Le Straker-Analisi, cronaca di un feuilletton comico e beffardo

complotti-rosario-marciano-piccolo-chimico

Ci siamo. La lunga ed appassionante commedia delle analisi è giunta ad una degna conclusione. Ma rispetto alle altre farse, ed alle opere buffe, la novità consiste nell’esser questa la farsa più farsa, la più buffa delle buffe: un concentrato di spigliatezza, destrezza, estro, ‘eleganza’, sicurezza tanto più certa quanto più spinta, forza, violenza comica, fantasia e stile.

Ecco il riassunto di una stagione di annunci, inattendibili proclami e panzane.

Lo show è cominciato, precisamente, il 10 aprile 2016 quando il nostro ricercatore indipendente (ma dipendente dagli oboli altrui), consapevole di aver ormai intrapreso la sua parabola discendente, comunica dalla sua cameretta, attraverso il ‘megafono’ di Facebook, di essere venuto in possesso di alcuni campioni di carburante avio per uso civile grazie ad un non meglio identificato ‘insaider’ e di essere intenzionato a sottoporli ad analisi. Campioni che, a quanto pare, risulterebbero essere stati prelevati il giorno 11 ed il giorno 20 marzo (quindi un mese prima dell’annuncio), opportunamente, meticolosamente e diligentemente conservati in barattoli di sottaceti. Sì…. proprio quelli con il tappo in alluminio. Decisamente la più opportuna  e corretta procedura di campionamento dei reperti fonte di prova.

 

1A
L’annuncio dei campioni

 

Le regole scientifiche, però, non costituiscono un baluardo insormontabile per il ‘geometer’. Il problema è un altro…perché far analizzare, presso un laboratorio certificato, il contenuto dei due barattoli costa ‘soltanto’ 1.080 EURO….

L’ E GREAT SURVIVOR, nel buio della sua cameretta, pondera la migliore soluzione e decide per il più classico degli espedienti: la coscienziosa questua, mascherata da autorevole RACCOLTA FONDI! Ed ecco che il giorno seguente, con un messaggio di priorità alfa, l’uomo del telemetro chiama a raccolta tutti i fan al fine di finanziare l’importante ricerca scientifica.

 

1
La raccolta fondi

 

Neanche il tempo di apparecchiare l’altare per l’offertorio che, il giorno seguente, il ‘piccolo chimico’ annuncia trionfalmente di essere riuscito a raccogliere la somma necessaria per liquidare il misterioso laboratorio di analisi. Qualche giorno dopo, invece, è prontissimo a rendere noto che i campioni sono giunti a destinazione…senza, ovviamente, mostrare alcun documento che possa attestare l’effettiva accettazione degli stessi. Nessun problema…. GARANTISCE LUI.

 

3
Rosario garantisce!

 

Ora la parte più complicata…. “ingannare l’attesa” dei fan, desiderosi di conoscere l’esito delle analisi.
Parte l’Allegro in La maggiore di Pietro Domenico Paradisi e con esso l’Intervallo (utilizzato dalla RAI nei vuoti di programmazione) con la classica sequenza di tediosi post in successione che fungono da jolly o, ancor peggio, da ansiolitico: “IL COMPLOTTO DI CHERNOBYL”, “IL LEGAME TRA IL FRACKING E L’AUMENTO DEI TERREMOTI”, “SAMANTHA CRISTOFORETTI E LA TRUFFA DELLE MISSIONI SPAZIALI”, “ancora il FOLS FLEG di BRUXELLES”, “IL LITIO NELLE SCIE CHIMICHE”, “L’ALLUMINIO KILLER FRENA LA CRESCITA DELLE PIANTE”, “LA MAGNETOSFERA COLLASSA PER DUE ORE!”, “AEREO DI LINEA SI SCONTRA IN VOLO CON UN U.F.O.”, “H.A.A.R.P.”.

Nel mentre, precisamente l’11 maggio, Rosario ci mette a conoscenza del fatto che il laboratorio ha completato le “analisi” ma che bisognerà ancora avere pazienza perché il rapporto è molto “lungo e complesso” e richiede “molto lavoro”.

 

intervallo
L’intervallo

 

Passano i giorni, le attenuanti iniziano a scarseggiare, i fan cominciano a gorgogliare. I post civetta non sono più sufficienti a satollare i finanziatori della ricerca ‘scientifica’.
La frenetica indagine di un plausibile, convincente, rapporto arriva ad un assodato punto morto. Fino a quando il geometer, messo alle strette, è costretto ad sventolare la più classica delle ‘UAIT FLEG’.

 

attesa
I fan iniziano a pressare

 

Anche in questo caso, però, Rosario finisce per roteare magistralmente la frittata e passare, ancora una volta, per la vittima sacrificale. Per la Beatificazione di un ‘martire’, difatti, non serve il miracolo: viene riconosciuto il martirio.

 

fuel

 

Come volevasi dimostrare: nondum matura est, nolo acerbam sumere.

Il fantomatico rapporto ‘Pelican’ appare SCARNO e INCONCLUDENTE. Strakkino si scaglia, seguendo un copione ormai consueto e già sperimentato, contro i negazionisti di regime colpevoli, a suo dire, di aver intercettato e boicottato l’oneroso esperimento, “….per cui è legittimo pensare che il tecnico sia stato in qualche modo persuaso a fornirci risultati anodinie (Sic!), di conseguenza, inservibili….”.

Questa volta, però, serve più di una semplice “giustificazione scolastica firmata dai genitori”. I finanziatori pretendono la verità….ovviamente di parte. Rosario, a questo punto, sveste i panni del geometer per indossare quelli di Antoine-Laurent de Lavoisier:

….non si spiegano nemmeno il peso specifico e colore differenti nei due campioni (il campione giallino pesa di più)…. Tra l’altro per conto nostro, in queste settimane, abbiamo sottoposto i due campioni ad una serie di reagenti, disponibili in commercio e realizzati allo scopo di rilevare la presenza di metalli e non metalli in diversi liquidi. Nelle reazioni chimiche si è giunti all’identificazione di una serie di metalli e metalloidi. Tra questi Mercurio (Hg), Cobalto (Co), Cadmio (Cd), Manganese (Mn), Nichel (Ni), Rame (Cu). Ci domandiamo come sia possibile che un approfondito test spettroscopico non abbia rilevato la presenza di questi elementi che, tra l’altro, sono presenti in tutte le analisi delle acque piovane di questi ultimi anni. Da dove arrivano, se non dagli aerei?….

Al fine di rappresentare più suadente la sua teoria si rende protagonista di un esilarante video (di seguito nella versione rivista e corretta dall’incontenibile staff di Ipotesi con Brodo) autoprodotto durante il quale, senza rispettare la benché minima regola scientifica e quali precauzioni prendere per eseguire un lavoro corretto, tenta di dimostrare che il rapporto di analisi non è attendibile in quanto “… un peso differente indica una composizione diversa…”.

 

show

 

Vi suggeriamo la visione del video risposta della pagina Facebook “Ipotesi Con Brodo“.

 

In soccorso della sacrosanta obiettività, finalmente, arriva l’utente Mastrociliegia che, sulle pagine del blog Strakerenemy, smaschera il videogioco di prestigio del geometer:

“In un filmatino, vorrebbe dimostrare che il diverso peso specifico (più correttamete si dovrebbe parlare di “densità”, ma sorvoliamo su queste finezze) indica una differenza di composizione.
Dice/fa due puttanate, e non so quale sia la più grande.
Pesa i due campioni in due tubi differenti e poi li ripesa in due beute, mostrando che i pesi non sono uguali.
Il campione messo nel tubo posato a destra pesa 27.69g, quello a sinistra 28.13, con una differenza di 0.44 g.
Ovviamente non solo non c’è alcuna garanzia che il livello sia esattamete lo stesso (il traguardo è dato da una tacca a pennerello) né che il diametro della provetta sia lo stesso per entrambe.
Ma la cosa peggiore è che non è dato sapere se la tara, cioè il peso della provetta vuota + il tappo + l’etichetta sia esattamente lo stesso per entrambe i tubi. Basta che lo spessore del vetro, o del tappo sia leggermente differente e la pesata perde di significato.
Ho provato a pesare tre provette (di pari formato) che avevo sottomano, e sono risultate di 11.19, 10.97 e 11.05 grammi. Solo come “vetro” ci possono essere, quindi, 0.21 g di differenza (e solo su un campione di tre!).

Quando sono travasati nelle beute, i pesi sono rispettivamente di 84.34 e 82.12 . Notare, prego, cheil campione che era il più leggero ora è quello che pesa di più, e che la differenza di peso, che era di 0.44g, è salita a 2.22 grammi ! E questa differenza rimane anche se, inavvertitamente, si fossero scambiati i campioni.

Questo dimostra quanto il discorso di straker sia assolutamente privo di significato, e che il soggetto non abbia neanche la minima idea su come operare, e quali precauzioni prendere per fare un lavoro corretto.
Certo che “lavoro” e “correttezza” sono due parole che, con straker, non hanno assolutamente nulla a che vedere. Neanche alla lontana”.

L’ E GREAT SURVIVOR, però, non demorde e, dopo un consulto con il suo ‘team scientifico’, afferma di essere in grado di eseguire personalmente, nel buio della cameretta, ulteriori analisi tramite reagenti chimici ed attraverso un kit specifico.

Qualsiasi cosa tu abbia in mente… cerca di far presto Rosario… La sabbia della clessidra sta finendo e qualche tuo fan mostra i primi sintomi di ‘risveglio’. Oltre, però, ai ‘fogli che gli sarebbero stati consegnati dal laboratorio‘, se fossi nei panni di qualche ingenuo finanziatore chiederei di visionare la fattura.

 

campore

ANGOLO IRONICO by NWO

Rosario, però, non immagina che il kit specifico ordinato online su Amazon (il medesimo portale dove acquistò il celeberrimo termometro laser) è stato già intercettato, controllato, leso dai nostri agenti e che orgogliosamente, in anteprima, vi mostriamo.

 

kit

 

“Il giuoco virtuosistico della farsa e del buffo, quanto più è spinto e trasmoda, tanto più Rossini lì s’impegna, cala a piombo, rapisce e trasporta con il suo ridente ed esatto furore. Chi non ride, e resta freddo e riservato, sarà una seria e degnissima persona, ma da compiangere”. (cit. L’Italiana in Algeri)

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri 43 anni, di Lanciano (Ch), esperto in Meteorologia, Clima, Scienze Naturali. Negli ultimi anni ho detto NO alla bufala delle cosiddette Scie Chimiche. Socio Cicap. Socio Associazione Bernacca. Mi sorprende non poco l’insolenza con la quale si sfida la Scienza, quella vera. La Scienza ha delle regole precise. Cinque per cinque fa venticinque e se i 'complottari' sostengono che il risultato invece è 30 devono dimostrarlo.
  • Nico Murdock

    D’altronde è un estimatore della “dottoressa” Staninger, quella che scopre il morgellons con il microscopio giocattolo…

    • Angelo Ruggieri

      Nico….Secondo me avranno attivato un codice promozionale su Amazon con il quale sbizzarrirsi ed acquistare apparecchiature low cost ma, al tempo stesso, sempre più sofisticate!

  • Un bischero

    No davvero, fa-vo-lo-so! Mai mi sarei aspettato tanta meraviglia! “Garantisco io”. Il paladino della verità che nega i documenti. Tragicomico 🙂

  • L’Idiota Zen

    Dai ragazzi, lo sapevamo tutti. Chiunque conosca i cazzari terrazzinati sa di che pasta son fatti, due cialtroni spiantati e pure decisamente ignoranti e limitati, due cinquantenni rinchiusi nelle loro camerette d’infanzia nella casa dei genitori.
    Potrei andare avanti a scrivere per ore e non aggiungerei nulla a ciò che già conosciamo.

    Comunque io non credo proprio che abbia raccolto mille euro e i quattro soldi che ha tirato su se li è ovviamente mangiati alla facciazza di quei tre polli che alla fine della fiera son pure messi peggio di lui. (Che ha pure comprato provette e bilancino, con il primo ventino raccolto)

    • Elia Marin

      Comunque anche fosse entrato in possesso di un set per test chimici seri, con la preparazione che ha mostrato con la questione dei pesi delle provette possiamo comunque ragionevolmente supporre che riuscirà a farsi saltare in aria.

    • Signor Carunchio

      Sarò politicamente scorretto, ma ogni volta che vedo strakkino ripenso a quello che dovevano essere i Freak Show di fine ottocento – primi novecento.
      Lo immagino al posto di Cleopatra (Olga Baclanova), nel film di Tod Robbins.
      “Gooble goble, Gooble goble…”

    • Ander Elessedil

      Ecco, anch’io dubito fortemente che li abbia raccolti quei 1000€.
      Però mi perplime il fatto che la colletta sia durata solo un giorno.

      • L’Idiota Zen

        Per dare uno schiaffo morale ai debunkersss, magari ha raccolto quelle 10/12 donazioni da 50€ o più e bastavano alla bisogna.
        Faccio solo delle ipotesi, sia chiaro.

      • Elia Marin

        Te li ho già dati i 100 punti per “perplime”?

        • Ander Elessedil

          Non mi pare. Cosa vinco?

          (mai letto Topolino? Io credo di averlo preso da lì)

          • Elia Marin

            Ogni 1000 punti vinci una telemetria laser da Marcianò. Letto topolino, ma sono un appassionato di termini vetusti.

  • Elia Marin

    Terribile, sei stato ingenuo. Il prossimo step (proposto dai suoi stessi sostenitori) è l’acquisto di uno strumento di analisi (quindi almeno 20 mila euro di offerte).

    • Un bischero

      Oddio, “solo” 20k per un gascromatografo o uno spettrografo? Dove si comprano a quel prezzo che li rivendo alle università?

      • Elia Marin

        Bischero, come mi suoni vetusto se usi il termine “spettrografo”, mi immagino una foto di te in tinte seppia con monocolo e tuba di fronte ad uno strumento di inizio secolo scorso 😛

        Stai contando il rincaro del 300% sul listino, il famoso “prezzo speciale” per le università, vero? Comunque si, sono prezzi un po’ bassi, ma in linea con un “entry level” portatile, quindi quello che racconterebbe di comprare il nostro nato strakko, qualcosa tipo della Stellarnet (brrrr).

        • Un bischero

          hahaha grazie per imamginarmi con la tuba 😀 non sono del settore e si vede 😉

          Comunque se hanno intercettato le analisi di laboratorio, se mai comprsse un gascromatografo sicuramente gli mandarebbero uno strumento anch’esso intercettato e ricalibrato in modo “opportuno” 😀

          • Elia Marin

            Hai presente quando Lord Casco di Balle Spaziali fissa la macchina del caffè al posto del radar? Ecco, lo voglio immaginare così

          • Un bischero

            “E questo voi lo chiamate radar!?” “No signore, questo lo chiamiamo Mr. Coffee!”

  • Un bischero

    Fantastico, c’è pure la lista dei donatori http://www.tanker-enemy.com/Analisi/jetfuel-campaign-elenco-donatori.txt

    Stando alla lista c’è gente che è stata davvero molto generosa.

    Stefano Tarocco: 5,00
    Kristian Baiano: 0,20 + 0,15
    Antonello Gargiulo: 5,00
    Antonio Caccavaro: 10,00
    Davide Ardelio: 100,00
    Tommaso Minniti: 30,00
    Stefano Impilli: 20,00
    Massimiliano Murtas: 65,00
    Stefano romanini: 10,00
    Stefano Manziotti: 10,00
    Giovanni Costantino (bonifico da inviare)
    Michele Fasciolo: 50,00
    Mario Principe (bonifico da inviare)
    Stefano Manziotti: 10,00
    Alessio Chelotti: 10,00
    Arianna Belusini: 20,00
    Cristina Palaia: 10,00
    Margherita Rancura: 50,00
    Monica Tintori: 5,00
    Marisa Butti: 50,00
    Emilio Venir: 10,00
    Matteo Salvati: 6,70
    Michela Principe: 10,00
    Dumanghin Magnola (bonifico da inviare)
    Siracuse Naaim (bonifico da inviare)
    Edmondo Leone: 10,00
    Giuseppe Musolino: 5,00
    Alessandro Martino (bonifico da inviare)
    Tiziana Vicino (bonifico da inviare)
    MAURO PAOLUCCI: 5,00
    CRISTIAN MARTINIS: 5,00
    Antonella Musarra (bonifico da inviare)
    Vincenzo Sorrentino (bonifico da inviare)
    Time Out Italia srl: 5,00
    Giuseppe Cappelli: 5,00
    Silvana Bianchi (bonifico da inviare)
    Moreno Morselli: 10,00
    Carlo Sangiorgi: 5,00
    Francesco Reginato: 50,00
    Lorenzo Crovetto: 5,00
    Salvatore Mandarà: 10,00
    Elena Santi: 20,00
    Samantha Semprini (bonifico da inviare)
    Gianni Luca Ventura (bonifico da inviare)
    Luciano Francia: 2,00
    Giovanni Costantino: 18,00
    Time Out Italia Srl: 5,00
    Steven Muccini: 5,00
    Giovanni Luca Mundula: 10,00
    Marco Ralletti: 10,00
    Andrea Nanni: 2,00
    Alessandro Di Benedetti: 20,00
    Elios Vojo: 30,00
    Marco Ambrosetti: 55,00
    Paolo Berton: 10,00
    Esposto Filippo: 20,00
    Franncesco Reginato: 50,00
    Lorenzo Crovetto: 5,00
    Marco Vitali: 25,00
    Maurizio Romeo: 50,00
    Cristian Lucchini (bonifico da inviare)
    Monica Tessa: 40,00
    Simone Salvati: 3,42
    SILVIA FILIPPI: 5,00
    hemingway sas: 10,00
    Pasquale Sallustio: 10,00
    Gabriele Sacchi: 10,00
    Michele Fasciolo: 50,00
    ANDREA VENTURA: 50,00
    Andrea Ucchino: 4,50
    Maria Grazia Fornari: 50,00
    Gabriele Cannas: 10,00
    Andrea Proserpi: 50,00
    Carlo Cannas: 10,69
    Valerio Tecchio: 20,00
    Luca Giovannetti: 5,00
    Filippo Mattiello: 25,00
    Alessandro Martino (bonifico da inviare)
    Luca Giovannetti: 5,00
    Dyam Poortman: 5,00
    Domenico Ghirardi: 26,00
    Davide Archenti: 100,00

    • Angelo Ruggieri

      Finanziatori UNITEVI! Pretendete di visionare la FATTURA che il Laboratorio deve aver rilasciato obbligatoriamente a Marcianò! #escilafattura

      • Un bischero

        Non credo ci voglia molto per preparare una falsa fattura… Da gente che mente, non puoi aspettarti la verità.

    • Ma e’ fantastico! Ci sono anche Salvo Mandara’ e Tommix 😀
      Che teneri, si danno pure una mano a vicenda 🙂

    • Signor Carunchio

      Ma i (suppongo) fratelli Matteo e Simone Salvati, che hanno pagato la mazzetta in due tranches da 6,70 e 3,42 euro?

  • Longa Climb

    Un laboratorio rilascia per lo meno una ricevuta, ma no, nisba, non c’è neanche quella, è il solito ballista fanfarone raccattasoldi

  • Elia Marin

    Ma noi, chi ESEM?