BUFALA – La guanabana cura il cancro 10.000 volte meglio della chemioterapia.

Guanabana

Questa presunta informazione sulla salute informa i lettori sul presunto potere della guanabana, che è il frutto dell’albero di graviola, di combattere il cancro.

Secondo il messaggio, la guanabana è un rimedio naturale per il cancro che è stato provato essere 10.000 volte più potente della chemioterapia nel trattamento del cancro. Il messaggio afferma anche che, sebbene le case farmaceutiche siano al corrente delle straordinarie proprietà della guanabana  per combattere il cancro, hanno deciso di non diffondere l’informazione al pubblico o finanziare ulteriori ricerche perché non potrebbero più trarre profitti. Alcune versioni del messaggio affermano che, dato che l’albero di graviola è “tutto naturale”, non è brevettabile e quindi le case farmaceutiche non possono tratte profitto da questo rimedio.

Comunque, le affermazioni del messaggio sono altamente fuorvianti e imprecise. L’autore del messaggio ha preso spunto da un’informazione veritiera di studi scientifici sulla graviola e ha estrapolato selvaggiamente, aggiungendo false asserzioni, statistiche usate in modo sbagliato ed accuse ridicole come tentativo piuttosto poco convincente di far sembrare le sue affermazioni più credibili.

Dunque, cominciamo dall’inizio. Alcune prove di laboratorio hanno dimostrato che gli estratti di graviola hanno proprietà anticancro, ma questi estratti non sono stati studiati in modo appropriato sugli esseri umani. Nel suo articolo sulla graviola, il Cancer Research del Regno Unito afferma:

“Secondo studi di laboratorio, gli estratti di graviola possono uccidere alcuni tipi di cellule cancerose del fegato e della mammella che hanno una particolare resistenza ai farmaci chemioterapici. Tuttavia, non c’è stato uno studio a larga scala sugli esseri umani. Così non sappiamo ancora se può funzionare o no come trattamento per il cancro.”

Perciò le affermazioni del messaggio che sono state effettuate ricerche estensive sul frutto e che è stato scoperto che è un rimedio naturale miracoloso per molti tipi di cancro sono semplicemente false. Non c’è, al momento, una prova credibile per confermare l’idea che mangiare la guanabana curerà o effettivamente servirà come trattamento contro il cancro negli esseri umani. Un estratto di uno studio del 2008 sulle terapie integrative, erbe, ed altri agenti OTC afferma:

“La graviola ha dimostrato effetti anticancro in vitro, ma non è stato effettuato nessuno studio sugli esseri umani. Nonostante la mancanza di questi dati, molti siti web consigliano la graviola ai pazienti malati di cancro basandosi sugli studi tradizionali e in vitro. Bisogna usare molta cautela perché non ci sono prove sulla sua sicurezza e sulla sua efficacia.”

Inoltre il Cancer Research del Regno Unito spiega ulteriormente:

“Molti siti internet pubblicizzano e consigliano le capsule di graviola come cura contro il cancro, ma nessuno di essi è avallato da un’organizzazione scientifica autorevole per la ricerca sul cancro”

Un articolo sulla graviola sul sito web del CancerNetwork esprime lo stesso parere:

“Nonostante l’assenza di dati che confermano, la graviola e molti altri prodotti di erboristeria, sono fortemente consigliati su internet ai pazienti malati di cancro, spesso con la falsa affermazione che sono la cura. I pazienti devono fare molta attenzione all’uso di integratori di erboristeria durante il trattamento.”

Così, cosa ne dite dell’affermazione nel messaggio che la graviola è “10.000 volte più forte della chemioterapia”? Questa affermazione deliberatamente rappresenta scorrettamente uno studio medico esistente. Uno studio del 1996 ha scoperto che un composto isolato ed estratto dai semi dell’annona muricata (guanabana) era 10.000 volte più potente del farmaco chemioterapico adriamicina sulle cellule dell’adenocarcinoma del colon. Comunque, questi risultati sono solo per un tipo di farmaco chemioterapico. Inoltre, a meno che il paziente malato di cancro stesse mangiando i semi del frutto piuttosto che il frutto stesso, non assumerebbe il composto che uccide il cancro. Per di più, questi esperimenti sono stati effettuati in laboratorio. Non è mai stato sperimentato nulla sugli esseri umani.

E, naturalmente, il messaggio molto furbamente dimentica di menzionare i possibili effetti collaterali della graviola. Cita ancora il Cancer Resarch del Regno Unito:

“Sappiamo molto poco sugli effetti della graviola sul corpo umano. Tuttavia, sappiamo che può causare problemi nervosi e sintomi simili al morbo di Parkinson. Così può avere degli effetti collaterali dannosi per alcune persone. Parlatene sempre al vostro medico, prima di prendere ogni tipo di terapia complementare o alternativa.”

L’articolo del Cancer Network fa notare:

“La graviola può provocare disturbi del moto e mieloneuropatie con sintomi simili al morbo di Parkinson

Il messaggio suggerisce che le case farmaceutiche non hanno proseguito la ricerca e lo sviluppo di terapie basate sulle potenzialità della guanabana, perché il prodotto era naturale e quindi non potevano ricavarne profitto. Comunque, questa affermazione è semplicemente assurda.

Un gran numero di farmaci disponibili al giorno d’oggi vengono da prodotti naturali e le case farmaceutiche che li producono e li distribuiscono ottengono un notevole profitto. Ogni trattamento del cancro derivato dalla guanabana consisterebbe per lo più da composti ed estratti che potrebbero essere somministrati ai pazienti nello stesso modo degli altri farmaci. Inoltre, lo sviluppo e la distribuzione di questi farmaci derivati dalla guanabana sarebbe di competenza delle case farmaceutiche. Se il trattamento risultante fosse positivo, il farmaco porterebbe grandi guadagni a queste aziende. Così, l’affermazione che le case farmaceutiche hanno abbandonato la ricerca e lo sviluppo del prodotto perché non potrebbero ottenere profitti è solo una sciocchezza.

L’ironia in questo messaggio è che molte aziende che vendono “medicina naturale” già offrono gli integratori di graviola, spesso con le affermazioni esagerate e non supportate sui benefici del prodotto, a prezzi rigonfiati, perciò stanno già ottenendo un gran profitto. Se ulteriori ricerche indicheranno che la graviola potrà essere usata per produrre un farmaco efficace contro il cancro, allora potrete star certi che le case farmaceutiche sicuramente saliranno a bordo. Nel frattempo, i fornitori di prodotti naturali per la salute stanno già ricavando molti profitti con gli integratori a base di guanabana, senza la necessità di provare scientificamente l’efficacia del prodotto.

Il messaggio che circola era apparentemente basato su un articolo del 2009 sul sito web dell’Health Sciences Institute, che aveva l’intenzione di attirare i lettori ad iscriversi gratuitamente per ricevere aggiornamenti agli articoli. HSI è un sito di informazione di medicina alternativa dedicato a scoprire e cercare i più recenti aggiornamenti sulla moderna medicina non comprovata. Nonostante il nome rappresentativo, non sembra che ci siano per niente informazioni di “scienza della medicina” credibili ed autorevoli  sul sito HSI.

Concludendo, la graviola, come molte altre piante, ha mostrato risultati promettenti nelle prove di laboratorio come un possibile agente contro il cancro. Comunque, dato che non ci sono state delle prove significative del prodotto sugli esseri umani e non ci sono attualmente prove che suggeriscono che mangiando guanabana si possa curare o trattare con efficacia il cancro, diffondere questa sciocchezza imprecisa e gonfiata non sarà per niente di aiuto. In particolare, i possibili effetti collaterali della graviola non sono completamente chiari e possono essere molto pericolosi. Inoltre un altro grande pericolo di una tale disinformazione è che potrebbe indurre alcuni pazienti affetti da cancro a rinunciare ai trattamenti tradizionali per l’automedicazione con la guanabana. Una decisione simile potrebbe essere fatale.

Fonti: http://www.hoax-slayer.com/soursop-cancer-cure.shtml
http://www.snopes.com/medical/disease/graviola.asp
http://attivissimo-bufala.blogspot.com/2009/08/i-segreti-della-foresta-amazzonica.html
http://www.protezionehoax.com/2013/04/bufala-la-guanabana-cura-cancro-e-10000.html