BUFALA – Le spose bambine di Hamas

SPOSE BAMBINE

Il post di questa pagina spazzatura creata unicamente per fomentare odio razziale, è stato copiato da un messaggio che ha circolato per email ed è stato pubblicato su un gran numero di blog, forum e reti sociali di tutto il mondo. Il post e le sue varianti hanno generato una quantità impressionante di commenti anti-islamici piuttosto raccapriccianti e discussioni molto animate. Tutte le versioni dei messaggi affermano che centinaia di ragazzine in età pre-adolescenziale sono state costrette a sposarsi con uomini adulti in una recente cerimonia di matrimonio di massa a Gaza, sponsorizzata dall’organizzazione islamica Hamas. Secondo alcune versioni, 450 spose, molte delle quali erano sotto i dieci anni, si sono unite in matrimonio con 450 uomini tra i venti e i trent’anni. I messaggi accusano Hamas di promuovere attivamente e volutamente la pedofilia e condanna l’episodio come “bizarro e vergognoso”.

Per confermare queste affermazioni, il post mostra una foto (in alcune versioni mostra più foto) che presumibilmente raffigura “spose bambine” vestite tutte di bianco che tengono per mano i loro molto più alti e cresciuti “sposi”. Comunque, mentre un matrimonio di massa ha avuto davvero luogo a Gaza nel luglio 2009, l’affermazione che le bambine raffigurate erano effettivamente le spose nella cerimonia è falsa.

Queste foto rappresentano virtualmente il “corpo del reato” che supporta le affermazioni di questi indignati messaggi di protesta. Comunque, questa presunta “prova” fotografica è di fatto priva di significato perché non raffigura per niente spose bambine.

Le foto raffigurano, invece, giovani membri delle famiglie sia degli sposi che delle spose. A questo tipo di cerimonie nuziali musulmane, per tradizione le ragazzine giovani si vestono come le damigelle nello stesso modo delle loro coetanee occidentali. Sebbene queste ragazzine possano sembrare le spose, non sono certamente quelle che si stanno per sposare.

Hamas ha veemente smentito che quelle bambine si stavano sposando. Infatti, un annuncio ufficiale di Hamas al WorldNetDaily ha affermato che la più giovane sposa aveva 16 anni e la maggior parte delle altre spose aveva più di diciotto anni.

Questi messaggi scurrili ed istigatori hanno cominciato a circolare subito dopo che Hamas ha sponsorizzato questo matrimonio di massa. Un articolo del 30 luglio 2009 su AFP news dichiara:

Circa un migliaio di palestinesi hanno celebrato il matrimonio giovedì notte in una cerimonia organizzata da Hamas nel nord della Striscia di Gaza.

Persone in vista di Hamas incluso Mahmud Zahar, uno dei maggiori leader del gruppo militante, si sono congratulate con i 450 sposi che hanno preso parte all’evento organizzato in maniera molto accurata.

“Stiamo dicendo al mondo e agli Stati Uniti che non potete negarci la gioia e la felicità” afferma Zahar. Tutti gli uomini erano vestiti con lo stesso abito nero e provenivano dal vicino campo profughi di Jabalia.

Ogni sposo ha ricevuto un regalo di 500 dollari americani da Hamas, che ha detto che i suoi adepti hanno anche contribuito con il 5% del loro stipendio mensile per il regalo di nozze.

Molti hanno sostenuto che non c’erano foto delle vere spose negli articoli sull’evento. Questa apparente omissione è stata colta da molti commentatori come una prova più evidente che le bambine nelle foto erano davvero le spose, nonostante le smentite di Hamas e altri. Comunque, l’assenza delle spose è di fatto una conseguenza di come le cerimonie pubbliche musulmane vengano condotte. Le agenzie di stampa indicano che “le 450 spose non hanno partecipato alla festa e sono restate sedute tra gli spettatori” mentre i loro sposi hanno preso parte attivamente alla cerimonia.

Inoltre, un video di Skynews sul matrimonio di massa dichiara con riferimento alle spose che “Le donne sono altrove”. Tim Marshall, il giornalista che ha presentato il video di SkyNews, era effettivamente presente alla cerimonia. In una pubblicazione nel blog sulla sua assistenza, Marshall ripete che le spose erano altrove, dichiarando che alcune di loro erano tra gli ospiti. Scrive anche:

Gli uomini e le donne erano seduti, molti non ascoltano i discorsi, alcuni addirittura ignorano le preghiere. Quando i fuochi artificiali iniziano, comincia l’allegria, gli scout di Hamas marciano, suonano i tamburi e vedono che in futuro molti di loro saranno i combattenti di Hamas. Successivamente gli sposi tra i 18 e 28 anni di età tengono per mano le loro giovani nipotine o cuginette, bambine tra i 3 e 8 anni di età, che erano truccate alla perfezione e indossavano vestiti da sposa bianchi.

Sono saliti tutti sul palco, l’allegria e la musica crescevano sempre di più. Le ragazzine si stavano divertendo molto, ma dopo un po’ si sono annoiate e sono scese dal palco per ballare tra di loro e giocare ad altri giochi.

Secondo il nostro articolo, l’evento ha avuto luogo solo a un miglio dal confine con Israele ed era un messaggio di Hamas sulla forte fiducia in loro stessi e sulle future battaglie. Ah, sul fatto che le spose erano altrove, è verissimo. Non mi è mai passato per la mente che le ragazzine avrebbero potuto essere scambiate dai blogger per le spose! Che ingenuo che sono.

Inoltre, il matrimonio di massa del 2009 non è del tutto inedito. Nell’ottobre 2008 un articolo del New York Times, che ha trattato un matrimonio di massa che si è tenuto in quell’anno e sponsorizzato da Hamas, ha dichiarato che tale evento era il decimo che si era celebrato a Gaza. L’articolo rispecchia in un certo modo anche l’evento del 2009:

I 300 sposi erano vestiti con pantaloni neri, camicie bianche e cravatte colorate ma senza giacche a causa dei recenti tagli al budget. Le spose, che erano sedute a parte con altre donne, indossavano un foulard in testa e tonaca nera sul loro abito da sera ma erano facilmente riconoscibili dal trucco pesante. Le coppie avevano già contratto matrimonio prima dell’evento.

Ironicamente, gli articoli sull’evento del 2008 mostravano anche foto di ragazzine vestite con abiti bianchi da sposa. L’articolo del New York Times mostra queste ragazzine ballare davanti agli sposi. Apparentemente, le tastiere avvelenate dei blogger non hanno visto alcun motivo per trarre le conclusioni che le bambine nelle foto del matrimonio di massa del 2008 erano effettivamente le spose, quindi ci si chiede perché lo abbiano fatto in modo così rabbioso nel 2009.

Forse le immagini del 2009 erano un po’ più convincenti ed è possibile, suppongo, che chi abbia perpetrato per primo questa falsità istigatrice, lo abbia fatto sbagliando in buona fede. Quello che è meno accettabile – persino “bizzarro e vergognoso” – è che molte centinaia di blogger hanno allegramente perpetrato questa sciocchezza nelle loro pubblicazioni senza prendersi pochi minuti per controllare la veridicità. Mentre la libertà di espressione è (o dovrebbe essere) un diritto umano fondamentale, forse i giornalisti fai da te dovrebbero prendersi almeno qualche responsabilità per assicurare che le informazioni che pubblicano siano vere e accurate.

Non vogliamo assolutamente negare l’esistenza del triste fenomeno delle spose bambine, ma diffondere notizie false o costruite non è di aiuto per nessuna causa.

L’admin di questa pagina spazzatura, che non ha nessun interesse dei disagi che l’Italia sta vivendo, riprende questo post mentendo deliberatamente per attirare più visite alla sua pagina. Ricordate che tutte queste pagine spazzatura hanno un’ottima visibilità grazie ai commenti di odio che attirano con le loro menzogne. Non fatevi ingannare dalle loro falsità, queste bugie non risolveranno né attenueranno i vostri problemi.

Fonti: http://www.hoax-slayer.com/mass-muslim-marriage.shtml

http://www.snopes.com/photos/politics/masswedding.asp