BUFALA Una vacanza a Walt Disney World tutto pagato! Partecipa scrivendo “grazie”

bufala-concorso-disney

Ho spesso invitato gli utenti a non credere a certe buffonate diffuse via Facebook, soprattutto se a diffonderle sono pagine non ufficiali di attività commerciali o marchi famosi. In questo caso molti utenti cascano nella trappola della pagina non ufficiale “Walt Disney” e il falso concorso per vincere una vacanza tutta pagata nel noto parco giochi “Walt Disney World“.

La pagina falsa a sinistra, quella ufficiale a destra
La pagina falsa a sinistra, quella ufficiale a destra

Ricordatevi sempre che le pagine ufficiali di marchi, aziende e come in questo caso la Walt Disney hanno il bollino blu certificato a destra del nome (stesso discorso anche per Samsung, un’altra nota marca usata per bufale di questo tipo).

Ecco la nuova bufala (per fortuna non parliamo di truffa, non essendoci in questo caso un invito a fornire dati o andare in siti esterni a Facebook):

bufala-vacanza-walt-disney
Il post bufala

Di seguito il testo:

Attenzione! Stiamo spedendo 377 scatole . Ogni scatola contiene sette biglietti per una vacanza a Walt Disney World tutto pagato ,
Per vincere è necessario condividere Mettere Mi Piace . (Commenta la foto scrivendo ” Grazie” )
Buona fortuna a tutti! Metti Mi piace alla nostra pagina dedicata dove pubblicheremo i nomi dei vincitori.

La foto degli scatoloni, inoltre, non ha nulla a che vedere con la Disney, bensì da un sito canadese.

Oltre 19 mila condivisioni, oltre 18 mila “mi piace” e oltre 17 mila commenti (evidentemente qualche utente non ha capito come doveva partecipare, nonostante le istruzioni farlocche) per la bufala pubblicata ieri, 27 aprile 2016 alle ore 14:32.

Ecco qualche “partecipante”:

I commenti dei "partecipanti"
I commenti dei “partecipanti”

 

Come se non bastasse, cosa dice il regolamento Facebook? Eccolo sotto riportato:

E. Promozioni
1. Se Facebook viene usato per inviare comunicazioni o offrire una promozione (ad esempio gare o concorsi a premio), il gestore della Pagina è responsabile di garantire il rispetto delle normative nel corso della promozione, tra cui:
a. il regolamento ufficiale;
b. le condizioni dell’offerta e i requisiti per la partecipazione (ad esempio, limitazioni relative a età e luogo di residenza);
c. la conformità alle normative che regolano la promozione e tutti i premi offerti (ad esempio, la registrazione e l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie per legge).
2. Le promozioni su Facebook devono includere:
a. una dichiarazione in cui ciascuno dei partecipanti solleva Facebook da qualsiasi responsabilità;
b. una dichiarazione in cui si attesta che la promozione non è in nessun modo sponsorizzata, appoggiata o amministrata da Facebook né associata a Facebook.
3. Le promozioni possono essere offerte sulle Pagine o all’interno di applicazioni su Facebook. I diari personali e le connessioni con gli amici non devono essere usati per amministrare le promozioni (ad esempio, non è consentito usare diciture come “condividi sul tuo diario per partecipare” o “condividi sul diario di un amico per avere una chance in più di vincere”).
4. Facebook non fornisce assistenza in relazione alla gestione della promozione e il gestore della Pagina accetta di usare il nostro servizio per gestire la promozione a suo rischio esclusivo.

Parlando invece di normativa italiana, ecco quanto viene richiesto dalla legge italiana:

  • Il concorso a premio può essere svolto solo da imprese produttrici o commerciali fornitrici o distributrici dei beni o dei servizi al fine di promozionare i propri beni o servizi. La pagina non lo è.
  • Entro 15 giorni antecedenti la data di inizio del concorso l’impresa deve compilare diversi moduli e inviati al Ministero dello Sviluppo Economico, allegando il regolamento del concorso, la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, la documento originale di cauzione prestata a garanzia dei premi promessi. Il regolamento deve contenere l’indicazione dell’impresa promotrice e di quelle associate all’iniziativa, della durata, dell’ambito territoriale, delle modalità di svolgimento della manifestazione, della natura e del valore indicativo dei premi messi in palio, del termine di consegna degli stessi, della Onlus a cui devolvere i premi non assegnati. La pagina non ufficiale non diffonde queste informazioni ai partecipanti.
  • I concorsi Online richiedono particolare attenzione, soprattutto l’utilizzo di un server situato in Italia dove avviene il sorteggio. Quello organizzato dalla pagina non lo prevede.
  • La gestione di un concorso online comporta inevitabilmente il trattamento dei dati personali dei partecipanti, il promotore dovrà considerare anche le prescrizioni di cui al D. Lgs. 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali). La pagina non dispone tali informazioni.

Mi dispiace per tutti gli utenti che hanno commentato ingenuamente, ma dovrebbero prendersela con la pagina e con gli admin della stessa che l’hanno creata, che in questo momento staranno gongolando.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.