BUFALA – Il bollo auto è illegale

BOLLO AUTO

Gira molto viralmente su Facebook un post che pretende di essere un buon consiglio per non pagare la tassa automobilistica, ovvero il bollo auto. Il post sembra essere stato scritto da un dipendente di Equitalia, ma non si trova il nome di questo fantomatico impiegato che suggerisce ai cittadini di non pagare un’imposta.

Comunque le affermazioni del post sono delle complete sciocchezze. Non essendo riportato il nome del dipendente di Equitalia, sembra che qualche burlone stupido e irresponsabile abbia aggiunto questo dettaglio, per un tentativo disperato di dare maggior credibilità alle sue stravaganti affermazioni.

Secondo le affermazioni del post, il bollo auto è un’imposta illegale per la Comunità Europea e l’Italia riceve sempre una multa per applicarla. Questa affermazione è ovviamente falsa, in altri paesi della CE è previsto il bollo auto o una tassa equivalente. Gli Stati membri sono liberi di gestire l’imposta e applicarla secondo le modalità stabilite dal governo di ciascun paese. Per questo motivo, c’è stata un’interrogazione parlamentare il 13 febbraio 2012. La risposta della commissione europea è stata la seguente:

“Attualmente la legislazione e l’armonizzazione a livello UE in materia di tassazione delle autovetture sono piuttosto limitate. Di conseguenza, fatto salvo il rispetto dei principi generali del diritto dell’Unione, i regimi fiscali nazionali in questo settore sono a discrezione degli Stati membri. In particolare, gli Stati membri possono decidere se integrare considerazioni di tipo ambientale nella struttura delle aliquote applicate.

L’imposta nazionale cui fa riferimento l’onorevole parlamentare non è oggetto di armonizzazione nell’ambito del diritto dell’UE ed è quindi di competenza delle autorità nazionali. Alla Commissione non risulta che in Italia tale imposta venga applicata in maniera contraria al diritto UE.”

La risposta conferma che gli stati membri autogestiscono la tassazione delle autovetture con le relative modalità di pagamento, esenzioni ecc. L’Italia, inoltre, non viola il diritto UE nell’applicare il bollo auto.

Per finire, l’autore della bufala, suggerisce agli automobilisti di andare da un avvocato quando arriva l’avviso di pagamento per denunciare l’abuso alla commissione europea.

Ovviamente, il suggerimento è di andare da un legale, posteriormente all’arrivo della notifica che include una sanzione per non aver pagato il bollo. Attualmente, il sistema di riscossione è automatizzato e gli evasori non possono sfuggire facilmente ai controlli. Un buon legale, naturalmente, consiglierebbe all’utente di pagare quanto dovuto e non fidarsi mai degli articoli spazzatura che girano in rete.

Diffondere una disinformazione simile è da irresponsabili. In questo momento vedo quasi 50.000 persone che rischiano un’inutile sanzione.

Diffidate sempre di articoli di blog che non citano fonti ufficiali e pretendono di essere un’alternativa all’informazione, ovvero “quello che la stampa del regime non dice”. Quasi sempre sono persone che provano gusto a prendere in giro la gente. In questo caso , la bufala rischia di danneggiare gli utenti creduloni e pertanto NON deve essere assolutamente inoltrata.

Fonte: http://www.altroconsumo.it/auto-e-moto/automobili/news/la-bufala-del-bollo-auto