BUFALA – Una bimba molto malata ha bisogno di sangue A+

SANGUE A RH

Gira ormai da diversi anni sulle reti sociali e sulla messaggeria istantanea un appello catena. L’appello sembra provenire dal reparto pediatria di un policlinico e richiede donazioni urgenti di sangue A+ per una bambina che sta molto male. Cita come referente Elisa Montagnoli e indica il numero di cellulare.

L’appello è comunque fasullo, come molti altri che richiedono donazioni di sangue urgenti. È possibile che alcuni appelli inizialmente erano autentici, ma hanno continuato a circolare per diversi anni cambiando molte volte il testo e i riferimenti.

Esaminando l’appello bufala, notiamo che non indica la città da dove proviene l’appello e non specifica la malattia grave della bambina che ha bisogno di trasfusioni.

Può darsi che inizialmente ci sia stata questa emergenza, ma gli ospedali si muovono normalmente per i propri canali di approvvigionamento. È altamente improbabile che lancino appelli vaghi e generici sulle reti sociali. Il numero di telefono di Elisa Montagnoli sicuramente non è più attivo e altri utenti hanno dovuto cambiar numero o indirizzo email a seguito di queste catene.

Prima di diffondere questo genere di appelli, per favore controllate sui motori di ricerca se si tratta di catene inutili. Queste catene non fanno altro che sporcare il social network con inutile spazzatura e, a volte, possono intasare i centralini di ospedali o centri medici specializzati. L’invito a donare il sangue, invece, è sempre molto valido.

Fonti: http://www.lanazione.it/lucca/whatsapp-bufala-sangue-1.240997

http://www.csvsalento.it/notizie/index.php?id=4891

http://www.putignanoweb.it/cronaca/8741-cercasi-sangue-la-bufala-impazza-in-rete.html

http://www.avis.it/emilia-romagna/repository/tinyMCE/comunicazione.pdf