Come riconoscere bufale e siti non attendibili: un esempio pratico.

Senza-titolo-1

Uno dei temi più dibattuti e utilizzati nei social e da parte di siti di informazione con lo scopo di attirare visitatori sono le cure alternative contro il cancro, una ricerca che è stata intrapresa già da moltissimo tempo da scienziati e oncologi di tutto il mondo, ma che fin’ora ha dato scarsi risultati.

Di “miracolose terapie” e “pseudo cure” è pieno zeppo il web con siti che riportano periodicamente titoli sensazionalistici sull’ultima scoperta in questo ambito. Ovviamente si tratta di notizie che non corrispondono a verità, pubblicate prendendo spunto da fonti esterne in lingua inglese, che spesso, volutamente o no, vengono distorte o nel migliore dei casi interpretate male.

Come riconoscere un sito non attendibile, che pubblica bufale e fa disinformazione?

Il sito Newsitaly ad esempio, ha pubblicato un articolo intitolato “Scienziati sotto shock: elimina il 93% del tumore in 2 giorni: basta assumere ogni giorno 3 cucchiaini di..” (olio di cocco)

Facciamo subito un analisi del titolo. Intanto la forma espressiva la dice tutta sulla professionalità dell’ autore dell’articolo, che oltre ad utilizzare un titolone da Scoperta dell’ America, come se gli scienziati fossero tutti dei fessi, inciampa in una ridicola affermazione sulla quale potremmo fermarci qui, ma, voglio domandarmi….se questa presunta cura basata sull’olio di cocco guarisce il 93% del cancro in due giorni…perchè dovremmo prenderne 3 cucchiaini ogni giorno? Non basterebbe, che ne so, 3 giorni?? Curioso no?

L’ immagine seguente è uno screenshot della pagina relativa all’articolo. Per prima cosa è possibile notare che, oltre ad essere privo di un logo che si rispetti, il sito è pressocchè stato messo su così. Basti notare la dicitura “Un nuovo sito targato WordPress” in alto a sinistra, dove non ci si è nemmeno preso la briga di sostituirla con qualcosa di più appropriato, lasciando le impostazioni di base del gestionale sul quale gira , in questo caso WordPress .

italynews

In basso a sinistra è possibile notare un riferimento ad un altro articolo che riporta un titolo dai toni interrogativi, inducendo il lettore a credere che la comunità medica ci nascondi qualcosa….“La sanità non diffonde la notizia perchè la soluzione è troppo economica?” Una natura editoriale quindi che non lascia dubbi ad ulteriori intepretazioni e di conseguenza alla genuinità dei contenuti.

Leggendo l’articolo è ben chiaro che questa storia non ha nulla di fondato, ma piuttosto si basa su fonti esterne in inglese, e su  una ricerca riguardo esclusivamente il cancro al colon che per ora non ha prodotto risultati concreti. Nello specifico, è stato semplicemente sperimentato come l’acido laurico possa essere una sostanza utile alla prevenzione di questo tipo di tumore, ma non a curarlo. Italynews cita la rivista Cancer Research dell’università di Adelaide, ma il sito ufficiale dell’ istituto di ricerca  non riporta nessuna notizia riguardo questa particolare cura.

E’ chiaro quindi che si tratta di una bufala bella e buona, e se vogliamo, fatta pure male, pubblicata da un sito fatto male, ma soprattutto che fa male all’informazione vera (scusate il gioco di parole)

Una notizia falsa che non varrebbe nemmeno la pena di smascherare (o forse no), ma che ho voluto prendere come esempio per informare i nostri lettori su qualche metodo per districarsi e riconoscere la realtà dalla fantasia, ma soprattutto la professionalità e serietà dalla superficialità e dalla malafede.

In conclusione tengo comunque a precisare che in questi casi è doveroso il condizionale, nel senso che, alcuni aspetti di un articolo o sito, non vanno presi singolarmente, ma piuttosto nel loro insieme; è altrettanto vero che anche su pagine web non al top degli standard, si possono trovare notizie vere, ma ricordiamoci sempre che già tre indizi costituiscono una prova.

Daniel Parretta

Blogger, webmaster, webwriter, scrittore, artista polivalente e ricercatore freelance. Mi considero innanzitutto una persona libera che esprime le proprie opinioni e idee senza preconcetti e condizionamenti. Mi occupo di tecnologia, internet e nuove comunicazioni, ma viaggio in continuazione dal mondo fisico e materiale a quello spirituale ed energetico puro, in perfetto equilibrio.