BUFALA – La FDA sospende la licenza alla Johnson & Johnson

johnson

Questo post di questa pagina di disinformazione ha cominciato a girare su internet all’inizio di aprile 2013 mostrando un’immagine di prodotti cosmetici con una didascalia che afferma che la FDA americana ha sospeso la licenza alla Johnson & Johnson a causa dell’ossido di etilene, un prodotto cancerogeno.
Le affermazioni dell’articolo sono completamente prive di fondamento, la Johnson & Johnson non ha perso la licenza per vendere i prodotti cosmetici negli Stati Uniti e nel mondo, per verificare basta vederli ancora in vendita negli scaffali dei grandi magazzini e di negozi specializzati.
Facciamo un passo indietro. Il problema in questione è che nel marzo 2013, la FDA indiana ha emesso una delibera su un caso del 2007 in cui è stato scoperto che 15 lotti di talco per bambini della Johnson & Johnson, prodotti nello stabilimento di Mulund (un quartiere di Mumbai), India, sono stati sterilizzati con ossido di etilene (una sostanza irritante e potenzialmente cancerogena) senza essere stati testati successivamente per determinare se la quantità residua di ossido di etilene nel prodotto era dentro i limiti di accettazione.
Di conseguenza, la FDA indiana ha disposto la cancellazione della licenza della Johnson & Johnson indiana per la produzione di prodotti cosmetici nello stabilimento di Mulund (una disposizione per la quale la Johnson & Johnson ha avuto tempo fino alla fine di giugno 2013 per ricorrere in appello). Questo provvedimento non significa che la Johnson & Johnson sia completamente esclusa dalla vendita di tutti i prodotti cosmetici nel mercato degli Stati Uniti e nel resto del mondo, significa solo che, per adesso, l’azienda non potrà produrre cosmetici nel suo stabilimento di Mulund. La Johnson & Johnson può ancora vendere prodotti cosmetici provenienti da altri stabilimenti e lo stabilimento di Mulund resta aperto alla produzione di prodotti non cosmetici.
Quindi, il messaggio contenuto nell’immagine è una bufala che può rovinare la reputazione di un’azienda che dà lavoro a centinaia di migliaia di persone e pertanto NON deve essere assolutamente inoltrato
Grazie a tutti per le segnalazioni, in realtà stavo aspettando che questa bufala arrivasse in Italia, purtroppo è stato tradotto molto male questo articolo travisando forse volontariamente le informazioni contenute che sono effettivamente corrette.
Fonte: http://www.snopes.com/politics/business/johnson.asp