BUFALA – Deodoranti cancerogeni

DEODORANTI

Questo messaggio ( post rimosso) sta circolando almeno dal 1999 in varie versioni. L’autore, in linea di massima, fa le seguenti affermazioni:

1)      Gli antitraspiranti sono la causa principale del cancro al seno

2)      Il corpo umano smaltisce le tossine con il sudore. Dato che gli antitraspiranti bloccano il sudore, queste tossine non sono smaltite dalle ascelle quando si usano gli antitraspiranti.

3)      La maggior parte dei tumori al seno si manifestano nella zona esterna superiore del seno vicino ai linfonodi subascellari

Gli studi scientifici condotti fino ad ora sul legame tra il cancro al seno e l’uso degli antitraspiranti hanno fornito risultati contrastanti. Sono necessarie, dunque, ulteriori ricerche. Comunque, non ci sono ricerche con risultati definitivi che evidenziano un legame tra cancro al seno ed uso di antitraspiranti.

Inoltre, le affermazioni del messaggio sono fuorvianti ed inaccurate. Riporto di seguito la discussione delle affermazioni suindicate:

1)      Gli antitraspiranti sono la causa principale del cancro al seno

Questa affermazione è falsa. Dalle informazioni disponibili nel sito web dell’American Cancer Society si legge:

Gli antitraspiranti accrescono il rischio del cancro al seno?

 Non ci sono studi epidemiologici consistenti nel campo medico che collegano il rischio del cancro al seno con l’uso di antitraspiranti ed esistono pochissime prove scientifiche per sostenere questa affermazione.

Infatti, uno studio epidemiologico sul problema, pubblicato nel 2002, confronta 813 donne con cancro al seno e 793 donne sane. I ricercatori non hanno trovato connessione tra il cancro al seno e l’uso di antitraspiranti, deodoranti o la depilazione ascellare.

Uno studio pubblicato nel 2003 osserva le risposte a questionari inviati a donne che avevano il cancro al seno. Il ricercatore riporta che le donne, a cui era stato diagnosticato il cancro al seno in età più giovane, hanno detto di aver usato antitraspiranti e di essersi depilate le ascelle molto più spesso di quelle a cui era stata diagnosticata la malattia in età più avanzata. Tuttavia, lo studio non includeva un gruppo di donne senza cancro al seno ed è stato criticato dagli esperti, per non essere rilevante per la sicurezza di queste pratiche igieniche di depilazione.

Probabilmente, in linea generale, le donne più giovani sono molto più propense a radersi le ascelle e usare antitraspiranti, sia che sviluppino o no il cancro al seno negli anni successivi. Per esempio, molte donne nate negli anni 50 e 60 potrebbero aver iniziato a radersi prima e usare gli antitraspiranti più spesso delle donne nate negli anni 30 e 40. Molte donne potrebbero anche radersi ed usare gli antitraspiranti con meno frequenza quando invecchiano. Queste sono più probabilmente spiegazioni ai risultati del ricercatore, piuttosto che la prova che queste pratiche siano la causa del cancro. Da notare che il questionario chiede alle donne che prodotti usavano all’epoca dello studio, non che prodotti usavano prima che sviluppassero il cancro al seno.

Altri esperti nel settore concordano. Il sito web di Susan G. Komen dichiara:

Ci sono state riportate delle preoccupazioni che il contenuto chimico dei deodoranti e degli antitraspiranti potrebbe penetrare nella pelle delle ascelle e provocare danno. Sebbene ci siano stati solo pochi studi su questi prodotti e il rischio del cancro al seno, la ricerca, ad oggi, non evidenzia un collegamento tra le due cose. Lo studio più esteso, che include più di 800 donne con cancro al seno, ha mostrato che non c’è un aumento di rischio derivato sia dall’uso dei deodoranti che degli antitraspiranti. Non è stato rilevato, inoltre, nessun aumento di rischio tra le donne che si radono prima dell’applicazione del deodorante o dell’antitraspirante. Visti questi dati e la mancanza di un meccanismo biologico, non sembra che l’uso di questi prodotti aumenti il rischio del cancro al seno.

Anche il National Cancer Insitute spiega:

I ricercatori del National Cancer institute (NCI), una divisione del National Institutes of Health, non sono al corrente di una prova evidente sul legame tra i deodoranti e antitraspiranti ascellari ed il consequenziale sviluppo del cancro al seno. Anche la Food and Drug Administration (FDA), che regolamenta cibi, cosmetici, medicinali e strumenti medici, non ha nessuna prova o risultati di ricerche che gli ingredienti nei deodoranti e antitraspiranti siano causa del cancro.

In realtà, c’è un numero di fattori di rischio del cancro al seno. Anche se ulteriori ricerche hanno davvero indicato un possibile legame tra cancro al seno e l’uso di antitraspiranti, l’affermazione che gli antitraspiranti sono la causa principale del cancro al seno è chiaramente falsa.

2)      Il corpo umano smaltisce le tossine con il sudore. Dato che gli antitraspiranti bloccano il sudore, queste tossine non sono smaltite dalle ascelle quando si usano gli antitraspiranti.

 Questa affermazione è anch’essa falsa. Una quantità minima di tossine, se ci fossero, verrebbero espulse con il sudore. Kristie Leong M.D. spiega:

La sudorazione è un meccanismo che il corpo umano usa per rilasciare calore. Se analizzaste in laboratorio il sudore, trovereste che è composto per lo più da acqua con piccole quantità di minerali, come cloruro di sodio, lattati ed urea. Il sudore può contenere piccole quantità di piombo insieme ad altri metalli, ma questa quantità è piccola abbastanza da essere trascurabile. Le tossine contenute in altre parti del corpo non possono essere smaltite con la sudorazione.

L’Università dell’Arkansas Medical Sciences concorda spiegando:

Il sudore è composto al 99% da acqua con piccole quantità di sale, proteine, carboidrati e urea, dice il Dr. Charles Smith. Perciò, il sudore non è composto dalle tossine del corpo umano, e la credenza che sudare può ripulire il corpo è solo un mito.

“ Non potete eliminare le tossine dal vostro corpo con il sudore,” dice il Dr. Smith. “Le tossine come il mercurio, l’alcool ed i farmaci sono smaltite dal fegato, dall’intestino e dai reni.”

Anche l’American Cancer Society spiega:

I linfonodi aiutano ad eliminare batteri, virus e altre possibili insidie per il corpo umano, ma i linfonodi non eliminano le scorie o le tossine con il sudore. In realtà, i linfonodi non sono connessi con le ghiandole sudoripare. Queste ghiandole sono situate sotto la pelle, non nei linfonodi. La maggior parte delle sostanze cancerogene che entrano nel corpo umano sono eliminate dal sangue dai reni e dal fegato.

3)      La maggior parte dei tumori al seno si manifestano nella zona esterna superiore del seno vicino ai linfonodi subascellari

Anche questa affermazione è inaccurata e fuorviante. L’American Cancer Society spiega:

Il linfonodi si trovano all’interno del seno e hanno una funzione importante. I linfonodi subascellari filtrano la maggior parte del liquido linfatico che fuoriesce dal seno prima che ritorni nel flusso sanguigno. Questi linfonodi si trovano sotto il braccio nella zona superiore esterna del seno e vicino la clavicola.

Le zone del seno non sono effettivamente della stessa grandezza. Circa la metà dei tumori al seno si sviluppano nella parte superiore esterna del seno, probabilmente perché in questa zona ci sono più tessuti mammari. Il numero dei tumori al seno nella parte superiore esterna del seno è proporzionale alla quantità di tessuto in quell’area.

Non ci sono prove che evidenziano che la posizione del cancro all’interno del seno sia connesso con l’uso di antitraspiranti o la depilazione delle ascelle.

Questa versione fa riferimento ai sali di alluminio ed alcune preoccupazioni sono sorte sul possibile legame tra queste sostanze e il cancro. Comunque, gli studi non hanno trovato un legame evidente. Il centro per la ricerca sul cancro del Regno Unito spiega:

Nel 2008, sono stati pubblicati i risultati di 19 studi sulla possibilità che i parabeni e i sali di alluminio possano provocare il cancro al seno. I Parabeni e i Sali di alluminio sono presenti in molti cosmetici e deodoranti ascellari. I ricercatori non hanno trovato prove che i parabeni e i sali di alluminio possano provocare il cancro al seno.

Anche il National Cancer Institute parla dei parabeni e conclude:

Alcuni studi hanno trovato alcune forme di parabeni nelle urine di circa il 99% degli americani adulti. Ciò suggerirebbe che la gente sta assumendo parabeni da più di una fonte. Tuttavia, finora, gli studi non hanno mostrato un legame diretto tra i parabeni e problemi di salute, incluso il cancro al seno. Si trovano nell’ambiente molti altri composti che sono produttori naturali di estrogeni.

Per dare credibilità a questi messaggi, normalmente si fa riferimento a medici senza nome o con un nome inventato. Questa volta, invece, la “Signora” Gabriela Casanova Larrosa esiste, ma si è trovata coinvolta in questa falsa informazione senza volerlo. Paolo Attivissimo l’ha contattata e ha ricevuto la smentita.

È importante che i cosiddetti consigli di salute che circolano per internet siano verificati scrupolosamente prima di condividerli. Inoltrare messaggi sulla salute fuorvianti e incorretti è controproducente. Persino i messaggi che contenevano originariamente elementi di verità potrebbero rapidamente diventare obsoleti o sporcati con false informazioni.

Il messaggio è, quindi, una bufala e pertanto NON deve essere assolutamente inoltrato o condiviso.

Fonti: http://www.hoax-slayer.com/antiperspirant-breast-cancer-warning.shtml

http://www.snopes.com/medical/toxins/antiperspirant.asp

http://attivissimo.blogspot.it/2009/09/antibufala-classic-deodoranti.html