Le proteste francesi e lo striscione bufala “Nous ne ferons pas la fin de l’Italie”

bufala-striscione-francia-italia-site

Per chi ritiene che i media non abbiano dato spazio ai disordini francesi ecco altri articoli e foto che dimostrano il contrario, con una piccola sorpresa.

Articolo di Repubblica.it del marzo 2016
Articolo di Repubblica.it del marzo 2016

Correva il giorno 31 marzo 2016 quando su Repubblica.it veniva pubblicata la seguente immagine:

Manifestazioni Parigi
Manifestazioni Parigi

Ora, consapevoli della data di pubblicazione di suddetta foto con lo striscione “Non a la casse du code travail” passiamo ad un articolo del 26 maggio 2016 pubblicato da Ilsussidiario.net dal titolo “GEO-POLITICA/ La strategia dietro i brogli elettorali in Austria” dove leggiamo quanto segue:

Sapete qual è uno degli slogan più frequenti tra gli scioperanti francesi, sentito con le mie orecchie a France2? Nous ne ferons pas la fin de l’Italie, non faremo la fine dell’Italia. Perché siamo ridotti male? Certamente non siamo messi bene, ma, forse, anche perché abbiamo dei sindacati capaci solo di difendere le rendite di posizione e i privilegi di chi non fa nulla dalla sera alla mattina, mentre i diritti dei lavoratori veri vengono calpestati allegramente, salvo minacciare un’oretta di sciopero, magari al venerdì.

Veniamo, infine, al post pubblicato stamane alle 10:11 da Stefano Checchi del sindacato USB di Firenze:

Il fotomontaggio pubblicato su Facebook
Il fotomontaggio pubblicato su Facebook

Non ci vuole tanto per capire che si tratta di un fotomontaggio visto la cronologia degli eventi. Qualcuno si sarebbe preso la briga di prelevare quella frase online (reperibile al momento solo da Ilsussidiario.net) e inserirla al posto della scritta “Non a la casse du code travail” dello striscione originale (scrivendo pure male la parola “fin” con la “e” finale, all’italiana).

ricerca-frase-striscione
La ricerca della frase corretta

Il problema è che a diffonderla con il messaggio “Meditate” sia un sindacalista che dovrebbe stare attento con ciò che condivide per non ledere la propria credibilità e quella del suo sindacato.

Il profilo Facebook di Stefano Cecchi
Il profilo Facebook di Stefano Cecchi

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • Sembra che l’abbia rimossa

  • ma quale bufala? la sostanza quella? dov’è la differenza? cosa cambia?

    • Darkettone Provinciale

      Invece cambia molto, perché si attribuisce a delle persone (i manifestanti francesi) una frase che non hanno mai detto.

      • ma per quanto riguarda gli italiani il senso è azzeccato

        • PAZ

          Mi sa che non ti è chiaro il concetto di bufala sai..?

          • per alcuni miei amici che hanno subito il jobs act è una brutta fine, per te o per chiunque esso sia che si è conservato il posto statale è una bufala, è chiaro il concetto?

          • PAZ

            Ricominciamo da capo…
            Secondo te lo striscione oggetto dell’articolo con la scritta rappresentata è veramente apparso durante una manifestazione in Francia, si o no? Non “sono altre le cose importanti” o “parliamo della situazione dei lavoratori italiano” o “a morte X, Y e Z”. Semplicemente si o no.

          • insisto perché è pubblico, io il messaggio lo vedo una provocazione. Io stesso ho postato su Fb questa immagine con una didascalia a proposito degli ultimi eventi di cronaca della città di Firenze, e ti assicuro che è una provocazione politica molto significativa. Vedi, secondo te è una bufala o una burla di discredito, qui https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10206380739299190&set=a.3346253337010.2125806.1289073687&type=3&theater

          • PAZ

            Vabbè poi non ne parlo più perché vedo che non si va da nessuna parte.

            C’è gente che condivide questa foto (falsa) convinta o spacciandola per vera? Sì. Allora è una bufala. Punto. Altre considerazioni vanno al di là dello scopo di questo sito.

          • luca colombo

            si vede che ci sono alcuni cui piaccia raccontare balle e pure esserne orgogliosa….

  • Phobe Romys

    Belli i sindacalisti USB: tengono un sacco di dati e stanno comodamente in un taschino.

  • Pardo Fornaciari

    In effetti, in francese si dice “la fin”, non “la fine”, che vuol dire “la raffinata”

    • PAZ

      Non vogliono diventare raffinati come gli italiani?