BUFALA Immigrati si appropriano di abitazione. Renzi: “Anche loro hanno diritto ad una casa”

bufala-immigrati-catania-casa-occupazione-renzi

Oltre 3700 condivisioni Facebook per l’ennesima bufala non satirica del sito spazzatura “Libero Giornale” intitolata “Immigrati si appropriano di abitazione. Renzi: Anche loro hanno diritto ad una casa“.

Catania – 05/05/2016

Potrebbe sembrare un servizio di del Tg satirico Striscia la Notizia ciò che è accaduto alle 20:00 circa del giorno di ieri 4 Maggio. Una decina di immigrati, tra cui una famiglia rumena, si è appropriata dell’abitazione dei signori Valeria e Orazio Cusmano, possessori di un immobile nei pressi di Aci Sant’Antonio, sul Catanese. che prontamente hanno allertato le forze dell’ordine appena rincasati, vista l’occupazione da parte degli immigrati.

Muri distrutti, mobili a pezzi, una casa irriconoscibile. “ORA E’ NOSTRA!” urlavano. E ancora minacce, sputi dal balcone e festa per gli immigrati.

Tuttavia, il maresciallo Rasteri non è riuscito a trovare un cavillo che permettesse lo sfratto degli immigrati dall’abitazione poichè, la Legge Italiana, non permette il riconoscimento della proprietà immobiliare qualora fosse occupata da terzi. Una Legge che non tutela mai gli onesti a discapito di ne abusa.

Da ciò che abbiamo sentito, siamo andati a chiedere direttamente al signor Cusmano, e ciò che abbiamo trovato, è un uomo distrutto.

“Io e mia moglie non abbiamo dove stare! Siamo ospiti di nostri amici da giorni e finchè il governo non si decide a ridarci la casa, saremo costretti a vivere da barboni!”, dichiara il signor Cusmano. E ancora: “Ho lavorato onestamente 36 anni e Renzi mi ripaga così?!” Poi scoppia in lacrime.

Il premier Matteo Renzi sostiene che gli immigrati abbiano il diritto ad avere un’abitazione e, in una recente intervista, ha dichiarato che sarebbe il primo ad ospitarli a casa sua, ci chiediamo perchè non lo faccia.

Appena ho finito di leggere l’articolo bufalaro ho constatato una combo micidiale tra immigrati, casa occupata, famiglia italiana inesistente “sfrattata”, marescialli inesistenti e false dichiarazioni del Premier italiano di turno. Manca solo Putin.

La superbufala della legge italiana e la proprietà immobiliare

La legge italiana “non permette il riconoscimento della proprietà immobiliare qualora fosse occupata da terzi“? Questa è veramente incredibile come bufala! La proprietà rimane tale ed è riconosciuta, i problemi legati all’occupazione sono ben altri e le forze dell’ordine possono compiere operazioni di sgombero come è avvenuto nel 2015 a Milano liberando 56 appartamenti.

Il legittimo proprietario di un immobile ha tutto il diritto di presentare una denuncia contro gli occupanti abusivi e chiedere alle autorità l’intervento della polizia giudiziaria per riprendersi il dovuto. Le forze dell’ordine possono intervenire qualora l’occupazione dell’immobile sia avvenuta senza il consenso del proprietario, ma se ci sono accordi precedenti tra le parti (un contratto di affitto, anche scaduto) non possono agire e per un semplice motivo: non ci sarebbe un crimine in atto, ma solo un inadempimento contrattuale.

Conclusioni

Non ci sono riscontri in merito alla presunta notizia riportata dal noto sito spazzatura “Libero Giornale”, il quale parla di “satira” ma che di fatto non lo è. Questo genere di notizie false generano l’indignazione sociale e rischiano seriamente di creare grossi danni, non sottovalutiamo troppo il fenomeno perché prima o poi ci scappa veramente il morto.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.