BUFALA – Bimbi esca per stupri e rapine, lancio di uova sul parabrezza

bimbi esca uova

uova parabrezza

Tre bufale in una che le pagine spazzatura utilizzano per crescere sfruttando i creduloni che diffondono qualsiasi scemenza che gira su Facebook e che la credono vera solo perché gira su Facebook.

Prima bufala:

Secondo questo messaggio di larga diffusione, le donne devono fare molta attenzione se trovano un bambino che piange per strada e mostra un indirizzo al quale chiede di essere accompagnato. Il messaggio afferma che, invece di andare a “casa” del bambino, come vogliono far credere, le donne finiranno nelle mani di una banda che le sequestra e le violenta. L’avviso consiglia alle donne di portare il bambino ad una stazione di polizia anziché all’indirizzo indicato. Esorta i destinatari a diffondere l’avviso a quante più persone possibile ed alcune versioni affermano che la storia è stata diffusa da CNN e Fox News. La storia, che sta circolando in varie versioni dal lontano 2005, si diffonde per email, reti sociali e messaggi SMS.
Comunque, ricerche molto estese rivelano che non c’è nessuna prova credibile che supporti l’avviso. Nonostante l’affermazione che l’avviso era stato diffuso da CNN e Fox News, non ci sono articoli a riguardo in queste testate giornalistiche. Infatti, non ci sono articoli su questi crimini, che usano un modus operandi simile, in nessun giornale di notizie.
In più, le versioni che affermano che l’avviso era una comunicazione della polizia, sono state ripetutamente smentite dai vari organi di polizia in diversi paesi. Ci sono diverse versioni dell’avviso in cui si fa riferimento a dipartimenti di polizia in vari stati del mondo.
Nel gennaio 2011 un comunicato dell’ufficio dello Sceriffo della contea di El Paso ha smentito il messaggio bollandolo come bufala:

“Lo sceriffo della contea di El Paso sta avvisando i residenti in zona che sta girando un messaggio bufala che afferma aver origine dall’ufficio dello Sceriffo. Lo Sceriffo non ha mai mandato messaggi di testo ai cellulari e diffonde gli avvisi di emergenza attraverso le fonti giornalistiche locali o le pagine Facebook o Twitter ufficiali dell’ufficio dello sceriffo.”

Nel febbraio 2011, la polizia di Rockton nell’Illinois, ha pubblicato la seguente smentita sulla pagina Facebook del dipartimento:

“Avviso bufala: se ricevete un’email su un’iniziazione di una banda che cita un bambino piangente, non viene da nessuna autorità di polizia. Per favore non inoltratela”

Nel maggio 2011, l’ufficio dello Sceriffo della contea di Orange ha pubblicato la seguente smentita:

“Lo Sceriffo della contea di Orange, Keith Merritt ha rilasciato dichiarazioni su un’email che si sta diffondendo come avviso alle persone di non accompagnare bambini che piangono per strada all’indirizzo indicatogli. L’ufficio dello Sceriffo non ha mandato questa email e la stessa email è stata identificata come bufala.”

Anche il dipartimento dello Sceriffo della contea di Winnebago ha avvisato i residenti sulla bufala, smentendo così nel marzo 2011:

“Gli ufficiali di polizia del dipartimento dello Sceriffo della contea di Winnebago, della contea di Boone e la polizia di Rockford hanno comunicato che non hanno dato origine all’email ed avvisano gli utenti internet di non farla circolare.”

Persino la polizia in Malesia ha smentito la versione locale della bufala con un comunicato nel maggio 2011:

“PETALING JAYA: La polizia dice che il messaggio SMS che sta circolando su un’organizzazione che usa bambini piangenti per far cadere in trappola donne ignare per rubare o violentarle è falso. Il direttore del Bukit Aman CID, Datuk Seri Bakri Zinin ha comunicato che gli utenti non dovrebbero farsi ingannare dal messaggio, che sta circolando in tutto il paese dall’anno scorso. Abbiamo condotto indagini e abbiamo confermato che non c’è una banda che utilizza questo modus operandi”.

Anche la Policia Nacional de Colombia si è trovata coinvolta in questa catena. Li ho contattati con un messaggio alla loro pagina Facebook, la loro risposta è stata la seguente:

“Egregio signore, la informiamo che questo avviso non è nel nostro formato e non è mai stato diramato dalla Policia Nacional de Colombia. Non siamo a conoscenza di queste modalità criminose né abbiamo riscontro che siano avvenuti casi simili nel paese”

In sostanza, l’avviso è solo un’altra reincarnazione di una vecchia leggenda metropolitana di bande criminali che si è tramutata in varie versioni per molti anni. Una versione simile afferma falsamente che i membri di una banda stanno collocando seggiolini per bambini sul sedile posteriore delle auto posteggiate lungo strade di campagna con finti bambini, con l’intento di indurre le vittime a fermarsi con l’auto e consentire alla banda di derubarle e violentarle.
Un’altra versione racconta la storia di un violento stupratore, che si finge una vecchia signora molto disponibile che controlla un’auto con un finestrino rotto fino a che la vittima di sesso femminile ritorna e le offre un passaggio. Altre varianti della storia avvisavano che una banda di criminali cercava di violentare le donne, nascondendosi sui sedili posteriori del veicolo, mentre la vittima paga la benzina alle stazioni di servizio. Altre varianti narrano che uno spietato assassino si finge un buon samaritano che aiuta a cambiare una ruota a terra alla sua vittima di sesso femminile, prima di chiederle un passaggio o prova a chiedere la restituzione di una banconota da cinque dollari caduta nell’abitacolo, come pretesto per accedere al veicolo della vittima. Ancora, un’altra variante afferma falsamente che un assassino seriale sta usando una voce registrata di un bambino piangente per indurre le potenziali vittime a aprire la porta di casa.
Sono possibili attacchi come quelli descritti in queste storie? Certo che si, i criminali violenti usano molti metodi differenti per perpetrare gli attacchi alle loro vittime e non è certamente impossibile che simili crimini come quelli descritti siano successi un giorno in un qualsiasi posto del mondo. Se vi imbattete in una situazione strana o in una che non vi fa sentire a vostro agio, allora in tutti i sensi dovreste seguire il vostro profondo istinto e usare cautela. Se trovaste davvero un bambino solo per strada, sarebbe probabilmente più saggio chiamare la polizia piuttosto che portarlo a casa sia per l’integrità del bambino che per la vostra.
Comunque, la morale è che questo genere di piani di stupro non sta accadendo su larga scala come descrive il messaggio. Perciò, inoltrare questo avviso non farà altro che diffondere paura e allarmismo innecessari tra la gente e potenzialmente distrae i destinatari da prestare attenzione a minacce molto più credibili. Inoltre come dimostrato più sopra, può impegnare inutilmente le forze dell’ordine a smentire questo messaggio bufala.

Seconda bufala:

Questo messaggio di grande diffusione, che pretende di essere un avviso delle forze dell’ordine in alcune versioni, consiglia agli automobilisti di fare attenzione ad una tecnica di iniziazione delle bande in cui un seggiolino con un bambino viene lasciato sul sedile posteriore di un’auto parcheggiata in una strada isolata per indurre le persone a fermarsi a controllare. Secondo il messaggio se le persone si fermano a controllare se il bambino sta bene, verranno assalite dai membri della banda e trascinate tra gli alberi circostanti per essere picchiate, stuprate e derubate prima di essere lasciate morire. Molte versioni del messaggio contengono una conferma “ufficiale” della polizia del Sussex.
Comunque, le affermazioni del messaggio sono fasulle. Il messaggio non è un avviso ufficiale della polizia. Non ci sono notizie credibili o rapporti di polizia che suggeriscono che gli attacchi come quelli descritti stanno avvenendo nel Regno Unito o in altre parti del mondo
Inoltre, la Polizia del Sussex ha negato qualsiasi partecipazione all’avviso. Come risposta ad una richiesta sull’avviso del falso bambino e del lancio delle uova che molte volte circolano assieme, un portavoce della polizia del Sussex dice:

“Egregio Signore, grazie per averci contattato su due leggende metropolitane che stanno circolando nel Regno Unito che sembrano essere dell’ufficio di polizia criminale di Bexhill. Ho parlato con il direttore e posso confermare che questi comunicati non sono stati diffusi dalla polizia del Sussex. Cordiali saluti”

Infatti, il messaggio è semplicemente una variante rielaborata di una leggenda urbana simile che sta circolando ampiamente negli Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda ed in altre parti del mondo. La seguente versione americana del messaggio, apparentemente avallata dall’istituto penitenziario del Tennessee, sta attualmente circolando.
Comunque lo stesso istituto ha emesso un avviso per smentire le affermazioni del messaggio:

“Nashville – un’email che sta circolando descrivendo un’attività criminosa non può essere avallata da questo istituto. L’email sembra essere stata inoltrata da un impiegato dell’istituto, ma non è una comunicazione ufficiale. L’email afferma che i membri delle bande stanno usando un nuovo metodo per colpire le donne con un bambino seduto su un seggiolino in un’auto parcheggiata al lato della strada per attirare le donne ed attaccarle.
Mentre l’istituto riconosce che i membri delle bande sono anche detenuti in questo istituto, non possiamo dare credito a nessuna affermazione dell’email. Perciò, si consiglia agli utenti di fare attenzione quando inoltrano email che non sembrano documenti ufficiali”

La polizia della contea Di Walla Walla Washington ha anche negato che questi crimini stanno avvenendo. Nell’agosto del 2010 un articolo del KNDO afferma:

“I membri delle bande stanno tramando dei modi di fermare i veicoli per derubarvi e assalirvi. È ciò che alcune persone vogliono che pensiate…ma la polizia dice che non è vero.
Le email stanno circolando per il paese raccontando alla gente di un’attività criminale efferata. In un primo luogo abbiamo sentito la notizia dall’ufficio dello Sceriffo della contea di Walla Walla ed ora l’abbiamo inviata alla nostra sala stampa.
Si intitolano normalmente “Avviso di sicurezza dello Sceriffo della contea” e ciò che le recenti email dicono è di fare attenzione ad una nuova tattica di iniziazione delle bande.
L’email prosegue dicendo che le bande stanno posizionando un seggiolino con un falso bambino sul sedile posteriore di un’auto parcheggiata al lato della strada. Successivamente aspettano che una donna si fermi a verificare. Questo è il momento in cui la donna viene trascinata via e picchiata.
La polizia ci ha detto che questa email è falsa ed è solo l’ultima di una serie di bufale che riguardano le attività criminali.”

Le affermazioni di questi messaggi bufala sono state smentite nello stesso modo da varie autorità di polizia negli Stati Uniti, incluso la polizia di Edmond Oklahoma e Harrisonburg Virginia. Anche la polizia in Nuova Zelanda ha anche consigliato agli automobilisti di ignorare l’email bufala.

Terza bufala:

Questo messaggio che circola per email, blog, e reti sociali, avvisa che i ladri costringono gli automobilisti a fermarsi lungo il lato della strada bombardando il parabrezza dell’auto oscurando la visuale. Secondo il messaggio se azionate i tergicristalli dopo questo bombardamento di uova ne risulta un pasticcio che bloccherà la visuale del veicolo fino al 90% (alcune versioni indicano il 92,5%) e l’automobilista è costretto ad accostare immediatamente. Presumibilmente, in questo modo, i criminali lanciatori di uova possono derubare l’automobilista come vogliono. Il messaggio suggerisce, quindi, che gli automobilisti che sono stati bombardati da uova non dovrebbero usare i tergicristalli, presumibilmente perché in questo modo possono vedere abbastanza bene per guidare e fermarsi in un luogo più sicuro e pulire il parabrezza.
Mentre queste modalità di furto non sono completamente impossibili, non ho trovato prove che confermano che ciò si stia verificando, almeno non su larga scala. Infatti, non ho trovato nessuna notizia credibile o rapporti di polizia su queste rapine con lancio di uova.
Le diverse versioni sono ubicate in paesi diversi come Libano, India, altri paesi asiatici. Altre non hanno nessun riferimento ai luoghi. E nessuna versione fornisce alcun dettaglio su dove o quando precisamente questi attacchi con lancio di uova sono effettivamente avvenuti. Perciò, è difficile verificare se l’avviso si basa su un evento reale o semplicemente è una precauzione atta a destare l’attenzione degli automobilisti su una possibile modalità di furto sulle strade.
Sono state effettuate delle prove per vedere se è veramente efficace questo tipo di attacco. L’esperimento vuole dimostrare che anche se lanciando uova contro il parabrezza faccia un gran pasticcio, l’uso immediato dei tergicristalli e del liquido lavavetri rimuoverebbe una gran parte delle uova tanto da permettere all’automobilista di continuare la guida senza dover accostare. Per fare le prove sono state lanciate due uova sul parabrezza al lato del conducente e sono stati attivati i tergicristalli ed è stato spruzzato il liquido lavavetri. Si è verificato che tutti i residui di uova sono stati rimossi rapidamente dal raggio di azione delle spazzole dei tergicristalli. Infatti non si nota un significativo oscuramento di visuale, anche prima che il grosso dei residui fosse rimosso dalle spazzole.
Alcune versioni del messaggio affermano che la visuale del conducente sarà oscurata fono al 92,5%. Comunque, visto che sono in gioco un gran numero di variabili che possono influire sul risultato dell’attacco, stimare una precisione simile è piuttosto assurdo. Quanto la visuale del conducente sia oscurata dipenderebbe da quante uova siano gettate, dalla dimensione delle uova, dal punto di impatto sul parabrezza, dalla forma e dalla dimensione del parabrezza, dall’efficienza delle spazzole e del lavavetri del veicolo e da altri fattori. Date tutte queste variabili, cercare di dare una percentuale sensata è virtualmente impossibile. Inoltre, le prove indicano che tutti gli oscuramenti di visuale sarebbero probabilmente molto inferiori al 90%.
Ci sono anche altri problemi con il metodo di furto descritto. Anche se fosse necessario accostare dopo che il conducente abbia cercato di rimuovere le uova dal parabrezza usando le spazzole, il veicolo avrebbe probabilmente percorso diversi metri di strada prima di fermarsi. Perciò, per portare a termine la rapina, i lanciatori di uova dovrebbero correre giù alla strada molto rapidamente per raggiungere la vettura colpita prima che il conducente abbia pulito il parabrezza e ripreso la guida. In alternativa, avrebbero bisogno di altri complici posizionati giù alla strada ad aspettare che il veicolo accosti. Tuttavia, sarebbe difficile o impossibile calcolare previamente dove esattamente il veicolo si fermi. Inoltre, se il conducente vedesse una banda di lanciatori di uova avvicinarsi al veicolo, lui o lei si metterebbe al sicuro prima che i lanciatori la possano raggiungere, con o senza la visuale oscurata. Naturalmente, colpire il parabrezza di un veicolo in movimento con abbastanza uova per avere l’effetto desiderato sarebbe molto difficile in ogni caso.
Alla fine, il metodo descritto sembra essere piuttosto azzardato ed avrebbe un alto tasso di insuccesso. Altri metodi, come simulare un automobilista o pedone in difficoltà, sarebbe probabilmente più efficace per indurre un automobilista a fermarsi e semplice da implementare. Naturalmente, se il vostro veicolo fosse colpito da uova o altro, sarebbe certamente consigliabile continuare a guidare in un posto più sicuro se fosse possibile. Perciò, dato che questo metodo è poco plausibile e la mancanza di prove che confermano che questi lanci di uova siano accaduti, la credibilità del messaggio è molto discutibile.
Se trovate queste stupidaggini nella home di Facebook non diffondetele ed avvisate il contatto che le ha pubblicate che sono bufale stupide ed inutili e che NON devono essere inoltrate. Diffondere falsi allarmi serve solo a spaventare la gente e impegnare inutilmente gli organi di polizia a smentire.

Oltre alle pagine spazzatura, anche altri utonti completamente privi di cervello hanno pubblicato queste tre bufale su Facebook e su Google+ con altre immagini ma restano sempre bufale.

Fonti:
http://www.hoax-slayer.com/gang-member-child-lure-warning.shtml
http://www.snopes.com/crime/warnings/childlure.asp
http://urbanlegends.about.com/od/crime/a/Rapists-Lure-Victims-With-Crying-Child.htm
http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=3748&Itemid=62
http://www.hoax-slayer.com/infant-car-seat-gang-warning.shtml
http://www.snopes.com/crime/gangs/carseat.asp
http://urbanlegends.about.com/od/crime/a/eggs_windshield_crime_alert.htm
http://www.hoax-slayer.com/egg-windshield-robbery.shtml
http://www.snopes.com/crime/warnings/eggthrow.asp
http://urbanlegends.about.com/od/crime/a/eggs_windshield_crime_alert.htm
http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/bimbi-esca-per-stupri-uova-collose-sul.html