BUFALA – Pregare con un “mi piace”

dominic pio

Secondo un post che sta circolando rapidamente su Facebook, potete offrire una preghiera per aiutare un bimbo con una grossa cicatrice chirurgica sul viso solo cliccando “mi piace” sulla sua foto.

Il messaggio è una truffa. In ogni caso, all’autore del post non importa assolutamente nulla del bimbo raffigurato. Il messaggio è solo un vergognoso tentativo di attrarre più utenti verso la sua pagina spazzatura  e incrementare il numero di “mi piace”.

La foto è autentica ma è stata rubacchiata da un’altra fonte. L’immagine ritrae Dominic Pio, un bimbo nato con una grossa schisi facciale. Dominic, nato a giugno 2012, è stato operato per correggere la malformazione congenita e adesso sta bene. Lo spregevole individuo che ha creato questo post fasullo ha rubacchiato la foto di Dominic dopo l’intervento chirurgico da un altro sito e l’ha riutilizzata senza il permesso dei genitori.

Questo post è solo un altro di una lunga serie di simili bufale. Usano sempre, in tutti i post, immagini rubate di bambini malati o feriti per indurre con l’inganno la gente a cliccare “mi piace”, a condividere o a commentare. Altre versioni affermano che cliccando “mi piace” equivale a una o più preghiere per la vittima.

“Mi piace = preghiera” è un’assurda sciocchezza. Se pensate o no che le preghiere siano di aiuto, dipende, ovviamente dalla vostra fede personale. Tuttavia, l’idea che solo cliccando un pulsante in una rete sociale equivale a una preghiera, oppure, in alcune versioni, a più preghiere, è oltremodo ridicola. Davvero dobbiamo credere che Dio Onnipotente ha fatto un patto con Facebook? Dio ha dato alla persona che ha creato il post, il permesso per porre la condizione di pregare con i “mi piace”? Non credo proprio.

In breve, ogni messaggio che afferma che cliccando “mi piace”, condividendo, o commentando equivale a pregare è sicuramente una truffa o una bufala.

Aiutate a fermare queste porcherie. Non date la soddisfazione a questi vigliacchi che creano questi post fasulli, mettendo mi piace, condividendo o commentando le loro schifezze. In alcuni casi, possiamo trovare utonti completamente privi di neuroni, che credono che il bimbo raffigurato sia morto in seguito a una violenza fisica. Queste persone dovrebbero essere private dell’uso di internet.

Segnalate sempre questi contenuti e, se vedete questo post, oppure altri simili, per favore fate presente a chi lo ha pubblicato che è una bufala.

Fonte: http://www.hoax-slayer.com/face-surgery-scar-sick-baby-scam.shtml