BUFALA – False buche per far ridurre la velocità, in Italia usano quelle vere….

buche

Secondo il post, in Canada stanno posizionando delle false buche sulla carreggiata per far rallentare gli automobilisti come tentativo originale di combattere l’eccesso di velocità. Le prime due fotografie mostrano in apparenza delle grosse e profonde buche sulla carreggiata di una strada a scorrimento veloce. L’ultima fotografia mostra che le “buche” sono degli adesivi posizionati strategicamente sulla carreggiata. Anche se consistono di immagini piatte di buche, gli adesivi hanno effetto tridimensionale e appaiono molto realistici agli automobilisti.
Comunque, gli adesivi non sono usati come limitatori di velocità come afferma il post. Il testo disegnato sulla carreggiata pochi metri più avanti di ciascun adesivo di buca mostra il loro scopo reale. In realtà, sono stati usati come parte di un manifesto pubblicitario delle Sospensioni Pioneer, un fornitore di sospensioni per veicoli. Lo scopo del manifesto era di mostrare agli automobilisti che, con le Sospensioni Pioneer montate sui loro veicoli, avrebbero goduto di una guida confortevole anche su strade dissestate. Il messaggio del manifesto pubblicato sul sito Annunci dal Mondo dice:

“Adesivi buca – Un grosso adesivo di una buca è stato posto sulla carreggiata creando l’illusione ottica di una vera buca. Gli automobilisti la vedrebbero e rallenterebbero per evitare il sobbalzo della loro auto ma non sentirebbero nulla. Il messaggio “FEELS LIKE PIONEER SUSPENSION” (SI SENTE COME LE SOSPENSIONI PIONEER) è stato disegnato pochi metri più avanti.”

Secondo il sito Annunci dal Mondo, il manifesto è stato creato dall’Agenzia di Annunci pubblicitari, Y&R Everest, Mumbai, India nel 2007. Non è chiaro sotto quali condizioni o circostanze è stata costruita la raffigurazione del manifesto. Come molti lettori hanno notato, a meno che la rappresentazione fosse usata in condizioni molto controllate, queste buche false potrebbero di fatto essere molto pericolose. Gli automobilisti che si avvicinano alle false buche potrebbero sterzare bruscamente per evitare la “buca” e si potrebbero verificare gravi incidenti.

Una tattica simile fu usata in un messaggio pubblicitario di Ford Ranger nel 2006. Annunci dal Mondo dice:

“Lo scopo del progetto era di consentire agli automobilisti di provare le caratteristiche di morbidezza del Ford pickup su superfici ostili. Per ottenere ciò, alcune immagini di pavimentazioni sono state stampate con rotture, neve e/o fango in varie strade cittadine. Accanto a queste immagini, c’è un segnale stradale in cui si legge “Questo è quello che si sente, Ford Ranger”. Gli automobilisti guidano su una strada difficile senza sentire i sobbalzi; una situazione che li porta a provare la morbidezza unica della guida di un Ford pickup. Le immagini della pavimentazione sono state posizionate lungo le strade laterali e aree di parcheggio con limiti di velocità non superiori a 10 km/h, con l’obiettivo di salvaguardare la sicurezza degli automobilisti”

Questi stratagemmi potrebbero essere efficaci in un manifesto pubblicitario. Comunque, dato il loro potenziale pericolo di provocare incidenti, sembra molto difficile che le autorità usino questi adesivi di buche come limitatore di velocità nelle strade trafficate.
Sebbene possiamo trovare strade in Italia in condizioni peggiori, le immagini con le buche reali si riferiscono a strade messicane. Questo post è stato usato in diversi paesi anche per denunciare il cattivo stato delle proprie strade, ma essendo il messaggio molto fuorviante non è consigliabile inoltrarlo.
Fonti: http://www.hoax-slayer.com/fake-potholes.shtml