BUFALA – I superpoteri dell’acqua ossigenata

acqua ossigenata

Gira su Facebook un post che mostra i potenziali benefici dell’acqua ossigenata o perossido di idrogeno. Prima di elencare i presunti benefici, afferma che il 90% delle persone è all’oscuro di tutto, perché nessuno ha interesse a far sapere che un prodotto molto economico possa, in qualche modo, sostituire prodotti ben più costosi.

Le informazioni contenute nel post non sono del tutto esatte e, in alcuni casi, possono essere pericolose per la salute. Andiamo a esaminare punto per punto i presunti benefici, per capire cosa è giusto o sbagliato.

  1. Uccide i germi del cavo orale. Potrebbe essere usato come disinfettante orale, ma in basse concentrazioni e non con uso prolungato, il post non indica la concentrazione adeguata e un numero limite di applicazioni. Il lettore, quindi, potrebbe usare, per lunghi periodi, quantità di acqua ossigenata che potrebbero provocare bruciature alle mucose orali. Un dentista sconsiglierebbe l’uso senza lo stretto controllo degli specialisti.
  2. Schiarisce denti (usare un cucchiaino di acqua ossigenata diluita al 10% come un normale collutorio). L’acqua ossigenata ha effettivamente potere sbiancante, ma non usandola come collutorio. Per sbiancare i denti ci sono trattamenti a base di gel che contengono acqua ossigenata, ma è nelle concentrazioni ideali e con altri additivi. Ci sono comunque effetti collaterali come infiammazione delle gengive. Non è consigliabile alcun trattamento fai-da-te con l’acqua ossigenata comprata per pochi euro in farmacia. Se osserviamo le risposte in questo forum di specialisti, nessun dentista consiglia l’acqua ossigenata per lo sbiancamento dentale, perché la concentrazione del prodotto da farmacia non è sufficiente per ottenere l’effetto desiderato.
  3. Disinfetta lo spazzolino da denti evitando contaminazioni ad esempio di gengivite alle altre persone che vivono in casa e condividono lo stesso bagno dove, in genere, tutti gli spazzolini stanno “vicini vicini” (basta immergere lo spazzolino in un bicchiere contenete sufficiente acqua ossigenata). Meglio usare soluzioni pulenti e disinfettanti specifiche per gli spazzolini da denti. Si potrebbe usare anche l’acqua ossigenata, ma con una diluizione del 3% per due o tre minuti per poi risciacquare. Il post non indica la concentrazione e non dà le istruzioni giuste, i residui di acqua ossigenata sullo spazzolino potrebbero provocare disturbi alle gengive e alle mucose orali.
  4. Disinfetta le superfici meglio di qualsiasi altro prodotto (ottima per bagni e cucine). Esistono effettivamente prodotti a base di acqua ossigenata, tuttavia potrebbero esistere altri prodotti più efficaci. Almeno questo punto non è del tutto errato e non è pericoloso per la salute.
  5. Elimina i funghi che causano il cattivo odore dei piedi (usarla la sera, prima di andare a letto, impedisce lo sviluppo della tigna e d’altri funghi). Non si trovano fonti autorevoli che promuovono certi trattamenti e inoltre non indicare la concentrazione può arrecare danni ai tessuti sani.
  6. Evita infezioni, disinfetta e uccide germi ed altri microrganismi nocivi. Usare l’acqua ossigenata continuamente su una ferita, può danneggiare i tessuti. Anche la Mayo Clinic ne sconsiglia l’uso.
  7. Aiutare nella guarigione (usata più volte al giorno, in alcuni casi può coadiuvare nella regressione di una cancrena della pelle). Come al punto 6 e 5 non è necessario farne un continuo uso e l’uso prolungato può danneggiare i tessuti.
  8. Allevia il raffreddore, influenza o sinusite (mescolare metà e metà con acqua pura, introdurre con un contagocce nelle narici alcune gocce e poi soffiarsi il naso). Non ci sono fonti mediche autorevoli che confermino queste affermazioni. Quindi, seguire queste istruzioni non è di fatto consigliabile.
  9. Aiuta a mantenere la salute della pelle (può essere utilizzato in caso di micosi). Come al punto 5, non ci sono fonti autorevoli che confermino l’efficacia dell’acqua ossigenata per le infezioni micotiche e, inoltre, l’uso prolungato è comunque sconsigliato dai medici.
  10. Disinfetta i vestiti macchiati di sangue o altre secrezioni corporee (mettere i capi in ammollo in una soluzione d’acqua ossigenata al 10% prima del lavaggio normale). È sicuramente un metodo valido, tuttavia, occorrono certe precauzioni perché l’acqua ossigenata è un candeggiante e può scolorire irrimediabilmente i tessuti. Meglio non usare questo trattamento per i capi delicati o colorati. Il post, comunque, non indica il tempo di ammollo.
  11. Uccide i batteri in cucina, inclusa la salmonella (dopo l’uso di utensili, disinfettare con acqua ossigenata). Maneggiata con le dovute cautele per evitare irritazioni alla pelle, può essere un buon disinfettante. L’Enviromental Protection Agency ha approvato il suo uso come disinfettante.
  12. Rimuove gradualmente il tartaro dai denti (inumidire lo spazzolino con alcune gocce d’acqua ossigenata ed usarlo normalmente, risciacquando la bocca alla fine). Come già detto, non è consigliabile usare l’acqua ossigenata per l’igiene orale. Non si trovano fonti credibili che si possa rimuovere il tartaro con l’acqua ossigenata ed è difficile credere che esistano sostanze in grado di dissolvere il tartaro senza danneggiare lo smalto dentale. Il metodo di rimozione più sicuro è sicuramente lo strumento del dentista igienista
  13. Schiarisce le macchie sul viso (bagnare la parte che si desidera schiarire usando un cotton-fioc prima di andare a dormire, ripetendo l’operazione fino al conseguimento del risultato desiderato). Questo trattamento non funziona ed è sconsigliato dai dermatologi.
  14. Sbianca le unghie (mettere in un pentolino d’acqua calda un cucchiaio di acqua ossigenata, lasciare le unghie immersi in questa soluzione per 10 minuti poi lavarsi le mani. Ovviamente le unghie devono essere pulite e senza smalto). Questo trattamento, secondo i siti dedicati, potrebbe funzionare, tuttavia, occorrono le solite precauzioni. Non trovo fonti davvero affidabili che confermino la correttezza della procedura descritta. In rete, invece, si trovano altre procedure per sbiancare le unghie, usando sempre l’acqua ossigenata. Quindi, non si sa effettivamente nulla sull’efficacia dell’acqua ossigenata per lo sbiancamento delle unghie e non si trova una procedura di utilizzo ben definita. Sembra, pertanto, uno dei tanti trattamenti fai-da-te non molto affidabili.
  15. Toglie l’acqua dal canale auditivo dell’orecchio (basta una goccia di acqua ossigenata per eliminare il fastidioso effetto che spesso capita quando si nuota in piscina o al mare). L’uso dell’acqua ossigenata, seguendo attentamente le procedure e prendendo le dovute precauzioni, può rimuovere il cerone dal condotto acustico. Tuttavia, non si trovano fonti autorevoli che confermino l’efficacia dell’acqua ossigenata per la rimozione dell’acqua dal canale auditivo. Quindi, la procedura descritta, non essendo avallata dagli specialisti, è, come al solito, sconsigliabile seguirla.
  16. Elimina le macchie di vino dai tessuti bianchi (versare un pochino d’acqua ossigenata direttamente sulla macchia e poi lavare normalmente, preferibilmente con acqua fredda). In alcuni siti, si descrive l’efficacia dell’acqua ossigenata per rimuovere le macchie di vino rosso dai tappeti. Per gli altri tessuti, essendo un candeggiante, può funzionare, ma bisogna sicuramente prendere le dovute precauzioni per non danneggiare i capi delicati o colorati.

Concludendo, il post contiene informazioni errate e descrive male le procedure che si possono definire corrette, pertanto NON deve essere inoltrato.