BUFALA – Facebook mostra i contenuti privati a tutti grazie a “Graphic App”

FACEBOOK CAMBIATO

Questo messaggio sta infestando le bacheche di Facebook da diversi anni. Per alcuni mesi smette di circolare per poi ritornare con alcune modifiche ma il contenuto resta sempre completamente fuorviante.
La privacy di Facebook è un argomento molto delicato e deve essere preso sul serio, compiere azioni che non modificano assolutamente le impostazioni di privacy non aiuta naturalmente a proteggere le informazioni.
Questi messaggi sono ovviamente bufale, basta chiedersi:
1) Perché altre persone devono impostare per me la mia privacy? Se una persona compie le azioni indicate e poi ritorna alle impostazioni precedenti come me ne accorgo?
2) Chiede a tutti i contatti di compiere quest’azione, ma come si può verificare che tutti lo facciano? Ma lo devono fare proprio tutti? E se si aggiungono contatti dopo la pubblicazione del messaggio cosa succede? Devi ricordarti di dire al nuovo contatto di compiere queste azioni?
Le varie versioni di questo messaggio stanno circolando vigorosamente su Facebook dalla fine del 2012. I messaggi affermano che, dovuto ai recenti cambiamenti di configurazione di Facebook, completi sconosciuti possono adesso vedere le foto ed i commenti che pubblichiamo su Facebook come anche tutti i “mi piace” che condividiamo in rete.
L’ultima incarnazione di questo messaggio accusa di questa presunta violazione di privacy la nuova applicazione grafica di Facebook. Il messaggio mostra le istruzioni passo passo che, come afferma, contrasterà i cambiamenti e proteggerà la privacy dell’utente.
Comunque, le affermazioni dei messaggi sono delle complete sciocchezze. Facebook non ha fatto cambiamenti che compromettono fondamentalmente la privacy dei suoi utenti come il messaggio afferma. Il materiale che pubblicate su Facebook sarà accessibile ad altri basandosi sulle impostazioni della privacy che avete scelto. Proprio come sempre è stato.
Chiunque abbia creato il messaggio o aveva una conoscenza errata delle impostazioni base della privacy o aveva intenzione di diffondere deliberatamente disinformazione.
Il riferimento all’applicazione grafica apparentemente allude alla funzionalità “Ricerca Grafica” che è stata correttamente introdotta recentemente in rete. Non è un’applicazione, né usando la “Ricerca Grafica” compromettete la privacy degli utenti di Facebook nel modo descritto dal messaggio bufala. Un articolo sulla ricerca grafica dello stesso Facebook dichiara:
“I risultati della ricerca grafica sono personalizzati per voi, come anche il News Feed è per voi unico. Per esempio, se cercate le foto di Tokyo, vedrete le foto degli amici scattate a Tokyo che sono condivise con voi, come anche le foto pubbliche di Tokyo.
Questo significa che se due persone cercano “le foto dei miei amici a Tokyo” vedranno risultati differenti.”
Se avete il vostro account di Facebook impostato a “Pubblico”, allora, certamente le informazioni che pubblicate in rete possono essere mostrate dai risultati della ricerca grafica. Ma, poiché tutto il materiale che avete impostato a Pubblico può essere visto da tutti quelli che abbiano accesso, la vista nella ricerca grafica non è per niente una conseguenza.
Invece, se avete le impostazioni della privacy configurate per mostrate il materiale pubblicato solo agli “amici”, allora solo i vostri amici vedranno il vostro materiale quando usano la ricerca grafica.
Allora di che si tratta l’istruzione descritta nel messaggio? Le impostazioni discusse vi permettono di controllare che tipi di aggiornamenti vedete di un particolare amico di Facebook. Quindi, eseguendo le istruzioni non farete altro che smettere di vedere molto di quello che fa il vostro amico su Facebook. Inoltre, se i vostri amici spuntano come il messaggio consiglia, non vedranno più quello che state facendo. Ovviamente la procedura descritta non è logica, non è un metodo efficace per proteggere la vostra privacy su Facebook, e, inoltre, è completamente inutile.
Ripeto, per controllare chi vede il materiale che pubblicate su Facebook, tutto ciò che dovete fare è accedere alle impostazioni della privacy e configurarle come desiderate. Questo controllo della privacy è disponibile a tutti gli utenti Facebook in qualsiasi momento.
È tempo ormai che questa banale idiozia di Facebook sia messa da parte una volta per tutte. Se ricevete uno di questi messaggi, non seguite le istruzioni che contiene, e prendete un momento per far sapere alla persona che l’ha pubblicato che le affermazioni del messaggio sono delle complete sciocchezze.
Fonti: http://www.hoax-slayer.com/graphic-app-facebook-hoax.shtml
http://facecrooks.com/Internet-Safety-Privacy/hoax-alert-to-all-my-fb-friends-i-want-to-stay-privately-connected-mouse-over-my-name.html
http://www.thatsnonsense.com/view.php?id=1609
http://www.snopes.com/computer/facebook/timeline.asp
http://www.protezionehoax.com/2012/12/bufala-cari-amici-voglio-restare-in.html