BUFALA – Addio multe per ticket orario scaduto: sono illegali

MULTE TICKET SCADUTO

Scriviamo un articolo su questo post perché ha ripreso a girare, come testimoniano le pagine spazzatura, che si vantano di aver pubblicato per prime questa pericolosa disinformazione nel novembre 2013.

Il post fa riferimento ad un parere del direttore del Ministero dei Trasporti sulla legittimità della sanzione, in caso che il proprietario di un’auto in sosta con ticket prepagato, oltrepassi il tempo limite concesso. Il messaggio del post è il seguente:

“Se la sosta viene effettuata omettendo l’acquisto del ticket orario, deve essere necessariamente applicata la sanzione. Se invece viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni, ma si dà corso al recupero delle ulteriori somme dovute”

La prima perplessità va rivolta al sistema con cui si calcolano le ore in eccesso. Il vigile dovrebbe rilevare il ticket scaduto e aspettare il proprietario dell’auto che potrebbe arrivare anche dopo qualche ora. In questo modo perderebbe la possibilità di rilevare altre infrazioni.

Nella risposta completa del direttore, infatti, si legge:

“Con riferimento alla richiesta qui inoltrata con la nota in riscontro, si premette che la sanzione di cui all’art. 7 c. 15 del Nuovo Codice della Strada (DLs n.285/1992) si applica nel caso in cui la sosta sia vietata ovvero limitata nel tempo regolamentata secondo la categoria dei veicoli.
Qualora la sosta sia consentita senza limitazioni di tempo, ancorché assoggettata a pagamento, non ricorrono le condizioni per l’applicazione della sanzione di cui all’art 7 c.15.
Se la sosta viene effettuata omettendo l’acquisto del ticket orario, deve essere necessariamente applicata la sanzione di cui all’art. 7 c.14 del Codice.
    Se invece viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni ma si dà corso al recupero delle ulteriori somme dovute, maggiorate dalle eventuali penali stabilite da apposito regolamento comunale, ai sensi dell’art. 17 c. 132 della legge n. 127/1997.
A parere di questo Ufficio in caso di omessa corresponsione delle ulteriori somme dovute, l’ipotesi prospettate da codesto Comune, di applicare la sanzione di cui all’art. 7 c. 15 del Codice, non è giuridicamente giustificabile, in quanto l’eventuale evasione tariffaria non configura violazione alle norme del Codice, bensì una inadempienza contrattuale, da perseguire secondo le procedure “jure privato rum” a tutela del diritto patrimoniale dell’ente proprietario o concessionario.”

È tipico dei diffusori di bufale e disinformazione pubblicare notizie veritiere, omettendo le frasi giuste che fanno completamente travisare il significato. Come si può leggere, dopo “somme dovute” la frase continua con “maggiorate dalle eventuali penali stabilite da apposito regolamento comunale, ai sensi dell’art. 17 c. 132 della legge n. 127/1997.” Tuttavia, quest’ultima parte della frase non si trova in nessuno di questi messaggi bufala

Potreste, quindi, pagare l’intera giornata di parcheggio più la penale che viene stabilita dal Comune. Vi sconsiglio, dunque, di oltrepassare il tempo del ticket prepagato, se vi beccano, pagate sicuramente molto di più della tariffa normale e non vi addebitano sicuro solo le ore di troppo.

Non fidatevi di queste pagine il cui unico scopo è prendere in giro gli utenti, una disinformazione simile è in molti casi nociva. È sempre un buon consiglio, prima di prendere iniziative simili, controllare la veridicità dell’informazione contenuta negli avvisi.