BUFALA – Gli immigrati sono liberi di stuprare in Finlandia

stupro finlandia

Questo post afferma che in Sudafrica è stato esposto un cartello che incita gli immigrati in Finlandia a stuprare le donne bianche perché presumibilmente non riceveranno nessuna sanzione o condanna.

L’autrice del post inveisce contro il ministro Kyenge con tutta la sua razza e i “buonisti” e “perbenisti” che presumibilmente non sono contrari all’accoglienza degli immigrati.

Comunque il post è un’assurda bufala. In Finlandia la violenza sessuale è un reato a prescindere da chi lo commette. Il manifesto che si vede nella foto è un fotomontaggio ideato apparentemente per protestare contro una sentenza di condanna molto lieve inflitta a tre calciatori afro-americani, che avevano violentato due ragazze finlandesi  di 18 e 19 anni alla fine del 2009. La protesta è rivolta anche contro il partito Vihreät, che sostiene l’immigrazione e il multiculturalismo. Infatti, il nome del partito si legge nel fotomontaggio in alto a destra e il manifesto così come appare nel post, naturalmente, non è mai stato esposto in nessun paese del mondo.

Tuttavia, il manifesto falsificato è stato ripreso recentemente con l’affermazione che in Sudafrica espongono manifesti che incitano gli immigrati in Finlandia a stuprare le ragazze locali. Questa affermazione è ovviamente falsa. Il manifesto originale è stato creato da Medici Senza Frontiere per spingere le vittime di stupro in Liberia a cercare immediatamente le cure presso gli ospedali menzionati nei manifesti. Altri manifesti simili sono stati esposti in Liberia e non in Sudafrica.

Diffondere messaggi farneticanti che inneggiano all’odio razziale è assolutamente sconsigliato. La tensione che attualmente vige nei paesi europei è molto alta e la diffusione di spudorate menzogne non aiuta nessuno.