BUFALA – Putin e il governo italiano incapace

PUTIN INCAPACI

PUTIN INCAPACI

Gira su Facebook e sulla blogosfere un articolo che riporta le dichiarazioni stridenti del presidente russo Vladimir Putin sull’incapacità dell’attuale governo italiano.

L’articolo evidenzia che Putin è disposto a fermare l’Isis con qualsiasi mezzo e che in Europa ci sono alcuni paesi che non valgono nulla. Sotto la pressione di “un giornalista”, il presidente russo indica l’Italia tra quei paesi, dandole come valore “meno di due metri quadrati di deserto”.

L’intervista si conclude con Putin che suggerisce alcuni candidati per una migliore guida dell’Italia. Questi candidati, casualmente, appartengono proprio alla probabile futura coalizione antagonista all’attuale governo.

Comunque le affermazioni dell’articolo sono completamente inventate. Di seguito riportiamo dove è reperibile lo stesso articolo con gli stessi errori ortografici:

Catena Umana – che cita come fonte se stesso per essere più affidabile

Gazzetta della Sera – che cita Rainews24.wordpress, il blog di Ermes Maiolica che ha creato la recente bufala di Putin e i marò. Il blog di Ermes per il momento contiene solo quella bufala. Quindi la fonte è inesistente

Articolo tre – non cita alcuna fonte, ma l’articolo è identico

Il Corriere di Puglia e Lucania – non riporta la fonte ma l’articolo è lo stesso, si tratta di un altro sito che pretende di fare “informazione alternativa” che consente di raccontare quello che gli altri non dicono. Ovviamente, se non prendono notizie da altre fonti credibili pubblicano delle complete sciocchezze.

Davi-Luciano Blog – riporta come fonte la Gazzetta della sera che è un copia-incolla di notizie vere e inventate. Quindi, questa fonte è utile come un preservativo bucato.

Per ora è un po’ difficile stabilire chi ha lanciato per primo la notizia falsa. Si suppone che sia stato catena subumana.

Oltre a non esserci traccia sulle testate giornalistiche credibili di questa fantomatica intervista da parte di “un giornalista” non identificato, è alquanto improbabile che un leader esperto come Putin si esprima in questa forma così denigratoria. Inoltre, nessun politico italiano dell’opposizione menzionato dall’articolo, sui suoi siti e social media, ha approfittato per sottolineare il parere del premier russo. Sarebbe stata una ghiottissima occasione per la propaganda politica.

Silvio Berlusconi ha definito recentemente l’Europa incapace contro l’Isis e ha indicato Putin come valido alleato, ma non si trova una dichiarazione di Putin a sostegno delle affermazioni dell’ex presidente del consiglio.

Dagli ultimi colloqui con il premier Matteo Renzi, non sembra che Putin sia rimasto insoddisfatto. Potrebbe anche far buon viso a cattivo gioco, ma non avrebbe senso sparlare pubblicamente. Potrete star certi che se Putin davvero considerasse incapace l’attuale governo italiano, non lo direbbe in un’intervista che si diffonderebbe a livello mondiale. È proprio una caratteristica di leader esperti mantenere un certo contegno.

La conclusione che indica la futura coalizione antagonista come migliore guida del paese non è certo casuale.

Purtroppo, questi diffusori di spazzatura del web hanno già perdonato a Putin la costruzione della moschea nella capitale russa, contraddicendo così le stupidaggini che abitualmente diffondono, e continuano ad indicarlo come il loro paladino distruttore di ciò che non piace. Esistono anche persone contrarie al governo attuale con idee chiare e sale nella zucca, che non hanno bisogno di una presunta opinione di Putin. Se considerate questo governo incapace, è senz’altro una vostra rispettabilissima opinione, ma se siete intelligenti, sicuramente sapete che la diffusione di queste sciocchezze non sarà di aiuto per cambiare le cose. Se non vi piace l’attuale governo, non vi resta altro che votare per l’altra coalizione alle prossime elezioni. Nel frattempo, pensare che la diffusione di spazzatura o che un numero di “mi piace” su una pagina possa portare ad una rivoluzione, ad un colpo di stato o alla caduta del governo in carica, è completamente stupido.

Una delle più evidenti incapacità del governo attuale, secondo la mia opinione, è che non è abbastanza duro con chi diffonde menzogne e falsi allarmi sul web. Mentre la libertà di stampa dovrebbe essere un diritto fondamentale e costituzionale, è giunta l’ora che questi diffusori di bufale si prendano le proprie responsabilità per le bugie che pubblicano. Sarebbe opportuno mettere in atto una censura spietata e inasprire le sanzioni per la diffusione di notizie false e tendenziose, purtroppo questo momento sembra molto lontano. Nel frattempo potete aiutare, non diffondendo le loro bugie e segnalando, dove è possibile, questi contenuti.