BUFALA Kyenge shock: «gli italiani rubano il lavoro agli immigrati. Non c’è posto per tutti in Italia»

bufala-kyenge-immigrati-lavor-sito

Satira? Non lo è affatto! Parliamo dell’articolo bufala pubblicato il 28 maggio 2016 dal sito Il QuotiDAINO dal titolo “Kyenge shock: «gli italiani rubano il lavoro agli immigrati. Non c’è posto per tutti in Italia»“:

Fa discutere l’ultima dichiarazione shock quella dell’ex ministro per l’integrazione Cécyle Kyenge: «non sono razzista, ma alcuni italiani non contribuiscono a nulla, e non rispettano la cultura araba e africana. Molti italiani rubano il lavoro agli immigrati, e purtroppo non c’è posto per tutti in questo paese. Avendo la cittadinanza europea nessuno è costretto a restare».

Queste dichiarazioni hanno scatenato una bufera su Facebook e su Twitter, dove l’ex ministro è stato definito “orango” e “mangia banane”, oltre a molti altri epiteti razzisti. Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha parlato di “terrorismo psicologico contro gli italiani”. Ma il commento più “illustre” sulla così famosa vicenda da essere nota anche all’estero, è il premier russo Vladimir Putin, che ha dichiarato: «se l’Italia dovesse cadere nelle mani degli immigrati, l’atomica sarebbe sempre un’opzione».

Non sono mancate le parole di supporto all’ex ministro, soprattutto dalla sinistra. Renzi dichiara: «parole sante, in Italia non c’è posto per tutti gli italiani. Se vogliamo assicurare un futuro ai figli degli immigrati che fuggono dalle guerre non possiamo continuare con questo buonismo esagerato».

Né la Kyenge né Matteo Salvini e soprattutto Putin hanno rilasciato tali dichiarazioni. L’atomica? Vi rendete conto della stupidaggine? Eppure le condivisioni Facebook sono state numerose, oltre 8 mila.

Questo genere di bufale crea disordine sociale, molti utenti creduloni non esitano a condividere e a commentare indignati, con frasi e accuse non propriamente educate al limite della minaccia di morte, contro l’ex ministra Kyenge. Potrete dire “ma è un sito satirico”, ma ripeto: questa non è satira.

Un personaggio pubblico può starci antipatico, potete anche odiarlo, ma usare informazioni false per incentivare le vostre ideologie è completamente sbagliato, chiunque sia.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
  • mvenier

    Io mi chiedo come faccia la gente a credere a certe cose.
    E il mio voto e il tuo dovrebbero valere come il loro?
    Talvolta mi viene da dubitare sul suffragio universale… e non in base al censo o al sesso bensì in base alla stupidità.

    • Pugacioff

      Se pensi a quanti pentacretini ci sono, ti sei risposto da solo

    • manups4e

      di base secondo me.. solo chi ha un quoziente intellettivo dai 160 in su dovrebbe votare per legge… e siamo rimasti in pochi