BUFALA – 1000 preghiere per un “mi piace”

Secondo questo post, che mostra un’immagine di un neonato con una seria malformazione cardiaca, potete pregare per facilitare la guarigione del bimbo solo mettendo mi piace o condividendo se si ha un cuore. Presumibilmente, un “mi piace” su Facebook equivale a 1000 preghiere, mentre condividendo si dimostra di avere un cuore. Il messaggio insinua anche che chi lo ignora vuole la morte del bimbo.
Sfortunatamente, il messaggio non è altro che un’altra della lunga serie di bufale vergognose che usano immagini di bambini malati, feriti o denutriti con lo scopo di ammucchiare un gran numero di “mi piace” e condivisioni. Le persone che hanno creato queste bufale non hanno il minimo interesse in aiutare il bimbo raffigurato. Il loro unico intento è di sfruttare la buona fede delle persone che desiderano aiutare, inducendole a cliccare “mi piace” o “condividi”. Lo scopo di questi ammucchialikes è semplicemente promuovere la loro pagina di Facebook e i siti web associati.
In questo caso il nome del bimbo è John, nato nel 2011 con la Sindrome del cuore sinistro ipoplasico. John è già stato operato al cuore dopo che è stata scattata la foto rubacchiata per questa bufala vergognosa ed è in attesa di subirne un’altra più semplice. Il blog non è più disponibile ma questo forum in thailandese ha riportato alcune foto del blog originale per dimostrare che John adesso è in via di guarigione.
Mettendo “mi piace” o condividendo la bufala non farà nulla per aiutare John. Molte di queste bufale che sfruttano bambini in stato di disagio fanno l’insulsa affermazione che un’azienda come Facebook donerà soldi per ogni volta che si condivide o si mette “mi piace” sull’immagine del bambino.
Altre, come questa versione, affermano che mettendo “mi piace” equivale in qualche modo a pregare. Questa affermazione è completamente assurda. Dobbiamo credere che la persona che ha creato il post abbia fatto in qualche modo un patto con Dio in persona, per cui gli utenti cliccano solo su un pulsante piuttosto che effettivamente pregare? Ed è riuscito anche a negoziare con l’Onnipotente che un mi piace equivale a mille preghiere?
Se credete che pregando per qualcuno sia di aiuto per lui o lei, allora pregate. Tuttavia, trattate con estremo sospetto ogni insinuazione che mettendo “mi piace” su una foto in qualche modo corrisponda ad una preghiera.
Mettere “mi piace” o condividere queste bufale è irresponsabile e non aiuterà nessuno
Il vile, schifoso maiale che crea queste bufale non ha spazio in una comunità decente di internauti ed è al di sotto di ogni disprezzo. Per favore NON aiutate questi vermi nel loro piano malvagio partecipando.
Se trovate una di queste bufale, per favore segnalatele a Facebook. Per favore NON commentate la foto o sulla bacheca dove la foto è stata pubblicata, perché dà alla bufala maggiore visibilità visto che la foto incriminata potrebbe essere mostrata nella home dei vostri contatti.
Potete anche aiutare assicurandovi che i vostri contatti siano al corrente di queste bufale e che non diffondano il problema mettendo “mi piace” o condividendo questi post.
Grazie per l’attenzione
Fonti: http://www.thatsnonsense.com/view.php?id=1596
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=327338584020067&set=pb.229134727173787.-2207520000.1380758799.&type=3&theater