BUFALA – Facebook dona 3 cent per ogni condivisione della foto di un bimbo con un tumore facciale

3 cent

Questo post, a cui è allegata una foto di un bambino con un evidente grosso tumore rosso in viso, sta attualmente circolando molto rapidamente su Facebook. Il messaggio afferma che Facebook è disposto a pagare 3 centesimi per aiutare il bambino ogni volta che la foto è condivisa nella rete sociale.

Comunque, il messaggio è un’assurda bufala e NON deve essere assolutamente inoltrato. Facebook non pagherà certamente 3 centesimi per aiutare il bambino per quante volte un utonto condivide l’immagine. Inoltre il presunto cancro sul viso del bambino è un emangioma (voglia di fragola) piuttosto che un tumore maligno. Comunque la stessa fotografia appare in altri siti almeno dal 2007.

Infatti, il bambino nella foto è un ragazzino di nome Samuel che è stato adottato in un orfanotrofio vietnamita nel 2005. Samuel adesso ha circa 8 anni e gli hanno rimosso il grande emangioma. La madre adottiva ha dichiarato, in una conversazione con Steve Williamson di Hoax Slayer, che il bambino ha avuto quattro operazioni di ricostruzione facciale ed anche una chirurgia oculare perché era cieco ad un occhio dove aveva il tumore. Ha anche dichiarato che le macchie che si possono vedere sulle mani e sul collo di Samuel nella foto sono le conseguenze di un trattamento medico. Si può vedere una foto più recente di Samuel  sul profilo di Facebook di Hope Cantu Ettore. La madre sta ancora lottando per fermare la diffusione di questa orrenda bufala che le pagine spazzatura continuano a diffondere solo ed esclusivamente per ammucchiare condivisioni. Sono solo degli ignobili sciacalli che NON sono assolutamente interessati ad aiutare il bambino, se vedete la foto è stata caricata nel 2012 e non si sono presi la briga di verificare le condizioni di salute del bambino.

Perciò sembra che qualche schifoso avvoltoio ha semplicemente preso l’immagine del bambino da un’altra fonte, SENZA il permesso o il conoscimento della famiglia del bambino, ed ha appiccicato l’affermazione ridicola che Facebook donerà soldi in base a quante volte l’immagine è condivisa. Facebook o altre organizzazioni, non partecipano MAI a queste raccolte fondi con questo metodo assurdo.

Infatti, questo non è nient’altro che una lunga serie di bufale di donazioni per condivisione o inoltro messaggi che hanno circolato per anni, inizialmente per email e più avanti attraverso le reti sociali. Ogni messaggio che afferma che verranno donati dei soldi per aiutare un bambino malato o ferito in cambio di inoltro o condivisione di foto o messaggi è sicuramente una bufala.

Ironicamente, alcuni utonti mettono in discussione l’autenticità del messaggio – “Non so se sia una bufala ma condividerlo non costa nulla”, ma mai e poi mai si scomodano di prendere il tempo di verificare. Questa forma contorta e decerebrata di pensare è un ottimo espediente per le pagine spazzatura e fa si che la bufala abbia una grande diffusione e possa durare per anni.

I miserabili maiali che creano queste idiozie usano immagini di bambini SENZA il permesso o il conoscimento dei genitori o dei tutori. Perciò, può essere molto doloroso per i genitori o per gli altri membri della famiglia scoprire che la foto del loro bambino malato è stata usata in una messaggio bufala.

Se ricevete o vedete nella home questa bufala assurda o altre simili, per favore non inoltratele. Inoltre prendete un minuto per far sapere a chi l’ha pubblicata che il messaggio è una bufala e pertanto NON deve essere assolutamente inoltrato.

Fonte.