BUFALA – Bambini cristiani calpestati dall’Isis

baby crushing

Il 27 settembre 2014, un post di un blog ha cominciato a circolare viralmente. L’articolo faceva un’orribile affermazione sulle malefatte dell’ISIS in una regione non specificata del Medio Oriente. Secondo il post e le immagini pubblicate, i militanti dell’ISIS cercavano di costringere le famiglie a convertirsi all’Islam. Se i genitori (presumibilmente cristiani) rifiutavano, i membri dell’ISIS calpestavano i loro bambini.
Il post fa anche riferimento all’episodio avvenuto il 26 settembre a Moore, Oklahoma, in cui un impiegato della Vaughan Foods ha decapitato  una persona e ha pugnalato altre. Gli impiegati dell’azienda hanno detto alla polizia che l’uomo si era recentemente convertito all’Islam.

Sebbene queste voci, che l’ISIS stia calpestando i bambini, si stiano diffondendo a rotta di collo sulle reti sociali, tutte conducono a poche pagine prive di fonti, e non ci sono fonti credibili che confermino questa barbara pratica dei militanti dell’ISIS. Le immagini mostrate, che accompagnano sempre il post, sono di quattro anni fa e non hanno niente a che fare con l’ISIS; infatti, raffigurano un guaritore spirituale in Bangladesh chiamato Amzad Fakir che è stato arrestato dalle autorità locali nel 2010 ed è stato accusato per le sue pratiche barbare.

Proprio perché molte voci sulle violenze dell’ISIS sono fondate, sarebbe meglio non confondere le idee mostrando immagini e pubblicando notizie non relazionate in nessun modo al gruppo terrorista. Dato che sono disponibili notizie certe e comprovate, è assolutamente inutile pubblicare post fasulli.

Fonte: http://snopes.com/politics/war/isisbabies.asp