BUFALA – Fondo di garanzia solo per extracomunitari in provincia di Trento

trentino extra

Altro messaggio fuorviante che gira su Facebook, gli extracomunitari in provincia di Trento sposati con 4 figli percepiscono quasi 2000 Euro al mese.
Normalmente questi avvisi sono privi di fonte, questa volta con un po’ di sforzo ho trovato il sito ufficiale della Lega Nord Trentino.
Il reddito di garanzia esiste, ma non è vero affatto che in provincia di Trento abbiano accesso solo gli extracomunitari ma anche gli italiani. Inoltre ci sono dei requisiti come essere residenti da almeno tre anni ed avere un ICEF inferiore a 0,13. Quindi questi fondi sono da spalmare su tre anni.
Il messaggio vuol far credere che un immigrato regolare o no, arriva a Trento e gli danno 2000 Euro senza fare niente, questa affermazione è falsa. Si potrebbe dire che Trento sia il paese delle meraviglie.
Reiteriamo come al solito, qui stiamo verificando se una notizia è vera o falsa, non ci stiamo schierando politicamente né difendiamo o attacchiamo una razza in particolare. Per provare le nostre affermazioni, cito Trentotoday: dove l’assessore alle politiche sociali Ugo Rossi chiarisce che si spalma l’importo per i tre anni di residenza in cui non hanno percepito nulla, qui la smentita. Cito anche delle irregolarità nella dichiarazione per accedere ai fondi. Ben 350 persone erano trasgressori di cui 310 stranieri, 30 italiani e 10 matrimoni misti, questo vuol dire che anche gli italiani avevano accesso al reddito di garanzia.

Non fatevi buttare il fumo negli occhi e non diffondete più questo messaggio che aumenta le divisioni in un momento già complicato.