BUFALA – Un mito contro l’influenza. Le cipolle assorbono i virus

cipolle

Questo messaggio di larga diffusione afferma che posizionando cipolle in una stanza è possibile assorbire i virus dell’influenza e ciò protegge le persone dall’influenza ed da altre malattie. Racconta la storia di una famiglia di contadini che è sfuggita a un’epidemia devastante di influenza nel 1919 presumibilmente posizionando cipolle nelle stanze della fattoria. Riporta altri casi in cui le cipolle proteggono presumibilmente le persone dal prendere l’influenza e almeno aiutano la guarigione dalla malattia. Secondo il messaggio, le cipolle possono assorbire e contenere non solo i virus, come quelli che causano l’influenza, ma anche i batteri che causano altri tipi di malattie. Il messaggio afferma anche che, posizionando cipolle ed aglio nelle stanze, hanno salvato molte persone dalla peste nera.
Comunque, non c’è una prova scientifica credibile che supporti le affermazioni del messaggio. Gli scienziati hanno ripudiato l’idea che le cipolle possano agire come “magneti” che attraggono i batteri o i virus. In un articolo che sfata un altro mito (che suggerisce che le cipolle crude siano un “magnete per i batteri” e che quindi vi facciano ammalare), il Dr. Joe Schwarcz dell’ufficio di Scienza e Società dell’Università McGill spiega:

“L’affermazione che le cipolle siano “magneti per i batteri” non ha senso. Nessun cibo attrae i batteri, anche se, naturalmente, alcuni sono più propensi a far moltiplicare i batteri una volta infettati.”

Un articolo sul sito web “The Chemist’s Kitchen” che tratta la presunta tendenza dell’umile cipolla di attrarre i batteri concorda con il parere del Dr Schwarz, ed afferma:

“Nulla è un magnete per i batteri. Per prima cosa, i batteri hanno poca mobilità. Se mai, si muovono di solito in goccioline d’acqua, per esempio, starnutendo. Le muffe possono rilasciare spore che possono essere diffuse nell’ambiente ma i batteri normalmente crescono in ambienti umidi e melmosi, che rendono difficile il loro movimento nell’aria. Secondo, se ci fosse qualcosa come un “magnete per i batteri” sarebbe enormemente utile nel campo della medicina per allontanare i batteri da i malati. Nessun uso simile è stato fatto con le cipolle.”

Inoltre un articolo del Wall Street Journal del novembre 2009 sulle cure per l’influenza afferma :

“I biologi dicono che è completamente impossibile che le cipolle possano attrarre il virus dell’influenza come un insetticida elettrico cattura le mosche. I virus richiedono un ospite vivente per replicarsi e non possono muoversi da soli fuori dall’ospite e attraverso la stanza.”

Quando sono fuori dall’ospite, i virus sono metabolicamente inerti e non si possono riprodurre. Mentre fuori dalla cellula ospite, si trovano come rivestimento proteico o capside. Se il virus nella sua forma inerte viene a contatto con un ospite adatto, può inserire il suo materiale genetico nell’ospite. Detto questo, è poco credibile dire che una cipolla possa in qualche maniera, magicamente catturare i virus in una stanza da sola e imprigionarli in modo sicuro. Non c’è nessuna ragione scientifica plausibile che la cipolla abbia queste proprietà.
Come molti consigli “medici” che circolano, il messaggio non presenta nessuna prova plausibile per dimostrare le sue affermazioni. La storia della visita del medico nel 1919 alla fattoria della famiglia di contadini, insieme alla presunta ragione della loro buona salute, è solo una storia. Nessun nome o altri riferimenti sono inclusi in modo da consentire il controllo dell’autenticità della storia. E gli altri casi descritti nel messaggio non hanno fondamento, sono aneddoti, e in ogni caso, non provano niente. Il fatto che un gruppo di persone, come il personale di un salone di parrucchieri, non abbia contratto l’influenza un anno in particolare, non può essere visto come una prova credibile che le cipolle posizionate nella stanza sono state ciò che ha impedito loro di ammalarsi. Una cipolla tagliata lasciata in un recipiente è propensa a diventare scura e sporca in contrasto con la sua presunta abilità nel catturare i germi. Chi si è ammalato di pneumonia può aver cominciato a sentirsi meglio rapidamente anche se non c’erano cipolle nella sua stanza infetta.
Il mito che le cipolle possano assorbire gli agenti infettanti e quindi prevenire le malattie va indietro nei secoli. Durante i giorni scuri e orribili della peste nera nel quattordicesimo secolo, molti credevano che una cipolla posizionata in un punto strategico di una stanza poteva veramente debellare la peste.
Comunque questa tattica non ha salvato molta gente dalla peste nera come dice il messaggio. La verità e che le cipolle non sono più propense ad attrarre ed assorbire i batteri della peste bubbonica (o i virus della febbre emorragica che alcuni ricercatori credono che sia stata la vera causa della Morte Nera) rispetto a quanto siano in grado di attrarre i virus pericolosi più moderni come il virus H1N1 (febbre suina). Chi ha vissuto ai tempi della Morte nera tendeva a credere che il miasma, un miscuglio velenoso, era il responsabile della peste. Hanno usato molte tattiche per provare ad allontanare il miasma incluso forti profumi e persino rumori forti. Dato il livello di conoscenza di questa epoca, è difficile sorprendersi che la gente credesse che un forte profumo di un alimento come la cipolla potesse assorbire questo mortale miasma. Attualmente, con la nostra molto più grande conoscenza di batteri e virus e di come si diffondono, è assai più sorprendente che alcune persone credano ancora che le cipolle possono in qualche modo magicamente spazzare via gli agenti infettanti dall’aria di una stanza e renderli inoffensivi.
Mentre l’idea che le cipolle possano attrarre ed assorbire i batteri e i virus sia francamente piuttosto stupida, si dovrebbe notare che le cipolle sono state per molto tempo considerate di possedere delle proprietà medicinali, quando sono consumate in vari modi. E può essere che ci sia qualche verità in queste affermazioni. L’articolo del Wall Street Journal già menzionato afferma:

“L’idea che le cipolle abbiano proprietà medicinali va indietro nei millenni e abbraccia molte culture. Gli egiziani pensavano che le cipolle fossero simbolo di fertilità. Gli antichi greci se le sfregavano sui muscoli, e i pellerossa le usavano per il trattamento della tosse e del raffreddore. Gli  erboristi affermano che l’Organizzazione Mondiale della Salute riconosce gli estratti di cipolle come calmanti per la tosse, raffreddore, asma e bronchite.”

Una rivista sulle proprietà  antiossidanti, anti infiammatori e anti microbiche dell’aglio e delle cipolle pubblicata un’edizione del 2007 della scienza dell’alimentazione e della nutrizione afferma in un suo estratto:

“Sia l’aglio che le cipolle impiegano i loro effetti sulla salute dell’uomo attraverso proprietà differenti, incluso antiossidanti, anti infiammatorie e antibatteriche. I composti organici dello zolfo in queste spezie bloccano gli agenti ossidanti, inibiscono l’ossidazione degli acidi grassi, di conseguenza prevengono la formazione di agenti infiammatori e inibiscono la crescita dei batteri con l’interazione degli enzimi che contengono i solfuri.”

Comunque il fatto che le cipolle posseggano delle proprietà medicinali dimostrabili, non rende valida in nessun modo l’affermazione fantasiosa che una cipolla possa raccogliere e imprigionare i batteri in una stanza.
Il contorno complottista sulle case farmaceutiche è stato aggiunto da qualche cretino come ridicolo tentativo di dare credibilità al messaggio. Si sa ormai tristemente che si considerano tutte le bufale vere e che la stampa censura le notizie.
Di influenza oggi raramente si muore, se si prendono le precauzioni sufficienti. Esistono anche i vaccini per i soggetti più deboli. Forse è meglio sopportare qualche giorno l’influenza che la puzza di cipolla tutto il giorno, ammesso che crediate a questo assurdo messaggio che NON deve essere inoltrato.

Fonti:

http://www.hoax-slayer.com/onions-flu-remedy.shtml
http://www.snopes.com/medical/swineflu/onion.asp
http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=4603&Itemid=62