BUFALA – Condividi un video per identificare un maltrattatore di bambini

Immagine1

Il video che questa pagina spazzatura mette in condivisione ha cominciato a circolare su Facebook da qualche mese. Il video mostra un maltrattamento fisico di un energumeno su un bambino di tre anni, la pagina spazzatura chiede agli utenti di condividere il più possibile il video e informare le autorità se qualcuno lo riconosce.

Si tratta, invece, di un subdolo scopo per ammucchiare condivisioni e istigare all’odio razziale. Ci sono altri commenti raccapriccianti come quello mostrato nell’immagine che chiaramente identificano le sinistre intenzioni della pagina spazzatura. Infatti, il video si riferisce davvero a un maltrattamento su un bambino ma è stato girato alla fine del 2012. Questo episodio è avvenuto in Malesia, la polizia ha arrestato l’autore del maltrattamento che è stato condannato ad un anno di prigione. La prima moglie del maltrattatore è stata anche arrestata per aver girato il video, successivamente, però, è stata rilasciata.

Far girare ancora questo video per rintracciare il colpevole è assolutamente inutile e le pagine spazzatura lo stanno usando per aumentare la visibilità della pagina. Non cadete negli osceni trucchi di questi sciacalli del web condividendo le loro bugie, segnalate sempre questi contenuti.