Disinformazione-…ma la festa del papà?

 

biglietti-simpatici-auguri-festa-papà-e1426258037805-1
No Papy, no Party

Si avvicina il 19 marzo 2016, ma già da qualche settimana gira voce, sul “Giornale” (e conseguentemente sui social network), che una scuola del quartiere Isola di Milano abbia deciso di boicottare questa festa per non offendere eventuali formazioni familiari alternative, cioè con due madri o  due padri.
La risposta della scuola, riportata da “La stampa“, è esauriente: «Nessuno ha avuto un’idea del genere. In realtà le maestre pensavano di celebrare la festa in modo diverso, per poter coinvolgere anche chi non ha un papà» e invita a riflettere sul fatto che non avere un padre, lungi dall’essere una situazione esclusiva di famiglie con due genitori dello stesso sesso, è una condizione dovuta a molteplici cause (orfani e ragazzi il cui genitore si è allontanato volontariamente oppure è lontano per cause di forza maggiore).
La scuola ha l’obbligo di svolgere attività che possano coinvolgere TUTTI gli alunni: è questo il suo compito e non può prescindere dalle differenti realtà che si presentano in classe, indipendentemente da quali siano le posizioni singole in merito a tali situazioni.
Come spiega “Il Fatto“, la festa non è abolita, così come il pensierino per il genitore (che sarà preparato anche dai figli con genitori dello stesso sesso). Si è cercato semplicemente di non far pesare l’eventuale mancanza del papà ove ci fossero situazioni delicate.

Se il problema fosse stato quello delle coppie gay – dicono – si sarebbero trovate altre soluzioni, invece si è pensato a tutti i bambini che potessero vivere un disagio e, soprattutto, si è cercato di fare un progetto formativo di più alto valore”, rispondono i rappresentanti di classe.

E chiaro, dunque, come spiegato molto dettagliatamente anche da bufale.net, che si tratta di una manipolazione a scopo di disinformare e polemizzare su argomenti che poco hanno a che vedere con i bambini e con i loro affetti.
Ci sentiamo il 19 per gli auguri.

credits:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/15/festa-del-papa-il-caso-dellasilo-di-milano-non-e-abolita-basta-battaglie-politiche-sulla-pelle-dei-nostri-figli/2548882/

http://www.bufale.net/home/disinformazione-lasilo-abolisce-la-festa-del-papa-non-offendiamo-i-genitori-gay-bufale-net/

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lasilo-abolisce-festa-pap-non-offendiamo-i-genitori-gay-1235330.html

https://www.lastampa.it/2016/03/14/italia/cronache/asilo-nido-di-milano-abolisce-la-festa-del-pap-scoppia-la-polemica-KD803VeBnah0J64XW3lLaJ/pagina.html?zanpid=2144932217183785984

 

 

*Mary*

*Mary*

Debunker di giorno, poetessa di notte. Non mi laureo in Medicina e Chirurgia, né mi specializzo in Neuropsichiatria ma, dopo aver abbandonato la facoltà, lavoro felicemente molti anni per una grande azienda di carte di credito. Faccio bouquet di caramelle senza assaggiarne nemmeno una: dovrebbe indicare una volontà di ferro, ma la verità è che non mi piacciono le caramelle.
  • e chi mi dice che invece non siate voi che talvolta volete confonder le acque? trovo interessante la firma del redattore del suddetto articolo che si nasconde sotto il nome di un fumetto giapponese. Del resto ci sono state anche interviste ai genitori che hanno segnalato la cosa… che vuol dire che anche loro mentono?!
    Tempo fa, ve la siete presa con l’artemisia asserendo che non abbia proprietà anti tumorali quando ci sono centinaia di studi scientifici pubblicati non certo su fessabuk ma su riviste scientifiche come pubmed che invece sembrano affermare il contrario da quanto da voi asserito..

    • In merito alle interviste ai genitori che hanno segnalato la cosa, c’è tutto l’articolo che abbiamo linkato da Il Fatto. Non credo che i genitori mentano, ma che abbiano dato un significato improprio a quello che è avvenuto, riferendolo al fatto che all’interno della scuola ci fosse una coppia dello stesso sesso.
      Sull’Artemisia vorrei sapere esattamente a cosa ti riferisci, in ogni caso le proprietà antitumorali ci sono e sono riconosciute dall’Istituto dei Tumori di Milano, che però sconsiglia l’utilizzo di prodotti faidatè o comprati a peso d’oro (http://www.istitutotumori.mi.it/modules.php?name=News&file=article&sid=174)