BUFALA – Torero pentito si ferma davanti al toro

CORRIDA

La carriera del torero colombiano di diciotto anni Alvaro Munera (conosciuto con il soprannome “El Pilarico”) è finita quando è stato incornato da un toro durante una corrida nel 1984, con conseguenti lesioni alla spina dorsale che lo hanno reso paraplegico. Munera è diventato da allora un membro del consiglio della sua città natale Medellin, una posizione con la quale sostiene i diritti dei disabili e promuove le campagne anti-corrida.
La foto mostrata che è di larga diffusione, pretende di ritrarre Munera nel momento giusto, durante una corrida, quando si era reso conto che stava commettendo un’ingiustizia agli animali e aveva deciso d’ora in avanti di condurre campagne contro le corride. Anche se Munera si è davvero sottoposto a questa conversione, questa foto non ritrae il momento in cui cambia idea per i seguenti motivi:
Munera non si è convertito contro le corride durante una corrida; ha smesso di partecipare a questa attività solo quando è stato costretto fuori dall’arena da una cornata che lo ha paralizzato permanentemente.
La posizione del corpo mostrata nella foto non è quella di un torero che crolla o che esprime rimorso; piuttosto, è una posizione comune di sfida, una sorta di prova di abilità in cui il torero mostra il suo totale dominio del toro, mantenendo una posizione che sembra pericolosa di fronte alle corna dell’animale. Inoltre, la didascalia che accompagna la foto non rappresenta le parole di Munera; è l’opera di uno scrittore spagnolo Antonio Gala, che non è un torero.
Come riportato nel blog “L’ultima Arena”, questa fotografia non raffigura per niente Munera, ma è la foto di un altro torero.
In un’intervista del 2008, Munera ha dichiarato che la sua conversione a difensore dei diritti degli animali e ad anti-corrida non è avvenuta in nessun momento nell’arena, ma è stato parte di un processo continuo che ha iniziato prima, e che ha proseguito dopo, dell’incidente che ha messo fine alla sua carriera.

Il messaggio conclude chiedendo la condivisione se si è contro il maltrattamento degli animali, ma come già spiegato, la sola diffusione della foto non serve proprio a nulla.

Fonti: http://www.snopes.com/photos/people/munera.asp
http://www.nicofalco.com/2012/08/la-bufala-del-torero-pentito.html