BUFALA – Microchip obbligatorio per tutti i neonati da maggio 2014

microchip

Dalla fine del 2013 le reti sociali e internet sono completamente inondati da una presunta notizia che afferma che a tutti i neonati nell’Unione Europea sarà impiantato un microchip sottocutaneo RFID a partire da maggio 2014.

La notizia afferma che tutti i microchip impiantati avranno la tecnologia GPS  che consente una connessione diretta a un satellite. Presumibilmente, tutte le cliniche di maternità in Europa sono state allertate sul nuovo requisito e sarà fornita una scheda informativa di ogni neonato con microchip.

Naturalmente, le affermazioni della “notizia” sono delle complete sciocchezze. La notizia è una pura invenzione e non c’è nemmeno un briciolo di verità. Non è previsto che, ai neonati in Europa, o in altre parti del mondo, verrà impiantato obbligatoriamente un microchip.

Non è molto chiaro quale sito web ha pubblicato la notizia per primo. Si pensa che il “Giornale del Corriere” sia stato il primo in Italia a pubblicare la pseudonotizia. Si tratta di un sito web satirico come già spiegato diverse volte, tutte le notizie che pubblica quel sito sono racconti di pura fantasia. Anche le solite pagine e siti spazzatura non potevano fare a meno di diffondere questa idiozia. Altri siti esteri hanno pubblicato la pseudonotizia, ma nessuno di essi è una testata giornalistica accreditata. La bufala è stata anche pubblicata da TopInfoPost, un sito che raccoglie notizie ed è specializzato in teorie complottiste.

Per la cronaca, non ci sono testate giornalistiche accreditate che confermino le affermazioni della pseudonotizia. Se fosse vero, la notizia sarebbe stata in prima pagina su tutti i siti giornalistici mondiali.

Come era facile prevedere, la “notizia” ha rafforzato la duratura e ugualmente ridicola teoria complottista americana che da vari anni afferma che il governo degli Stati Uniti sta programmando di impiantare il microchip a tutti i cittadini per rintracciarli e controllarli.

Idiozie come questa, non fanno nient’altro che intasare i siti web e i social network con ancora più inutile spazzatura. Causano inoltre timori e indignazione innecessari tra i creduloni e tra gli ossessionati che vedono complotto ad ogni angolo di strada.