BUFALA – I pirati di Facebook pubblicano insulti sulle bacheche dei contatti a vostro nome

insulti

Secondo questo messaggio di allerta, che sta circolando rapidamente su Facebook, gli hacker stanno infiltrandosi negli account di Facebook e li stanno usando per pubblicare insulti sulle bacheche degli amici degli utenti colpiti dall’attacco. Gli amici dell’utente crederanno che questi insulti vengano dal titolare dell’account compromesso. Il messaggio chiede agli utenti di condividere l’informazione sulla bacheca con lo scopo di allertare gli altri utenti di Facebook su questa presunta attività di hacker

Comunque, il messaggio è così vago che non può avere il valore di un avviso di sicurezza e pubblicarlo non servirà a nessuno scopo utile. Questo avviso inefficace non fornisce informazioni su come questi presunti hacker compromettono gli account di Facebook. Nemmeno fornisce alcun dettaglio su come le persone potrebbero proteggersi da questi hacker, quanta diffusione ha l’attacco di hacker, o quando è cominciata questa attività nefasta. Non fornisce riferimenti che potrebbero consentire alle persone di trovare per conto proprio questa informazione. Non include nemmeno un solo esempio di “insulto” generato da un hacker che potrebbe aiutare gli utenti ad identificare un attacco.

In più, non ci sono articoli credibili di siti di sicurezza computer su un’attività diffusa di compromissione di account come quella a cui allude il messaggio.

Infatti, il messaggio sembra nient’altro che una versione modificata di un precedente e ugualmente inutile avviso di Facebook che affermava che stavano pubblicando messaggi e video inappropriati a nome degli utenti di Facebook senza che se ne potessero accorgere.

Naturalmente, alcune applicazioni spam di Facebook, se ottengono i permessi necessari da un utente durante il processo di istallazione, può automaticamente pubblicare messaggi di spam, truffa o malware sulla bacheca dell’utente. Inoltre, se l’utente inavvertitamente fornisce attraverso la truffa di phishing i dettagli per accedere, allora i criminali di internet potrebbero accedere successivamente all’account compromesso e pubblicare tutti i messaggi che vogliono. Comunque, gli hacker, per quanto possano essere esperti su Facebook, non possono accedere casualmente agli account di Facebook e usarli per mandare insulti o qualcos’altro. Per consentire l’inizio di queste attività, gli utenti devono aver per primi effettuato un’azione come istallare un’applicazione spam, aprire un allegato o un sito web che ospita un malware, o fornire informazioni personali attraverso la truffa di phishing. Perciò, anche se un utente non è consapevole delle conseguenza delle sue azioni, certamente deve fare qualcosa che apre la porta agli hacker o alle applicazioni spam. Gli hacker non possiedono poteri magici che gli permettono di prendere possesso degli account di Facebook quando vogliono. Inoltre, la maggior parte di tutti i cyber criminali sono probabilmente più interessati a rubarvi i soldi o informazioni personali sensibili piuttosto che mandare messaggi di insulti ai vostri amici.

Per essere utile, un avviso di sicurezza ha bisogno di essere aggiornato, accurato, e contenere informazioni abbastanza dettagliate per consentire al destinatario di riconoscere e di gestire la minaccia quando gli si presenta. Pubblicare avvisi di sicurezza vaghi e non comprovati come quello descritto non farà nulla per migliorare la sicurezza su Facebook. Questi stupidi avvisi non fanno altro che causare confusione tra gli utenti e sporcare la rete sociale con ancora più inutili sciocchezze.

Fonte: http://www.hoax-slayer.com/hackers-insulting-messages-facebook.shtml