BUFALA Newsitalys.com – Africano molesta 13enne: il papà lo massacra e lo castra a suon di calci

bufala-africano-molesta-13enne-papa-castra-site

Quando ho visto il numero di condivisioni mi son detto nuovamente che questo genere di storie esaltano un po’ troppo la Rete. Certi utenti non ce la fanno proprio, appena leggono un titolo si scatenano e partono le condivisioni compulsive. Parlo di ciò che è accaduto con l’articolo pubblicato il 22 maggio 2016 dal sito Newsitalys.com intitolato “Africano molesta 13enne: il papà lo massacra e lo castra a suon di calci“, il quale ha superato le 5 mila condivisioni Facebook.

Cattura-91

Catania – I fatti sono accaduti settimana scorsa, ma solo oggi la notizia è trapelata. Una ragazzina appena 13 viene lasciata dal padre alla fermata del bus in Viale Alagona, deve raggiungere le amichette, pomeriggio da dedicare ai compiti tutte insieme e poi una passeggiata. Il papà, Carmelo I. lascia la figlia alla fermata e si allontana con la propria vettura per andare al lavoro.
Ma dopo qualche minuto il papà si accorge che sul sedile è rimasto un quaderno della ragazzina. Inversione di marcia e prova a raggiungerla alla fermata dove pochi istanti prima l’aveva lasciata. La dimenticanza del quaderno, salva da un orrore la ragazzina.
Tornato indietro Carmelo I. vede un africano trascinare la ragazzina verso la spiaggia. Una brusca inchiodata e la corsa disperata in soccorso della figlia.
L’uomo strappa dalle mani dell’africano la bambina e si avventa sull’aggressore senza risparmiare alcun colpo. L’africano caduto a terra viene ripetutatmente colpito ai genitali con calci di una potenza inaudita.
In seguito l’africano viene soccorso e all’arrivo in ospedale gli hanno dovuto rimuovere i genitali, oramai spappolati, oltre a diagnosticargli diverse fratture e costole incrinate, ne avrà per 50 giorni. Al momento non si conosce la posizione di Carmelo, sicuramente indagato per lesioni gravi.
Fonte: www.supernotizie.net/

Seppur la fonte sarebbe Supernotizie.net, la storia venne inizialmente diffusa da altri siti spazzatura come Gazzetta della Sera per il quale avevo scritto un articolo il 26 marzo 2016. In breve:

Riscontri sulla notizia? Nessuno. La fonte da cui trae la notizia? Risulta attendibile? Siccome su Gazzetta della Sera passano ore a verificare e non vogliono pubblicare notizie false, recuperando gli articoli da fonti attendibili, quando è attendibile il sito Libero Giornale? Si, stiamo parlando del noto sito bufalaro che non ha nulla a che fare con la testata “Libero Quotidiano” e “Il Giornale”.

La foto pubblicata nell’articolo, inoltre, è quella di una ragazzina vittima di violenza, ma l’utente che legge l’articolo o anche soltanto il titolo immagina che si tratti dell’immigrato massacrato e castrato. Bastava poco per verificare e scoprire che la ragazzina si chiama Khaloua e aveva 17 anni all’epoca.

Ora però vi voglio parlare del sito Newsitalys.com, del suo proprietario e della pagina Facebook che ne diffonde le notizie. Inizio parlando del Disclaimer, totalmente assente nel sito, per poi farvi vedere il whois del dominio dal quale ricaviamo il nome del proprietario:

Whois Newsitalys.com
Whois Newsitalys.com

Il proprietario, tale Agostino Ruggerio di Taurianova, ha registrato il dominio con una curiosa email “soloitaliani11” che, guardacaso, è il nome della pagina Facebook “Solo italiani” (https://www.facebook.com/soloitaliani11/) che condivide gli articoli dello stesso sito, incluso quello appena trattato:

La condivisione Facebook
La condivisione Facebook

Evito di riportare il mio pensiero sui commenti, questi parlano da soli.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.