BUFALA – Sagging moda per detenuti omosessuali

SAGGING

Gira su Facebook un avviso che esorta i ragazzi a non usare la moda del Sagging perché nelle carceri americane è usata dai detenuti per mostrare la propria disponibilità ad avere rapporti omosessuali.
La moda del Sagging è molto controversa, si tratta di portare i pantaloni più in basso dell’anca mostrando i boxer. Questo modo di vestire non ha suscitato una reazione positiva da parte della gente più conservatrice. A volte si vede nelle scuole questo avviso per far leva sulla voglia di mostrare la propria virilità negli adolescenti. Gli esiti però non sono soddisfacenti, i presidi che affiggono questo avviso continuano a vedere i ragazzi vestirsi in questo modo. Le ragioni dell’insuccesso di questo avviso sono varie.
I ragazzi di quell’età difficilmente accettano i consigli di un adulto soprattutto se vengono da un’autorità scolastica e toccano il loro modo di essere originali.
L’avviso è una bufala, come cita Snopes e Wikipedia la moda del sagging è nata davvero nelle prigioni degli Stati Uniti ma per una ragione diversa. Alcuni detenuti avevano ricevuto dei vestiti con qualche taglia in più e, siccome in molti centri correzionali non erano permesse le cinture per il rischio di suicidio per impiccagione, i pantaloni cadevano sotto l’anca e mostravano parte del sedere.
Questa moda passeggera è passata dalle carceri alla moda Hip Hop ed è stata molto usata dai rappers come Ice-T ed è diventata tra i giovani un simbolo di distinzione per sentirsi dei “duri”.
Concludendo, questi tentativi futili di distogliere i giovani da queste mode del momento sono completamente inutili e questi avvisi insulsi NON devono essere diffusi. L’unico risultato che si ottiene è una risata. Magari una foto carina è una migliore strategia