BUFALA – Alcuni figli di buona donna postano video invisibili…

VIDEO INVISIBILI

Questo avviso, che sta circolando attualmente e molto rapidamente attraverso la rete sociale Facebook, avverte gli utenti di fare attenzione a dei “figli di buona donna” che possono mandare messaggi non troppo belli a nome di altri utenti ignari. Consiglia di condividere il messaggio con gli altri, per evitare di avere problemi con gli amici di Facebook, che possono ricevere questi messaggi “non troppo belli” o questi video “invisibili”. Come molti di questi avvisi, sono scritti con parole in MAIUSCOLO e con dozzine di punti esclamativi per un tentativo distorto di far sembrare il contenuto più importante.

Ci sono certamente delle applicazioni spam di Facebook che mandano messaggi di spam, truffe e malware che sembrano essere inviate dagli account degli utenti che hanno istallato le applicazioni. Gli utenti di Facebook devono davvero usare molta cautela quando istallano applicazioni. Gli spammer ed altri furfanti creano frequentemente applicazioni spam progettate per promuovere le loro attività nefaste ed è molto probabile che continuino a farlo. Inoltre, gli utenti di Facebook dovrebbero stare attenti a cliccare su link sconosciuti nei messaggi, anche se apparentemente sembrano venire dai propri amici.

Comunque, anche se non è completamente falso, l’avviso è troppo vago e contorto per potersi definire “avviso di sicurezza”. Non dice come fanno questi “figli di buona donna” ad entrare liberamente negli account di Facebook e pubblicare a nome dell’utente video invisibili sulla bacheca. Non fa riferimento a nessun esempio di “video invisibile” che resta un termine sconosciuto. Non descrive precisamente la minaccia e come gli utenti possono agire se si imbattono in tale minaccia per la sicurezza dell’account. Se il “padrone della bacheca” non lo vede ma gli altri utenti lo vedono, come fa il titolare dell’account a cancellarlo se non lo vede? È vero che esistono delle applicazioni spam che pubblicano link che si diffondono in forma virale sulle bacheche dei contatti dell’utente che ha maldestramente installato l’applicazione. Alcune applicazioni con un inganno riescono a farsi dare dall’utente le credenziali di accesso. Niente succede, comunque,  se l’utente non clicca su link strani e diffonde lo spam. Gli hacker non hanno poteri magici che gli permettono di entrare in un account di Facebook quando vogliono, non riescono ad indovinare la password senza che l’utente maldestramente ed involontariamente gliela fornisca. Condividere un avviso del genere non aiuta nessuno e causa una gran confusione tra gli utenti.
Se non siete sicuri di aver istallato applicazioni indesiderate potete fare un controllo ed eliminare le applicazioni sconosciute. Se non siete sicuri di aver fornito involontariamente la password di accesso in una finestra esterna a Facebook allora cambiate la password.

Fonte: http://www.hoax-slayer.com/facebook-apps-not-nice-messages.shtml