BUFALA – Vaticano maggior azionista della Beretta

Gira su Facebook, sulla blogosfera e sui siti di disinformazione (a volte detti di “informazione alternativa”) una foto che ritrae un cardinale con un fucile in mano. La foto è accompagnata da una didascalia che afferma che la Banca Vaticana è il secondo maggiore azionista della fabbrica d’armi Beretta.
Comunque le affermazioni del messaggio sono delle complete sciocchezze e non devono essere prese sul serio. La foto raffigura il cardinale Józef Glemp scomparso a gennaio 2013 che imbraccia un fucile scarico e senza il calcio. Il fucile è un Dragunov SVD e non un’arma Beretta e le altre persone raffigurate sono russe e non si trovano nella fabbrica d’armi.
C’è stato inoltre un comunicato ufficiale della stessa Fabbrica Armi Pietro Beretta (FAPB) diffuso da Luisa Achino: «In relazione a notizie diffuse nei giorni scorsi circa la composizione dell’azionariato di Beretta Holding, la società smentisce nella maniera più ferma che IOR o società ad esso riconducibili siano parte della compagine degli azionisti della società stessa o di società da essa controllate. Beretta Holding, che controlla un gruppo di imprese principalmente attivo nel settore dello sport, caccia e tempo libero, è un’azienda di proprietà famigliare da 15 generazioni».
Concludendo, non si tratta di essere religiosi, credenti, anticlericali, si tratta di avere un po’ di buon senso. Quindi il messaggio è una bufala e pertanto NON deve essere assolutamente diffuso.