BUFALA – Uova “false” nei mercati del Sudest Asiatico

uova false

Ci hanno segnalato questa “opinione
Secondo questo articolo, si stanno producendo in Cina grandi quantità di uova di gallina contraffatte e si stanno vendendo nei mercati locali e dei paesi circostanti a metà prezzo rispetto alle uova vere. Il messaggio afferma che le uova contraffatte sono prodotte da un mix di ingredienti come carbonato di calcio, gesso e paraffina, mentre l’ingrediente base del contenuto è l’alginato di sodio – lo stesso del gel per i capelli – condito con colorante artificiale. Alcune versioni affermano che le uova contraffatte contengono allume che può causare demenza.
Questa versione fa riferimento ad un articolo di Borneo Post senza citare il link. Due giorni dopo lo stesso Borneo Post smentisce.
Le versioni della storia sono state pubblicate su vari blog e forum e hanno circolato per email per vari anni. La storia ha suscitato ancora più attenzione quando è stata pubblicata sul sito Consumerist.com nel maggio 2007. Il sito Consumerist.com ha pubblicato in base ad un articolo dell’”Internet Journal of Toxicology”. Comunque, un articolo sul blog “What Tian Has Learned” tratta la storia nei dettagli e conclude che è una bufala. Un lettore dell’articolo ha contattato l’editore dell’”Internet Journal of Toxicologist” che ha risposto che la storia originale, come altre storie dubbie dello stesso autore, erano state pubblicate per sbaglio nel Journal e successivamente erano state rimosse.
L’articolo del Consumerist.com fa riferimento ad una versione archiviata dell’articolo originale, ma sembra che Internet Journal of Toxicologist abbia usato un protocollo di esclusione robot per bloccare la storia delle “uova false” ed altri articoli precedentemente pubblicati e per non farle apparire nell’archivio Internet. Un aggiornamento all’articolo Consumerist afferma che la storia potrebbe essere una bufala.
Queste voci sulle uova artificiali in Cina hanno avuto origine probabilmente da un articolo di un quotidiano cinese del 2004. Secondo un articolo dell’agenzia di stampa Xinhua pubblicato il 28 dicembre 2004, un venditore ambulante ha venduto ad un abitante di Handan un uovo che si è rivelato artificiale. Alcuni esami hanno rivelato che l’uovo falso è stato prodotto con carbonato di calcio, amido, resina, gelatina ed altri prodotti chimici. L’articolo include una fotografia che presumibilmente mostra un uovo falso comparato con uno vero. Comunque non si può dire in nessun modo dalla fotografia se una delle uova sia falsa o no. Inoltre, sebbene abbia trovato qualche riferimento vago e non dimostrato, non ho potuto trovare altri articoli credibili che confermano quest’evento.
Nonostante ciò, non si può escludere che sia avvenuto un evento come è stato descritto. Tuttavia, anche se fosse avvenuto, non ci sono prove che suggeriscono che la produzione e la vendita di uova artificiali in Cina sia una pratica diffusa e ben documentata tanto da essere disponibile una produzione su larga scala. Se fosse vero, sarebbe molto probabile che una storia così interessante avrebbe richiamato l’attenzione di molte agenzie di stampa di tutto il mondo.
C’è da notare che l’uovo descritto nell’articolo dell’agenzia di stampa Xinhua si è rivelato subito falso durante la cottura perché il tuorlo e l’albume si mescolavano velocemente, l’uovo diventava molto duro dopo la bollitura e non odorava come un uovo vero. D’altra parte, si dice che le uova false descritte nell’ultima versione della storia possono essere cotte allo stesso modo delle uova vere e hanno un sapore migliore rispetto alle uova vere. Sembra molto improbabile che un uovo fatto con un miscuglio di sostanze chimiche, incluso l’allume, abbia lo stesso sapore ed odore di un uovo vero.
Inoltre, il metodo di produzione descritto di un uovo falso, sembra essere molto laborioso. Dopo aver contabilizzato i costi degli ingredienti e il tempo speso per la produzione, è difficile credere che le uova false possano essere più fruttuose vendendole a metà prezzo rispetto alle uova vere. In generale, il motivo che spinge a creare articoli contraffatti per la vendita è che possono essere prodotti ad un costo minore rispetto all’articolo autentico, quindi generando un facile profitto. In questo caso questo profitto sembra improbabile.
Probabilmente alcuni commercianti senza scrupoli hanno provato ad appioppare uova contraffatte e probabilmente non commestibili. Tuttavia, è molto dubbio che ci sia un mercato di uova false ben organizzato e diffuso in Cina. Naturalmente, le storie che sembrano troppo bizzarre per essere vere, talvolta si rivelano autentiche. Comunque, fino a che non mi portano una prova più convincente, guarderò questa storia sulle uova con un pizzico di scetticismo.
Fonte: http://www.hoax-slayer.com/fake-eggs-china.shtml