Le bufale sulla morte di personaggi famosi

images

Recentemente, molti personaggi famosi sono stati “uccisi” da bufale che hanno circolato a lungo sul web. Alcuni di loro sono stati dichiarati morti più di una volta. Molte di queste falsità hanno origine dai siti di notizie fasulle e sono sufficienti pochi “tweet” o condivisioni Facebook per diffondere il panico. A volte, alcune “false morti” sono meno intenzionali e trovano l’origine in hashtag confusi che diventano presto messaggi di cordoglio. In molti casi, gli stessi personaggi sono stati costretti a smentire. Alcuni hanno reagito in modo ironico, altri, invece, sembravano piuttosto seccati.

Per quanto siano stupide, queste bufale “fatali” potrebbero causare panico tra i familiari e i fans del personaggio celebre. Le foto che seguono raffigurano alcuni articoli fasulli sulla morte di personaggi famosi. Il copione è sempre lo stesso, qualche buontempone crea un sito web con estensione gratuita e gli dà un nome simile ai siti web di notizie credibili, oppure arricchisce le foto con un logo di notiziari online. Ovviamente tutto ciò serve per dare maggiore credibilità alla notizia, se il lettore facesse una verifica su Google, troverebbe molto strano che una notizia simile non sia riportata da altre testate giornalistiche nazionali o internazionali.

GIANNI MORANDI MARADONA MAURIZIO COSTANZO PAOLO BONOLIS RENATO POZZETTO ROBERTO BAGGIO

Alcune di queste bufale, oltre a suscitare sdegno, sono innocue per la sicurezza dei computer. Altri post fasulli come questi, invece, possono portare a siti che contengono malware o applicazioni fraudolente che potrebbero seriamente compromettere la sicurezza dei vostri PC.

È possibile anche trovare link che presumibilmente portano alla scena di un incidente che ha causato la morte di un attore famoso. La descrizione, molte volte, insinua anche che il video è inedito e non è stato mai pubblicato da nessun sito. Chiaramente, il video non esiste e, aprendo il link, si rischia di compromettere le funzionalità del PC . Inoltre, si potrebbe diffondere il link ai propri contatti Facebook mettendo a rischio la loro sicurezza e facendo la figura dei creduloni.

Quindi, fate molta attenzione a non cliccare su link sospetti e verificate prima su Google se il decesso del personaggio in questione è davvero avvenuto. Sicuramente la morte di una star del cinema italiano, di un presentatore famoso o di un grande calciatore, se fosse vera, si potrebbe trovare nella maggior parte delle agenzie di stampa.