vaccinare contro la meningite C tutti i bambini senza ritardare le immunizzazioni, in quanto il maggior pericolo è proprio quando sono molto piccoli. Vaccinandoli i genitori non solo proteggeranno i loro figli, ma si proteggeranno loro stessi – non più immuni se vaccinati, o mai immuni se non vaccinati – grazie all’immunità di gregge indotta dalla vaccinazione dei bimbi.
La fantastica immunità di gregge, quella che per gli antivaccinisti non esiste.

Testo di:

Roberto Burioni
Professore presso Università Vita-Salute San Raffaele
Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia
Dottore di Ricerca in Scienze Microbiologiche
Specialista in Immunologia Clinica ed Allergologia

Fonti utili:

  • Herd immunity from meningococcal serogroup C conjugate vaccination in England: database analysis BMJ 2003;326:365
  • Meningococcal vaccines and herd immunity: lessons learned from serogroup C conjugate vaccination programs.Expert Rev Vaccines. 2009 Jul;8(7):851-61
  • Increased incidence of invasive meningococcal disease of serogroup C / clonal complex 11, Tuscany, Italy, 2015 to 2016 Eurosurveillance, Volume 21, Issue 12, 24 March 2016
  • Mechanism of immunopotentiation and safety of aluminum adjuvants Front Immunol. 2013 Jan 10;3:406.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.